Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoManutenzione e riparazione · 10 anni fa

Modifica impianto di riscaldamento da 'anello' a 'sassofono'?

Ciao a tutti, Sto ristrutturando il mio appartamento e fra i vari lavori sto pensando di sostituire i vecchi tubi in rame con altri COIBENTATI; Essendo un vecchio appaertamento il circuito è ad 'ANELLO' ovvero un tubo unico che parte dalla caldaia e fa tutto il giro dei radiatori. Pensate sia opportuno modificarlo col tipo a SASSOFONO? Ci sono teorie per cui quest'ultimo tipo non sia indicato in quanto i vari tubi avrebbero pressioni differenti ed il radiatore più lontano resterebbe 'sacrificato'.

Qualche consiglio?

Grazie in anticipo.

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    ottima idea se quello del sassofono va bene. ha! già che ti trovi installa pure una fisarmonica e fammi un giro di ..DO.. hahahaha! scherzo...

    Si va più che bene anzi benissimo, ma attento installa la centralina il più possibile al centro dell'impianto e se noti qualche radiatore che dista a più di 8 metri da essa aumentane la sezione di alimentazione. Dico.. dalla caldaia alla centralina diametro 18 dalla centralina a radiatori 12 e quelli oltre a quanto detto 14. Buon lavoro

    Ps spero di aver capito cosa intendi fare riflettendo alla domanda questo IMPIANTO A SASSOFONO CHE E'

    Impianto monotubo: parte dalla caldaia per mandata fa il giro di tutti i radiatori e ritorna alla caldaia come ritorno.

    Impianto a pioggia: Partono mandata e ritorna dalla caldaia in modo parallelo in modo aereo ad alimentare i termosifoni che si dispongono nell'appartamento

    Impianto a centralina: mandata e ritorno dalla caldaia alla centralina e da li partono tutte le diramazioni.

    Impianto a pavimento: dalla caldaia alla centralina e da essa tubazioni che si diramano per l'ampiezza delle stanze:

    Impianto geotermico,impianto fotovoltaico,impianto solare....... ma sto sassofono che cazz è

    Baci!

  • Anonimo
    10 anni fa

    la soluzione migliore sarebbe (se è una ristrutturazione abbastanza grossa) creare un collettore con ipotetici n... attacchi a seconda del numero di radiatori associati ad un termostato in ogni stanza, in modo da poter gestire autonomamente ognuna di essa. Se invece hai un impianto già esistente e non vuoi fare grosse cose sostituisci solo le valvole e installa valvole termostatiche in modo da variare la portata dei radiatori sfruttando quelli che più ti servono. E fidati sarà comunque una buona cosa.

  • 10 anni fa

    ma vorresti fare l'impianto di riscaldamento centralizzato che ogni radiatore ha una mandata e un ritorno?

    allora il problema che dici (i vari tubi avrebbero pressioni differenti ed il radiatore più lontano resterebbe 'sacrificato') non è cosi ,casomai con l'impianto che hai ora l'ultimo radiatore è più sacrificato ,con l'impianto che hai ora IMPIANTO A MONOTUBO si riscalda un radiatore alla volta, mentre con quello centralizzato si riscaldano insieme,poi con l'impianto centralizzato la centralina và messa in una stanza più o meno al centro della casa "che la distanza dei radiatori alla centralina deve essere più o meno la stessa",poi si deve calcolare il diametro dei tubi per esempio se un radiatore sta lontano dalla centralina il tubo deve essere almeno da 14 o 16mm e lo stesso discorso vale se una stanza è molto grande la portata dei tubi deve essere grande.per quanto riguarda la pressione se l'impianto è calcolato bene le portate dei tubi sono giuste non hai problemi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.