Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 9 anni fa

perchè il piu importante simbolo del cristianesimo è il crocifisso?

cioè gesù stava soffrendo in quel momento e voi cristiani lo portate al collo !

penso che la croce sia una delle cose che piu spaventerebbero gesù e voi la baciate e la tenete stretta in mano quando pregate!

un giorno lui tornerà tra noi e non sarà affatto contento

10 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    perchè è il simbolo del sacrificio del figlio di Dio, nell'antichità erano gli uomini ad offrire qualcosa alla divinità per propiziarsela, con Gesù invece è il Dio che si offre all'uomo e diventa pane e vino con l'eucarestia.

    la croce è un segno d'amore: è come portare una collana con un cuore trafitto: il cuore è trafitto ma proprio per questo è simbolo di una amore molto potente e la croce simboleggia l'amore che supera il dolore della vita terrena e la morte.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Perché il cristianesimo si basa proprio su quel sacrificio fatto da Gesù per salvare tutti gli uomini.

    La croce era infatti in origine un simbolo di morte, con Cristo divenne un simbolo di speranza, di pace e di difesa contro il male.

    La croce più rappresentativa di questo simbolismo è quella latina, poi le altre croci hanno anche altri simbolismi, tipo la greca rappresenta anche la centralità e la perfezione (se non sbaglio), ma l'origine è sempre quella del sacrificio di Gesù per la salvezza dell'uomo.

  • 9 anni fa

    E' il più importante perchè rappresenta l'atto di amore (certe volte definito assurdo) di Dio per l'uomo,caricandosi tutto il peso dei peccati dell'uomo e facendoci comprendere che prima ancora che noi ci decidiamo per Lui,Lui si è deciso per noi!!!!!

  • 9 anni fa

    Sbagli...

    GAl 6,14

    Quanto a me non ci sia altro vanto

    che nella croce dei Signore nostro Gesù Cristo

    Lo disse Paolo.. Vedi tu

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Perchè ricorda il momento del sacrificio di Cristo per l'umanità.

    E' quello il momento più importante per la religione cristiana.

  • ?
    Lv 5
    9 anni fa

    Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. (Esodo 20:4-5)

    "Non vi farete idoli, non vi eleverete immagini scolpite, nè statue e non collocherete nel vostro paese alcuna pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa, poiché io sono l'Eterno, l’Iddio vostro." (Levitico 26:1)

    "I loro idoli sono argento e oro, opera di mano d’uomo. Hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono, hanno orecchie e non odono, hanno naso e non odorano, hanno mani e non toccano, hanno piedi e non camminano la loro gola non rende alcun suono." (Salmo 115:4-9; 135:15; Habacuc 2:18-20)

    "I loro idoli più cari, non giovano a nulla…. Il fabbro lima il ferro, lo mette nel fuoco, forma l’idolo a colpi di martello… Il falegname stende la sua corda, disegna l’idolo con la matita, lo lavora con lo scalpello, lo misura con il compasso e ne fa una bella figura umana, una bella forma d’uomo, perché abiti una casa.

    …..Nessuno rientra in sé stesso, ed ha conoscimento ed intelletto per dire: mi prostrerò io d’innanzi ad un pezzo di legno?" (Isaia. 44: 9-20)

    "…non dobbiamo credere che la divinità sia simile ad oro, argento o a pietra scolpita dall’arte o dall’immaginazione umana." (Atti 17:29)

    "Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in Spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. Dio è Spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità." (Giovanni 4:23-24)

    "Guardate che nessuno faccia di voi sua preda con la filosofia e con vani raggiri secondo la tradizione degli uomini e gli elementi del mondo e non secondo Cristo." (Colossesi 2:8).

    Ciao.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Tradizione.

    Ma il fatto determinante per il cristianesimo è la risurrezione, più difficile da credere, ma più significativa.

    Io non conosco cristiani laici che portino al collo il crocifisso, al massimo una croce spoglia: del resto all'esterno, sui campanili e le chiese, è sempre posta una croce spoglia.

    Per quanto mi riguarda, anche in chiesa esporrei solo la croce spoglia, a ricordare il suo sacrificio e, essendo spoglia, la sua risurrezione. Il crocifisso lo esporrei solo durante la quaresima. Ma, dico, credete davvero che questo sia il problema più importante da risolvere nella Chiesa?

  • Anonimo
    9 anni fa

    ... mi associo a quanto scritto da Joan ed aggiungo:

    È piaciuto infatti a Dio

    che abiti in lui tutta la pienezza

    e che per mezzo di lui e in vista di lui

    siano riconciliate tutte le cose,

    AVENDO PACIFICATO CON IL SANGUE DELLA SUA CROCE

    sia le cose che stanno sulla terra,

    sia quelle che stanno nei cieli. [Col 1,19-20]

    E la nota CEI così si esprime:

    1,20 La redenzione, attuata per mezzo della morte in croce di Gesù Cristo, è origine di una riconciliazione universale (cfr. Rm 5,10; cfr. 2Cor 5,18-21).

    Anche questo lo disse Paolo.. Vedi tu

  • Anonimo
    9 anni fa

    prima di tutto è vero che molte persone portano al collo crocifissi come se fossero degli oggetti di moda. Non c'è rispetto in quel senso. Gli uomini hanno scelto il crocifisso come simbolo del cristianesimo perchè oltre la risurrezione, il gesto stesso di Gesù di essersi sacrificato in nome di Dio e per gli uomini è stato fondamentale per i cristiani.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Gesù riveste il ruolo di lanciamissili.

    Il quarto presidente della Società Torre di Guardia, Franz, possedeva davvero un alto potere decisionale: dopo aver nominato Gesù Cristo “Maresciallo di Campo di Geova”, lo degradò al ruolo di lanciamissili, con l’incarico di saldare i conti con l’odiatissima umanità non geovista.

    “Nei tempi moderni, la guerra è andata assai oltre l’uso delle spade e delle frecce. Le superpotenze militari contano di usare bombe nucleari e al neutrone e missili balistici intercontinentali. Ma non devono pensare che il glorificato Gesù Cristo non le possa sorprendere con armi da guerra scientificamente superiori alle loro. … I suoi missili sovrumani non saranno meno precisi nel colpire i bersagli umani dei missili dell’uomo. Con mira micidiale, colpiranno il “cuore dei nemici del re”.” (La Torre di Guardia,15/7/79, p. 17)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.