Simone C. ha chiesto in AmbienteVivere verde · 1 decennio fa

Mi serve l'aiuto di qualcuno esperto di Bonsai. In particolare sul "Ficus Retusa".?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    famiglia che riunisce alcune decine i specie di piante sempreverdi provenienti prevalentemente dalle zone tropicali, in natura raggiungono dimensioni imponenti, coltivate in vaso si mantengono sui 2-3 metri, gli esemplari bonsai rimangono invece al di sotto del metro di altezza. Ha voglie verde scuro brillanti, ovali, appuntite, di aspetto ceroso; il tronco è di colore marrone-grigiastro, abbastanza chiaro, talvolta picchiettato o leggermente rugoso, più spesso liscio e di aspetto sericeo. Spesso la pianta con l'andare del tempo tende a sviluppare bellissime radici aeree. Le specie più comunemente utilizzate per bonsai sono:

    F. retusa: con foglie molto coriacee, meno esigente degli altri ficus e più resistente al freddo.

    F. benjamina: il più utilizzato come pianta da appartamento, molto utilizzato come bonsai, soprattutto per il facile reperimento e il costo abbastanza moderato.

    F. panda: ha foglie più tondeggianti rispetto alle specie precedenti, di più difficile reperimento, a crescita lenta.

    Potature: le potature più vigorose si praticano solitamente in autunno; in primavera e in estate cimare i germolgi lasciando 1-2 foglie. Il filo metallico si può utilizzare per tutto l'arco dell'anno; si consiglia di staccare le foglie di dimesioni maggiori per mogliorare l'aspetto della chioma.

    Esposizione: gradisce le posizioni luminose, ma non la luce diretta del sole, soprattutto in estate, quando si consiglia di porre i ficus in zona ombreggiata. Teme il freddo, e in particolar modo i cambi repentini di temperatura e gli spifferi o i colpi d'aria, avere quindi l'accortezza di trovare una posizione distante da porte o finestre.

    Foto Bonsai Italia Ficus retusa

    Annaffiature: necessita di un'abbondante quantità d'acqua, quindi va annaffiato frequentemente, mantenendo il terreno sempre umido, ma non zuppo e senza ristagni d'acqua nel sottovaso; gli eccessi d'acqua provocano rapidamente l'ingiallimento delle foglie. Si consiglia di vaporizzare spesso le foglie con acqua distillata, in estate nelle giornate più calde, ma anche in inverno se la pianta viene tenuta in un ambiente riscaldato. Fornire alla pianta del concime a lenta cessione seguendo le istruzioni per l'uso, i ficus non necessitano di grandi quantità di concime.

    Terreno: utilizzare del buon terreno per bonsai, molto ben drenato. Volendo si può preparare una composta per ficus mescolando due parti di sabbia, due parti di torba e una parte di argilla, avendo cura di porre del materiale grossolano sul fondo del vaso, come perlite o pietra pomice, per aumentare il drenaggio.

    Parassiti e malattie: spesso viene attaccato dalla cocciniglia, che si insedia di preferenza all'ascella delle foglie; i germogli possono venire rovinati dagli afidi.

    Ulteriori informazioni su: Ficus - Ficus retusa - Bonsai

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.