Aiuto tema a piacere 10 punti 5 stelle URGENTE?

Chi mi potrebbe allungare questo racconto , non ho molta immaginazione ecco perchè chiedo a voi. Intanto in mente mi è venuto questo:

Una mattina mattina,un uomo scense dal treno, con la sua valigia, era disorientato e confuso. E' una mattina nebbiosa. decise di andare in un bar dove era seduta un anziana signora. Era strana, parlava da sola. L' uomo incuriosito da ella. Ella continua a guardare il suo orologio fermo. L' uomo si apprestò a prendere l' autobus ma il suo pensiero era ancora nel bar. Si sedete nell' autobus e trovò accanto a sè un libro di musica. Tutto era sempre più strano. Finalmente l' uomo arrivò alla sua meta: una casa piccola con un gran giardino e un cane. Egli entrò è vide la donna del bar.Era un sogno.

10 PUNTI E 5 STELLE AL MIGLIORE

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Una mattina un uomo scese dal treno con la sua valigia, era disorientato e confuso. Scendendo notò una fitta nebbia e decise di entrare in un bar.

    Si sedette ad un tavolino e ordinò un caffè. Subito dopo vide un'anziana signora, parecchio strana che parlava da sola. L' uomo, incuriosito, cominciò ad ascoltarla e a studiarla. La vecchina continuava a guardare il suo orologio, ormai fermo da circa tre mesi, da quando la sua dolce metà, la persona con cui aveva passato i 50 anni più belli della sua vita, la aveva lasciata. In mezzo alla confusione del bar, l'uomo riuscì a cogliere alcune tristi parole: "Avevi detto che ce ne saremmo andati insieme! Il mio orologio è fermo, sono tre mesi che non vivo più."

    Consumato il suo caffè, il signore si alzò, pagò il conto e si affrettò a salire sull'autobus che lo avrebbe portato sul posto di lavoro, ma il suo pensiero tornava spesso alla strana vecchietta che aveva incontrato nel bar. Prese posto sull'autobus e accanto a sé trovò un libro: "Le parole che non ti ho detto" di Nicholas Sparks. Qualcuno doveva averlo dimenticato. "Che giornata strana" pensò tra sé e sé, "deve essere una cosa veramente orribile perdere la persona che si ama e con cui si sono condivise gioie e dolori di un'intera esistenza".

    Passarono pochi minuti e l'autobus si fermò. Scendendo vide la nebbia svanire improvvisamente. Non si trovava vicino al suo ufficio, ma fuori da una piccola casa, con un giardinetto curato e un cane che lo aspettava scodinzolando. Era la sua casa. Non l'aveva mai vista così bella, però era tutto molto strano. Entrò in casa e vide la donna del bar seduta sul divano in salotto che gli diceva: "Non fermare mai il tuo orologio!". In quel momento si svegliò. Era un sogno.

    Quando aprì gli occhi vide sua moglie che si stava già preparando per andare a lavoro, si stava mettendo un filo di rossetto, una deliziosa collana di perle e il profumo, che lui le aveva regalato al compleanno. La guardò per qualche istante, sentì il suo cuore riempirsi di gioia per averla ancora al suo fianco e le disse: "Forse non te l'ho detto spesso negli ultimi mesi, ma non voglio perderti, resta sempre con me!" Il viso della donna si illuminò e le sue labbra si aprirono in un bellissimo e candido sorriso, si avvicinò al marito e lo abbracciò.

    Ho un po' cambiato la prima parte...

  • 10 anni fa

    .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.