Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoGoverno · 9 anni fa

Gli austriaci del Sud-Tirolo hanno un po' di dignità?

La componente austriaca del Sud Tirolo si rifiuta di festeggiare l' Unità d' Italia, liberissimi di farlo, ma usare come scusa la conquista italiana è troppo, e per me non è accettabile; quello che hanno detto fa di loro una comunità senza coraggio, infatti se l' Italia li infastidiva tanto perchè non sono scappati nella tanto cara Austria, forse che sono sempre stati bene da noi?

Pensate agli italiani che abbandonaro l' Istria per non cadere sotto l'occupazione iugoslava e confrontateli con questi austrici, fra di loro c'è un abisso: da un lato ci sono persone che hanno rischiato la vita per rimanere fedeli alla loro nazione, e dall' altra chi troviamo, vittime, che a distanza di quasi 100 anni fanno ancora patetico vittimismo.

15 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    L'esercito italiano ha conquistato nella prima guerra mondiale del Sud Tirolo e dell'Istria prima governate dall'Austria che, geograficamente, come clima, amministrazione e Ordine aveva dei concetti che furono riassunti nella parola "Mitteleuropei". Una fascia di tadizioni e modi di vivere e di governare che prende da Ginevra a Stoccarda, Trento, il Veneto, la Slovenia, l'Austria, parte dell'Ungheria e poi fino a Praga.

    Lo sgretolamento dell'Impero Asburgico è noto: dovuto a valutazione in un mondo che cambiava con l'evoluzione sempre più spinta delle armi da guerra, le alleanze contrastanti che dividevano l'Europa e soprattutto l'affaccarsi sula scena internazionale dell'ntero continente del Nord America. Ad un mondo che voleva sperimentare democrazie, rivoluzioni, benessere negato dai Sovrani con le loro splendide corti.

    E' doverosa questa premessa per capire.

    Per capire delle popolazioni che si sono trovate coinvolte nella conquista da parte di uno Stato giovane, nuovo, governato da una Roma che non ha portato un Paese Ordinato e ben amministrato.

    Basta pensare alla categorica differenza fra il sistema catastale italiano (non probatorio e originato a fini di tassazione) e il sistema Tavolare Austriaco, dove la proprietà è costituita dall'iscrizione quindi pubblica e certa.

    Nelle Province autonome si cerca di mantenere una tradizione di serietà, ordine e vivibilità dettate prima di tutto dalla Legge dei rapporti fra le persone.

    Non è l'unica minoranza a sentirsi distante dal Governo Centrale: semplicemente essi manengono la loro lingua, la loro tradizione, il loro capitale umano a servizio della loro stessa comunità.

    Forse hanno più di una ragione ne non sentirsi in dovere di festeggiare una amministrazione che lascia perplessi i cittadini migliori.

    La bellezza di luoghi è indiscutibile: passando per paesetti si vede che gli stessi abitanti puliscono il tratto di marciapiede nei pressi del negozio o dell'abitazione, gli ospedali hanno una facilità di accoglienza e quando passeggi per le vie delle città hai una sensazione di tranquillità.

  • 9 anni fa

    Intanto i sdtirolesi ricevono dallo stato molto piu di quanto danno in tasse, grazie allo statuto di regione speciale. E intanto durnwalder ogni mese si ciuccia, sempre da roma, diverse decine di migliaia di euro.

    Se gli fa tanto schifo l'italia perchè non li restituisce?

    D'altronde la Lega dice le stesse cose da anni e da anni ciuccia milioni da roma ladrona

    Il crucco ha imparato la lezione

  • Anonimo
    9 anni fa

    Storicamente e culturalmente non possono essere Italiani. Paradossalmente lo erano gli istriani e i dalmati che orano sono in Slovenia e Croazia Il Tirolo, fu diviso SOLO NEL 1919 a seguito della prima guerra mondiale, quando, ottenuta la vittoria portammo le nostra frontiera al Brennero. Poi si tentò in tutti i modi di italianizzarli, battezzando il Tirolo del sud Alto Adige. Lo dico da convinto Patriota.

  • Anonimo
    9 anni fa

    non penso che sia vittimismo

    ma un forte attaccamento alla propia terra,

    ho fatto li il militare a Merano,e quando facevano saltare i monumenti o i binari dei treni

    erano italiani che volevano fare passare per terroristi sud tirolesi

    e da italiano ho trovato molti veri amici tra quella gente

    i veri razzisti siamo noi da come vedo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    è un'altra prova che l'Italia l'han voluta riunificare dall'Alto,non è stato il popolo a deciderlo e a volerlo.

  • alby
    Lv 7
    9 anni fa

    Gli italiani che hanno abbandonato l'Istria e la Dalmazia lo hanno fatto perchè altrimenti venivano presi e gettati nelle foibe o ammazzati con altri metodi poco piacevoli, in quelle terre i titini hanno fatto una vera pulizia etnica, è stato fatto un vero genocidio, i sud tirolesi hanno vissuto una storia diversa, non hanno subito persecuzioni di quel genere e altro non hanno fatto che rimanere nella loro terra, che è il sud titolo. Sinceramente hanno ragione a non festeggiare l'unità d'Italia, hanno cognomi tedeschi, non parlano italiano, i loro padri hanno combattuto con gli austriaci... come fa questa gente a sentirsi italiana!?

  • Anonimo
    9 anni fa

    Fanno bene. Se non si sentono di far parte dell' Italia che vuole festeggiare i 150 anni, sono liberissimi di farlo. Eppure loro sono quelle popolazioni che di 150 anni di Unità ne hanno vista ben poca. Popolazioni di confine, obbligati a essere Italiani. Sempre stati Austriaci, solo perché un Re aveva l' idea di espansionismo, l' autodeterminazione dei popoli della 1 guerra mondiale dove l' abbiamo lasciata?

  • Anonimo
    9 anni fa

    La cosa più patetica è che il Tirolo ha ben 5 rappresentanti in Parlamento (con un partito di minoranza di cui non ricordo il nome), che prendono 25.000 € al mese l'uno.

    Perchè, con un pò di dignità questi 5 personaggi non alzano i tacchi e se ne vanno dalla camera/senato?

    finchè prendono un pacco di soldi al mese gli va bene e allora perchè festeggiare l'unità d'italia no?

    falsi ipocriti del caz*o!

    SONO PATETICI!

  • prima gli austriaci sono stati cacciati con poderose pedate nel **** dall'italia e poi con la prima guerra mondiale ma al prezzo di 600.000 morti e quasi 900.000 feriti espanso i nostri confini

    questi schifosi tirolesi dovrebbero riingraziare l'autodeterminazione che rende la loro miserbile regione la più ricca d'italia

    dicono che vogliono annettersi all'austria che lo facciano ma non pensino che il governo di vienna dia gli stessi vantaggi fiscali di cui ora godono

    certo hanno sofferto il fascismo ma dopo hanno avuto tutto quello che volevano

    se non era per noi rimanevano i bifolchi contadinotti sempliciotti che son sempre stati

    Fonte/i: per gli italiani in trentino ci sarà ancora più gusto nel festeggiare
  • 9 anni fa

    con tutti i soldi che si beccano hanno anche il coraggio di lamentarsi??? ma che vadano a lavorare se non vogliono festeggiare!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.