Perchè essere atei nel 2011?

Il vostro ateismo è dovuto a cosa?

Qualche citazione per riflettere...

Io non sono ateo..noi vediamo un universo meravigliosamente ordinato che rispetta leggi precise" (Albert Einstein)

Nell'universo infatti è presente un ordine ed un livello di perfezione incompatibile con il caso (caos) che alcune TEORIE vorrebbero all'origine di tutto.

Se provi a buttare a casaccio della vernice colorata sul muro, non uscirà mai la cappella sistina,nemmeno dopo miliardi di tentativi (è una questione di statistica,sono troppe le condizioni da realizzarsi contemporaneamente).

E l'universo è enormemente piu complesso di un dipinto.

Robert Shapiro, professore di chimica preso l'Università di New York e esperto di DNA, ha calcolato la probabilità di formazione accidentale dei 2000 tipi di proteine trovati in un singolo batterio (Vi sono 20000 differenti tipi di proteine in una cellula umana!). Il numero che si ottenne fu 1 su 10 elevato alla 40000,97.7 (Questo è un numero incredibile, che si ottiene aggiungendo 40000 zeri all'1.) Un professore di matematica applicata e astronomia presso la University College (Cardiff, Galles), Chandra Wickramasinghe, commenta:

La probabilità di una formazione spontanea della vita dalla materia inanimata è pari a 1 su 10 alla 40000 ,1 seguito da 40000 zeri...(In matematica, le probabilità inferiori a 1 su 10 alla 50 ,1 seguito da 50 zeri, sono considerate "probabilità zero"). È abbastanza grande da seppellire Darwin e l'intera teoria dell'evoluzione. Non vi è stato alcun brodo ancestrale, né su questo pianeta né su qualsiasi altro, e se gli inizi della vita non furono accidentali, allora devono essere stati prodotti da un'intelligenza risoluta.

Sir Fred Hoyle scrive a proposito di questi numeri non plausibili:

In verità, tale teoria (che la vita sia stata creata da un'intelligenza) è così ovvia che ci si stupisce che non sia ampiamente accettata come evidente. Le ragioni sono psicologiche piuttosto che scientifiche.

Contrariamente a quanto sostengono gli evoluzionisti noi non discendiamo dalle scimmie.Non per niente non è mai stato trovato il famoso "anello mancante" che ci collegherebbe alle tante scimmie ritrovate.

Molti evoluzionisti parlano di affinità genetica con le scimmie al 98% ma non tutti sanno che..

a)(ANSA) - ROMA, 29 GIU - Pubblicata la mappa completa del genoma del maiale dopo 4 anni di lavoro di collaborazione tra Danimarca e Cina.La sequenza comprende 3,84 mln di frammenti di Dna di 5 varieta' di suini allevati in Europa e in Cina. Inseriti nella banca dati anche i dati raccolti da 100 librerie di mappe di vari tessuti di maiale raccolti in diverse fasi dello sviluppo. SECONDO LO STUDIO IL MAIALE E' GENETICAMENTE IL PIU' VICINO ALL'UOMO"

b) gli esseri umani condividono il 40% del DNA con la banana.

Aggiornamento:

Non ho citato appositamente nessuna religione, qui si parla di Dio e dei motivi che qualcuno deve darer a se stesso per definirsi ateo.

Se mi capita di leggere una frase come questa:

I miracoli sono sottoposti a rigorosi test da parte della scienza.E' la scienza a parlare di "sovrannaturalità" dell'evento (eventi che vanno contro le leggi della natura come una cascata che scorre verso l'alto).Una peritonite polmonare o un tumore in metastasi che guarisce all'istante, un gamba incancrenita in cui ricrescono 6 centimetri di osso. A Lourdes di miracoli del genere la scienza ne ha riconosciuti 67, tutte guarigioni IMMEDIATE e durature. Negli ospedali non avvengono guarigioni da malattie terminali IMMEDIATE.

Questa riguarda il cattolicesimo, ma prendetela in uno schema più grande, come prova a favore dell'esistenza di un Dio, che portano una persona a porsi delle domande ed alla ricerca delle relative risposte.

Ora quali motivi dovrei addurmi per essere ateo, in quale terreno dovrei radi

Aggiornamento 2:

-care una simile scelta?

Aggiornamento 3:

Non riesco a ritrovarmi nelle vostre parole.

Dio non è una creazione dell'uomo, anche i popoli più isolati, con nessun contatto con la società civilizzata, hanno sviluppato una propria idea di soprannaturale, di un essere superiore a loro e creatore di tutto, perchè?

Non devo essere io a dimostrare l'esistenza di un Dio che ci deriva da "migliaia" di anni di storia umana, forse dovremmo essere noi a dimostrarne l'inesistenza!

12 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    "Non posso immaginarmi un Dio che ricompensa e che punisce l'oggetto della sua creazione."

    "Non voglio e non posso figurarmi un individuo che sopravviva alla sua morte corporale: quante anime deboli, per paura e per egoismo ridicolo, si nutrono di simili idee!"

    "La possibilità che un individuo possa sopravvivere alla morte fisica va al di là delle mie capacità di comprensione, e nemmeno posso fare altrimenti. Queste opinioni sono dettate dalla paura, assurdo egoismo o debolezza d'animo"

    "Credo nel Dio di Spinoza che si rivela nell'armonia di tutto ciò che esiste, ma non in un Dio che si occupa del destino e delle azioni degli esseri umani."

    "Nella fase giovanile dell'evoluzione spirituale dell'uomo la fantasia umana creò a propria immagine divinità che supponeva dovessero determinare il mondo fenomenologico. L'idea di Dio nelle religioni insegnate oggi, è una sublimazione di quell'antica concezione degli dèi. Il suo carattere antropomorfico è dimostrato, per esempio, dal fatto che gli uomini si rivolgano all'Essere Divino con preghiere, e ne implorino l'esaudimento dei propri desideri."

    Albert Einstein (agnostico e assolutamente "non credente")

    Darwin non ha mai parlato della nascita della vita da materia inanimata, ma dell' evoluzione degli esseri viversi a partire dalla loro comparsa. Per l' abiogenesi, studia gli esperimenti di Miller-Urey.

    "Dio non è una creazione dell'uomo, anche i popoli più isolati, con nessun contatto con la società civilizzata, hanno sviluppato una propria idea di soprannaturale, di un essere superiore a loro e creatore di tutto, perchè?"

    Hanno sviluppato una propria idea che non è uguale alla tua. Se esistesse una "verità assoluta" dovremmo giungere tutti indipendentemente alle stesse conclusioni, ma così non è. Le religioni nascono e muoiono: oggi nessuno crede più ad Amon-Ra, ma il suo culto è durato circa 3500 anni, nonostante sia stato per breve tempo sostituito dalla prima religione monoteistica del mondo, il culto di Aton, che probabilmente ispirò la successiva religione ebraica. Eppure oggi pensiamo che le generazioni di quei 3 millenni e mezzo credessero in assurde idiozie, e ci illudiamo che il nostro culto, che è diffuso nel mondo da "soli" 2000 anni, possa essere migliore. Ma cosa ce lo fa credere? Niente, eccetto il fatto che ce lo abbiano ripetuto dalla nascita. Per questo sono ateo.

    "Non devo essere io a dimostrare l'esistenza di un Dio che ci deriva da "migliaia" di anni di storia umana, forse dovremmo essere noi a dimostrarne l'inesistenza!"

    Non è così che funziona: puoi tu dimostrare l'inesistenza del Mostro degli Spaghetti Volante o dell' Invisibile Unicorno Rosa? Non credo, però ciò non significa che esistano: bisogna portare delle prove a difesa delle proprie opinioni, in caso contrario esse non sono realistiche.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Non so di quale religione tu sia ma tu,come numerosi credenti commetti un errore sciocco,prendi in esame la scienza per provare ad affermare l'esistenza del tuo dio ma la cosa più bella è che se anche la scienza dimostrasse l'esistenza di dio quel dio non sarebbe certo quello delle religioni

  • L'attuale assetto della vita è perfettamente compatibile con la sua spontanea formazione: ciò che tu e Robert Shapiro non tenete in considerazione è che la vita non si è formata di botto, così, ma si è evoluta partendo da sostanze pre-biotiche le quali sono a loro volta in grado di replicarsi. Capisci? L'evoluzione è precedente alla vita, perchè anche le molecole inorganiche possono riprodursi ed evolvere, fino ad arrivare alla vita vera e propria.

    E' assodato in ogni forma e dimensione che gli uomini sono primati.

  • 10 anni fa

    Siamo a conoscenza della somiglianza con il maiale e con la scimmia, e anche dell'incredibile somiglianza genetica che abbiamo con i vegetali.

    Sono una prova che discendiamo tutti da un antenato comune.

    Robert Shapiro non è uno scienziato: gli scienziati non si mettono a dire se la forza di gravità abbia senso o no, si limitano ad attestare che esiste

    La scienza non ha mai parlato di miracoli, non ve n'è traccia su nessuna rivista specializzata. Quello che pensa una persona laureata non conta niente.

    Invece i credenti tendono a mentire spesso, sono giustificati dalla loro religione a farlo. vuoi la prova? Il termine "peritonite polmonare" (usata da un premio nobel della medicina, a sentire i credenti) non esiste. Ve lo siete inventato voi, dato che nessuno laureato in medicina lo userebbe mai

    ______

    migliaia di anni di storia umana non sono la prova dell'esistenza di dio. (e poi migliaia di anni per quale dio? ci sono divinità molto più recenti, e hanno lo stesso valore di quelli millenari)

    Dimostrare l'inesistenza di qualcosa che non esiste non è possibile.

    La mancanza di prove è più che sufficiente per affermare che dio non esiste.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    dimmi dove vedi tutto quest'ordine nell'universo, dov'è la perfezione del mondo?

    nel medioevo si credeva che da un mucchio di stracci sporchi dopo 28 giorni si potessero creare dei ratti: credo che tu sia rimasto a quel livello

    nn è che da un mucchio di pietre si forma un organismo vivente!

  • Anonimo
    10 anni fa

    Che tu ci creda o no, essere atei non c'entra nulla con la scienza, smentendola non riusciresti comunque ad affermare l'esistenza di dio.

  • 10 anni fa

    Eh beh, di miliardi di tentativi se ne hanno.

    È possibilissimo, mentre non vedo perché credere che ci sia un essere barbuto che vive in cielo che in 7 giorni ha creato tutto l'universo (Nota, è fisicamente impossibile, quindi non fare l'ipocrita) ancora nel 2011.

    Il creazionismo vieta la legge di procreazione per incesto (Creare una popolazione da due persone, pur se non consanguinee, porta alla sua estinzione dopo poche generazioni. E ancora meno generazioni, avendo Adamo ed Eva avuto solo figli maschi, poiché così potevano procreare solo tramite la propria madre.) e la legge di Lavoisier, e in più non dà la minima importanza ai fossili di uomini primitivi e di dinosauri, che risalgono a prima del 12000 a.C. (Data dell'inizio del mondo, secondo i creazionisti).

    In più, posso dirti che l'universo non è perfetto.

    Quanti pianeti non abitabili esistono?

    E questo è solo un esempio dell'imperfezione dell'universo.

    La perfezione è Dio solo perché la perfezione l'ha inventata l'uomo.

    Per quanto riguarda i miracoli, non credere che sia opera di Dio.

    Perché quei miracoli non me li ha dimostrati nessuno (E ti sfido di cuore e dimostrarmelo, con prove CONCRETE), né tanto meno che sia opera di Dio (Qui ti sfido doppiamente, con prove CONCRETE).

    Poi vai a vedere della paralitica che è andata a Lourdes e si è spezzata una gamba, poi è morta dopo 4 mesi.

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=201...

    Fonte/i: Collapsing Gravestone requiscat in odium.
  • 10 anni fa

    Il mio ateismo, come quello di molti, e' conseguenza diretta dell'impossibilita' di riscontrare l'esistenza di dio, ci sono solo congetture, quindi finche' non mi si presenta continuero' a credere solo a cio' che si possa verificare.

    Tu hai citato dei numeri che si possono smontare a due livelli, il primo e' che smontando la mia teoria non avvalori la tua, al massimo potrei arrivare alla conclusione che siano entrambe sbagliate, dato che l'ateo non crede di avere la verita' in tasca ed accetta di buon grado che ci si possa sbagliare, il secondo invece e' piu' forte, avendo una conoscenza ridicola dell'universo non sappiamo di quali ordini di grandezza si stia parlando, non abbiamo idea di quale sia il campione statistico e di quanto si possa avvicinare, inoltre non si tiene conto dei nostri limiti scientifici, dato che non siamo ancora in grado di riprodurre la vita in laboratorio. Per farla breve sono numeri di nessuna attendibilita', data l'incertezza del campo di provenienza.

    Per i miracoli ti rispondo che si tratta di eventi riconosciuti SOLO dalla comunita' scientifica cattolica, quindi vagamente prezzolata, non si tratta di eventi universalmente riconosciuti, inoltre e' nota l'insofferenza della chiesa quando il mondo scientifico (serio) si occupa di eventi del genere, pretendono di scegliersi arbitro e campo.

    Essere atei nel 2011 significa che l'uomo non e' ancora riuscito a dimostrare l'esistenza di dio, ci riserviamo di cambiare idea qualora ci si riuscisse.

  • Anonimo
    10 anni fa

    em ti dico una cosa , non centra una beneamata mazza l' anno!!!! io sono ateo per scelta mia , per ragionamenti miei e non per moda come altri, io sono convinto che dio non esiste e ti dico questo il 2011 dovrebbe essere l' anno della ragione, in cui l' umanità smetta di credere alle favole , questo mondo deve capire che non ci si può affidare ad un essere immaginario , il futuro dipende da loro se lo costruiscono loro non dio!

    un mondo migliore lo fanno loro non dio!

    dio è solo uno sbaglio madornale dell ' umanità un errore che deve essere corretto subito, vi illudete che tutte le cose strane che capitano siano opera di dio ma solo perché non riuscite a spiegarvele, gente che prega ogni giorno per cosa?? per niente ecco per cosa!

    io, quando ero credente, pregavo dio ma la mia vita era sempre la stessa e ora che non prego più la mia vita rimane sempre LA STESSA!! ho capito che il futuro me lo costruisco io e che sono solo io l' artefice del mio destino, non devo tener conto di quello che faccio ne a voi (inteso come umanità "voi") ne tanto meno a dio, se farò qualcosa di sbagliato ne pagherò il prezzo ma non a dio ma a voi.

    spero che nessuno si offenda ma questa è la mia morale, io non uccido perché lo dice dio ma perché lo trovo sbagliato, non rubo perché me lo dice dio ma perché io non lo voglio.

    Fonte/i: neo ateo convinto
  • 10 anni fa

    Che centra questo con la religione, si sa chiaramente che il nostro cervello tende ad avvalorare il mistico per una continuità di sopravvivenza.La religione rappresenta cio che non è definito, ci fa sognare e ci da speranza,questi dati scentifici che hai mensionato non dicono niente, devi dimostrare che dio esiste, ma il problema è che non hai una definizione di dio, o cmq è una definizione relativa al tuo ambiente socioculturale.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Che amarezza, vedere gente che nel 2011 pensa ancora che secondo la teoria dell'evoluzione l'uomo discenderebbe dalla scimmia...

    Ecco perchè sono ateo, perchè quella stessa gente è la stessa che crede in dio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.