Quale Revolver scegliere?

Salve, volevo informazioni e impressioni su revolver smith & wesson modello 10 e il modello 686.. (canna da 4") pregi e difetti di entrambe le armi. vorrei anche sapere le differenze tra una cartuccia commerciale 38 special WC e una 357 magnum WC?

Aggiornamento:

@abuelo: la 686 però la vedo un tantino pesante.. chissà che questo non vada poi a incidere sulla maneggevolezza dell arma stessa.. a me serviva un revolver per divertirmi al poligono e per un eventuale difesa abitativa.. e anche per il fatto che sono abitato alle semi-automatiche mi vedo male a sparare in doppia azione con una 686 per questo volevo optare per il modello 10 solo che ora che sò che non è poi cosi accurata credo sia da scartare, aveva una bella linea. per quanto riguarda la 14 non la conosco bene..

Aggiornamento 2:

@abuelo: infatti la 19 è bellissima.. comunque pensavo che il modello inox della mod 19 fosse la mod 27 è praticamente identica, o mi sbaglio? anche questa potrebbe essere una buon pistola?

1 risposta

Classificazione
  • abuelo
    Lv 7
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Si tratta di due armi in calibri diversi. Come dovresti già sapere, il modello 10 è in .38 special mentre il 686 è in .357 magnum.

    Il mod 10 ha la versione inox nel modello 64, il modello 686 ha la versione brunita nel 586.

    Per completezza bisogna dire che esistono anche i modelli 13 (brunito) e 65 (inox), uguali ai 10/64 ma in .357 magnum.

    Nel corso degli anni ho usato entrambe le armi: un 686 ed un model 64 di un amico, purtroppo scomparso giovane.

    Il modello 10, e tutta la relativa famiglia, derivano dal primigenio “military and police”; telaio K medio, con mirino a rampa tipo baughman ma senza mire regolabili, e con la tacca ricavata nella parte superiore del telaio. La canna è di tipo bull-barrel, di diametro importante, ma manca la carenatura inferiore per l’alberino dell’estrattore.

    Il 686 invece nasce sul telaio L, che è un k irrobustito nei punti giusti per permettere l’uso continuato delle magnum a piena carica. La canna è caratterizzata dal full-lug, cioè dalla carenatura dell’alberino dell’estrattore che arriva fino alla volata, appesantendo l’arma ed avanzandone il

    baricentro. Le due armi possono utilizzare le stesse guancette, la relativa parte di telaio è infatti uguale.

    Per entrambe le armi, penso di poter dire che meccanicamente non sussisto differenze: il bloccaggio del tamburo avviene allo stesso modo, in due punti (anteriore e posteriore), mentre la catena di scatto è uguale e fa uso della barra di sicurezza. La percussione è diversa, nei model 10/64 (più vecchi) il percussore è infulcrato sul cane, mentre nel 686 è riportato sul fusto.

    Nell’uso pratico, il 686 è più pesante ed appruato come bilanciamento, e smaltisce meglio la spinta retrograda del .357 magnum; la model 10 (e sorelle) spara un calibro inferiore in quanto a energia cinetica, ma le reazioni non sono sostanzialmente violente, a meno di utilizzare, nelle 4”, le bisbetiche +P+.

    Un vantaggio della 686 è anche la tacca di mira regolabile, che permette aggiustaggi e tarature per diversi tipi di cartucce. Con la tacca fissa del model 10 bisogna rassegnarsi a cercare la munizione più adatta all’arma, o a destinarla all’uso da difesa a distanze medio-brevi.

    Il modello 10 / 64 è ottimo per difesa, anche abitativa, qualora si fosse optato per l’arma corta; il 686 anche, ma offre in più i vantaggi che lo rendono insuperabile in poligono.

    -----------------------

    Per quanto riguarda le cartucce, le .357 WC sono solo un po’ più lunghe delle omologhe .38, ma non offrono sostanziali differenze in termini di energia; forse, a causa del bossolo più lungo, utilizzano una polvere leggermente più progressiva, come ad esempio una WW760 invece di una WW748.

    Molti sconsigliano l’uso delle .38WC nelle camere .357, per la possibilità di sporcamento ed erosione della parte terminale della camera di cartuccia; per quanto questo sia teoricamente vero, è altrettanto vero che una normale pulizia può scongiurare i depositi parassiti, ma è altrettanto vero che avendo a disposizione le WC in .357 sarebbe sbagliato usare le .38, anche solo balisticamente parlando, perché dovrebbero attraversare un throath più lungo prima di incontrare il cono di forzamento e quindi le rigature.

    ------------------------

    Per poligono, non vedo una scelta migliore del 686; per le mire regolabili soprattutto, per la possibilità di usare le .357 oltre alle .38, anche a scapito del lieve vantaggio ponderale.

    Se proprio si volesse un .38, secondo me sarebbe meglio rivolgersi ad un model 14 “k38”, il “capolavoro” (masterpiece) che più che una pistola è una macchina da punti.

    NB se uno volesse un prodotto diverso, esistono sempre i modelli 19 / 66 (brunito / inox): robuste .357 su telaio k, dotate di canna pesante, carenatura per l’alberino, e mire regolabili.

    @@ little.boy: allora prova a cercare un model 19 o 66 (inox): sottocanna finito a becco di flauto, non a tutta lunghezza, telaio K medio (ormai la metallurgia permette di farle digerire una "dieta" di magnum a piena carica per tutta la vita operativa...), tacca regolabile.. ha una maneggevolezza superiore alla 686, tira molto bene.. fu definita, mi pare da bill jordan, "il sogno di ogni poliziotto". Un'arma ottima, bilanciata, precisa. Senza il peso di un telaio L.

    http://smith-wessonforum.com/members/doc44-albums-...

    http://www.cowanauctions.com/images/tee3301.jpg

    Per me, l'eleganza di un model 19 è insuperabile...

    Per la cronaca, io ho un model 19-3, con canna da 2,5".

    Fonte/i: @@@ no, ti confermo che la versione inox della 19 è la 66; la modello 27 è brunita e non inox (a volte si trova nichelata) ed è sempre .357mag ma telaio "N", grande, lo stesso del .44 magnum - .41 magnum - .45 colt. Si tratta di una .357 grossa come una .44, e della prima .357 prodotta (è una lunga storia..). In pratica è grossa e pesante, più del 686. La versione inox della 27 è la 627. Esiste anche il mod 28 che è una 27 più spartana (ma sempre all'altezza degli standard), intesa per servizio. La 27 è stata per anni il modello di punta della SW: è uno dei modelli meglio rifiniti e più quotati. http://smith-wessonforum.com/attachments/s-w-revol...
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.