Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Matt
Lv 5
Matt ha chiesto in AmbienteRiscaldamento globale · 1 decennio fa

Siamo davvero prossimi ad una nuova glaciazione?

Tutti avrete notato che ultimamente il clima è un po impazzito, si stanno verificando continui sbalzi di temperatura persino nelle scorse stagioni estive, in cui il maltempo non si è limitato a semplici acquazzoni estiva ma si è verificata anche qualche tromba d'aria. Per non parlare di di quest'anno, in questo inverno si sono susseguiti periodi molto freddi che hanno portato sotto la neve gran parte dell'italia, ma anche dell'europa, per non parlare dell'america infatti il 1 febbraio una grande nevicata ha ricoperto metà degli Stati Uniti ecco le immagini satellitari

http://images.corriere.it/Media/Foto/201%E2%80%A6

e periodi caldi che ti facevano pensare a tutt'altro che a l'inverno. Il motivo di questo tempo impazzito si dice potrebbe essere dovuto al rischio di un imminente cambiamento climatico causato dal continuo scioglimento dei ghiacci polari, che riverserebbero nell'oceano grandi quantità di acqua dolce, e se questo dovesse continuare ciò potrebbe causare l'arresto della Corrente Nord-Atlantica che svolge l'importantissimo compito di mantenere temperato il clima nel nostro emisfero settentrionale. Se ciò dovesse verificarsi dicono che andremo inevitabilmente incontro ad una nuova glaciazione. Voi cosa ne pensate a riguardo?

Comunque a chi potrebbe interessare l'argomento gli posto qui un interessante documentario che ne parla:

Parte 1 di 5

http://www.youtube.com/watch?v=X1MjWz20DGg&playnex...

2 di 5

http://www.youtube.com/watch?v=fyRgvtRea-M&feature...

3 di 5

http://www.youtube.com/watch?v=u3ct94vtMHk&feature...

4 di 5

http://www.youtube.com/watch?v=bFPvHtlsBX4&feature...

5 di 5

http://www.youtube.com/watch?v=bVkr-B9ZDEA&feature...

Aggiornamento:

Rimetto il link delle immagini satellitari della grande nevicata negli Stati Uniti che il link sopra non lo apre non so perché:

http://images.corriere.it/Media/Foto/2011/02/02/us...

Aggiornamento 2:

@Napo E' si c'è il rischio che che però sia già troppo tardi, se abbiamo superato il punto di non ritorno, il limite in cui è impossibile rimediare al continuo scioglimento dei ghiacci senza accorgercene beh in quel caso saranno cavoli amari

Aggiornamento 3:

Mi scuso per le ripetizioni del tipo:

di di quest'anno

ho scritto troppo di fretta ed in più ho la tastiera che... beh stendiamo un velo :)

Aggiornamento 4:

@turbopanico . Infatti ciò che causa il danno è proprio quel continuo amento della temperatura in atto fin dalla rivoluzione industriale :), ed io non mi baso sul fatto che è inverno e fa freddo, ma la cosa strana sono i continui sbalzi di temperatura che, come ho detto, oltre al freddo portano anche periodi piuttosto caldi anche in inverno. Ultima cosa non ho consultato semplicemente you tube -.- ho guardato vari siti, ora non dico che siano più attendibili dell'aeronautica, ma sappi che non sono cosi stupido da basarmi su un semplice video su you tube.

Aggiornamento 5:

@turbopanico . E poi fidati il clima non è affatto normale, non credere che fino ad oggi si è parlato di riscaldamento globale, impatto ambientale, e cambiamenti climatici solo perché non avevamo nulla di cui parlare

Aggiornamento 6:

Infatti poi il documentario è della National Geographic e vengono intervistati molti scienziati che si occupano proprio di questo quindi non credo tu abbia aperto il link la prossima volta guarda la fonte prima di dire che sia inattendibile :)

Aggiornamento 7:

@Edoardo grazie del consiglio lo guarderò.

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per prima cosa vorrei far notare a "Turbopanico" che la fonte del documentario non è "Youtube" o "Voyager", ma "National Geographic" che è uno dei pochi programmi ben fatti..

    La glaciazione non è una possibilità, è una certezza. Naturalmente non si sa quando avverrà, ma la Terra ha sempre cambiato clima passando da ere glaciali a periodi caldi..

    Napo cita "The Day After Tomorrow" e ha ragione. Naturalmente per far incasso hanno esagerato un po' con gli effetti speciali, ma non è inverosimile come cosa.

    In questi giorni sono usciti molti articoli riguardanti l'energia rinnovabile.. si pensa entro il 2050 di avere il 100% dell'energia da fonti rinnovabili.. ma nel frattempo?

    Attualmente le potenzialità del rinnovabile sono molteplici.. Se ogni persona mettesse dei pannelli fotovoltaici sul tetto della propria casa sarebbe un passo avanti enorme. Naturalmente l'energia non basterebbe per coprire le industrie, ma almeno il consumo "familiare" verrebbe in buona parte coperto. Dico pannelli fotovoltaici e non pannelli solari per la loro leggera differenza. Al fotovoltaico basta la luce, non ha bisogno dei raggi solari diretti.

    Una nuova era glaciale arriverà, che si voglia o no. Da noi dipende solamente la velocità con cui ciò accadrà. Potrebbe succedere tra pochi anni, potrebbe succedere tra 100 anni o magari tra 10mila..

    Sicuramente l'uomo rischierà l'estinzione quando accadrà. Ci sono popolazioni che vivono in zone della siberia o del canada in cui le temperature sono allucinanti.. popolazioni che esistono da secoli e che senza tecnologie se la sono cavata benissimo.. naturalmente ora il mondo è sovrappopolato.. troppa gente porta alla mancanza di cibo se non si può puntare sull'agricoltura.. e quindi alla morte per fame.

    Noi possiamo farci ben poco però.. possiamo cercare di inquinare meno, prendendo autobus e treni al posto della macchina.. sprecando meno energia (la cui produzione comporta inquinamento)..

    Molta gente pensa che tutto ciò sia inutile.. dicono "tanto anche se io non inquino affatto non cambia nulla".. sicuramente se solo 1 persona fa così allora non cambia.. ma se tutti fanno questo ragionamento allora si che siamo spacciati.. se ciascuno di noi provasse ad inquinare meno, unendo il risparmio di tutto si farebbe la differenza..

    Ma noi siamo la generazione sbagliata.. chi ha vissuto le guerre mondiali capisce cosa vuol dire vivere con poco.. le generazioni successive hanno vissuto il massimo dell'economia, il massimo del consumismo.. un boom economico che li ha portati ad inquinare e consumare sempre di più.. noi siamo figli di quelle generazioni.. non abbiamo idea di cosa voglia dire non sprecare..

    Pensate già solo allo spreco energetico delle lucine degli apparecchi elettronici.. tv, computer, monitor, lettori dvd, videoregistratori etc.. tutti oggetti che hanno almeno 1 luce inutile..

    Il mio monitor ad esempio ha un piccolo led blu in basso, che indica che è acceso.. il ricevitore della tastiera ha 3 lucine che mi indicano "F Lock" "Num Lock" e "Caps Lock".. la tv ha la lucetta rossa quando è spenta.. il lettore dvd da spento ha l'ora segnata sopra..

    Sono tutte cose inutili.. sommando tutte quelle di casa mia fa già uno spreco energetico..

    Se pensate che nel 2006 (o 2007) era stato venduto il miliardesimo pc.. ora saranno almeno il doppio.. più le tv (1 miliardo solo gli abbonamenti a pay-tv...) etc.. sommate tutte quelle lucette inutili.. ecco uno spreco di dimensioni giganti..

    La nostra società non ha alcuna intenzione di risparmiare, altrimenti produrrebbero prodotti che fanno risparmiare.. siamo condannati ad aumentare l'inquinamneto in modo esponenziale per sempre, fino alla prossima catastrofe mondiale (era glaciale o quello che volete)..

    Per questo da un lato spero (e credo) che ciò accada in un futuro non molto lontano.. è l'unico modo per far capire alla gente come stanno le cose..

    D'altronde tutti i giorni si vedono casi in cui si aspetta che accada qualcosa per far qualcosa per prevenirlo (tipo mettere i dossi stradali o gli autovelox DOPO che qualcuno è stato investito/ucciso.. fare i controlli negli aereoporti DOPO che qualcuno li ha dirottati.. fare controlli strutturali DOPO che un palazzo è crollato perchè costruito con materiali scadenti.. mai una volta che si faccia qualcosa in previsione di un possibile danno.. perchè spendere soldi quando non si è ancora fatto male nessuno?)

    Smetto di scrivere, che escono dei poemi qui.. bye!

  • 1 decennio fa

    eh si hai ragione.anch'io ho sentito a riguardo..purtroppo l'uomo va avanti x la sua strada e la natura quando si ribella è impossibile fronteggiarla..

    se questo dovrà accadere spero in un futuro molto lontano..ma di questo passo..

    non so perchè ma viene in mente il film "the day after tomorrow"(lì hanno in pò esagerato)..non oso immaginare se ciò avvenisse quanta distruzione porterebbe....quando si agirà un giorno e se lo si farà ormai sarà troppo tardi.

    sottolineo che la natura però ha i suoi cicli e se questo avverrà sarà inevitabile..di fronte a ciò l'uomo può solo che guardare

  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa

    Difficile stabilire questo scenario, sono 25 anni che si prospettano catastrofi globali, sicuramente qualcosa è successo, per ora ce ancora d'aspettare, e magari salvaguardare l'ambiente .

  • 1 decennio fa

    alcune osservazioni

    1) il clima non è impazzito: c'è una tendenza all'aumento delle temperature a livello GLOBALE che procede dalla Seconda Rivoluzione Industriale, non da ieri mattina.

    http://www.slideshare.net/guest276e4db9/clima-camb...

    http://www.meteoviterbo.it/articolo.asp?ID=111

    2) non pensare che stiamo per attraversare una glaciazione solo perchè è inverno e da noi fa freddo: in questi giorni in Brasile è piena estate e a Rio ci sono 45 gradi all'ombra...

    3) non affidarti a youtube come fonte ma consulta il sito del NOOA e dell'Aeronautica Militare che sono sicuramente attendibili

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Potrebbe essere sempre il momento buono per una nuova glaciazione ...

    IL problema è che gli esseri umani con il loro infinito bisogno di far crescere l'economia , creano macchine sempre più potenti che sprecano sempre più benzina e che immettono sempre più CO2 nell'aria fecendo così incrementare l'effetto serra che fa sciogliere i ghiacci e li fa cadere in mare , raffreddandolo ; una volta che il mare si raffredda le correnti cambiano e L'Inghilterra per prima inizia a ghiacciare . A ruota tutte le altre nazioni . Ovviamente questa è una visione abbastanza estrema e catastrofica , ma è una possibilità . Hai mai parlato con un Inglese ultimamente ? Io si e ha detto che in Inghilterra fa sempre più freddo negli ultimi anni . Guarda il film di Al Gore " Una scomoda verità " , da un'idea della gravità della cosa ed è scientificamente attendibile , se ti interessa l'argomento .

    Fonte/i: Chimico , etica ambientale
  • 1 decennio fa

    Sì, credo anch'io che si tratti du uno scenario possibile e niente affatto astratto. D'altronde ogni singolo giorni condizioniamo il clima con le nostre attività (inquinamento, termovalorizzatori, aumento dei gas bovini) insomma io non meravgilierei tanto.

    Certo, non accadrà di botto da un giorno all'altro, ma in maniera sempre più forte anno dopo anno.

  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Ormai i ghiacciai si sciolgono con molta rapidità, e questo comporterà a un cambiamento immediato del clima, si spera che non succeda ai nostri giorni...ma comunque sia succederà.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.