promotion image of download ymail app
Promoted

MI POTETE SPIEGARE IL MANIERISMO?IL CONTESTO STORICO IN CUI è INSERITO?LO STILE ECC?GRAZIE?

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Manierismo è il nome dato ad un movimento culturale sviluppatosi in Europa e in America tra il XVI ed il XVIII secolo. Come dice il termine esso nasce dalle buone maniere propagandate da umanisti come ad esempio Giovanni dalla Casa, che ispirò a Raffaello il Trionfo del Galateo, e comportò un rinnovato interesse per l’arte antica, quella greco-romana in particolare. Grande influenza nello stile Manieristo ebbero gli scavi di Pompei, avviati alla meta del '700 da Carlo di Borbone, re di Napoli, che ispirarono lo stile di Luigi Vanvitelli, primo vero sperimentatore manieristo. Fu variamente caratterizzato ma ben riconoscibile nelle varie arti, nella letteratura, in campo teatrale, musicale e nell’architettura e arti visive.

    L’esigenza fondamentale di ogni manierismo è la realizzazione di uno status canonico su qualsiasi opera, possibilmente quella classica.

    Il manierismo è essenzialmente un’arte di idee. Un artista ben istruito a cui sia familiare il canone, non lo ripete in una riproduzione senza vita ma sintetizza la tradizione in ogni opera.

    Ma un artista manieristo che non riesce a realizzare tutto ciò, può creare opere mediocri.

    Novità, improvvisazione, espressione dell’Io dell’artista e cieca ispirazione non sono virtù manieristhe: il manierismo esibisce un perfetto controllo.

    Il termine "manierismo" implica una particolare aderenza ai canoni classici, in ogni tipo di arte. Tali canoni, ad esempio, sono riconoscibili in Virgilio nella poesia, Raffaello e Poussin nella pittura, Haydn nella musica. Le altre culture avevano altri canoni classici, tuttavia, la tensione ricorrente nel manierismo sembra essere stata l’espressione naturale di ogni cultura in un dato momento della sua evoluzione. Infatti una cultura che voglia essere consapevole di se stessa, e della propria tradizione, sentirà inderogabilmente la necessità di riappropriarsi di un qualcosa che le è sfuggito e che fa parte del suo "patrimonio genetico": Apollonio di Rodi è uno scrittore manieristo; le ceramiche della dinastia Ming sono un omaggio alle porcellane Song; gli umanisti italiani del 1400 inventarono una scrittura "romanica"; nell’Impero persiano la religione "classica" di Zarathustra, lo Zoroastrismo, è riproposta dopo secoli, per "ri-persianizzare" una cultura ormai scaduta; la riscoperta dell’arte egizia nel XVIII secolo sfociata, dopo la spedizione in Egitto di Napoleone, in una vera e propria "egittomania" per tutta la prima metà dell’ottocento.

    All'interno della cultura occidentale, il primo movimento motivato da un'aspirazione manierista è quello dello stile Romano che fu distinto per primo da Friedrich Hauser, storico d'arte che pubblicò, nel 1889, "La scultura Neoattica" ("Die Neuattische reliefs"). Hauser identifica lo stile chiamato "Neo-attico" fra le sculture prodotte dal movimento Ellenista durante gli ultimi secoli dell'Impero Romano: ciò che Hauser chiama "Neo-attico" consiste in bassorilievi modellati su vasi decorativi e placche, impiegando uno stile figurativo che cerca il suo canone di modello classico fra il quinto e quarto secolo in Atene e Attica.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    allora il manierismo è una correnta artistica che si sviluppa nel 17* secolo, piu precisamente nel 1527. Si ricorda che in quel periodo successe il famoso "Saccheggio di Roma", i romani furono attaccati alla sprovvista dai Lanzichenecchi che erano un popolo barbaro. La attaccarono perchè era una città fiorente sia a livello politico sia a livello culturale.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.