Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 9 anni fa

scusate l'ingnoranza, ma non seguo i telegiornali?

chi è gheddafi???? ma che ha fatto o sta facendo io non sto capendo niente, qualcuno puo spiegarmi?????

6 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Beh, seguire i telegiornali è molto importante. Te lo consiglio vivamente.

    Gheddafi è il capo di stato libico da circa 40 anni. Dittatore, oscurantista, colonnello militare e soprattutto ricco, anzi ricchissimo imprenditore.

    Gheddafi è famoso per essere un personaggio eccentrico.... delle sue bravate ha riso il mondo intero.

    Ha speso miliardi per farsi costruire un aereo di vetro, ha fatto uno scherzetto agli americani costruendo finti aerei da guerra di polistirolo, quando gli americani hanno sorvolato la libia la credevano in assetto da guerra e gli è preso un colpo. Se per caso un peschereccio straniero dovesse entrare nelle sue acque territoriali non esiterebbe a sparargli. Quando è venuto in Italia poco tempo fa si è comportato come al solito.... la sua nave ha fatto dei giri assurdi per far perdere le tracce, così gli italiani non sapevano più dove e quando andare a riceeverlo. Ha voluto pagare delle hostess per fargli la lezione sull'islam, si è portato dietro cavalli e tende beduine. Come se Berlusconi in visita da Obama si portasse dietro l'orchestra dei mandolini.

    Gheddafi ha sempre amato usare la sua potenza e la sua importanza per sbeffeggiare, ridicolizzare e in un qualche modo umiliare i suoi interlocutori.

    Gheddafi è un personaggio molto carismatico sicuramente, ma questo non basta a fare di un uomo un buon governante.

    Gheddafi se ne frega delle relazioni estere, della realpolitik, del dialogo e soprattutto se ne frega dei diritti umani. Ultimamente il suo ricatto preferito era quello di riempire l'europa di immigrati.

    Si è trasformato in un vero e proprio mercante di esseri umani, minacciando, ricattando e concludendo affari. Vantandosi di aver creato il "tappo" ai flussi migratori, infrangeva già i diritti umani stipando aspiranti immigrati provenienti da zone interne all'Africa in centri detentivi. Abbandonando carovane di profughi nel deserto e via dicendo....

    negli anni ne ha fatte di cotte e di crude, bruciando carceri con centinaia e centinaia e centinaia di morti. Sparando alle nostre navi, inviando perfino missili contro l'Italia. Nonostante questo, governi di destra e di centro sinistra hanno avuto rapporti con lui, D'alema, Amato, Silvio...

    Essendo la libia, non solo una vicina di casa, ma anche una nostra ex colonia era inevitabile.

    anche Gheddafi ha investito in Italia, anche nella Fiat, ma non solo, ha investito tanto anche in sud America e un po' ovunque nel mondo.

    Riguardo a Berlusconi ci si domanda quanto i rapporti amichevoli con la Libia fossero spinti dalle esigenze del paese e quanto invece riguardassero investimenti economici personali.

    Ricordo che la libia fornisce il 12% di gas ed è il nostro primo fornitore di petrolio.

    Gli ultimi fatti in libia ci parlano di violenti scontri, forse anche bombardamenti a danno dei civili e mercenari assoldati per fermare i rivoltosi....

    Nel video messaggio di quasi un ora Geddafi come al solito si vantava di aver ostacolato e fermato l'imperialismo occidentale, ma è comunque un macellaio.

    La popolazione libica sembra chiedere laicamente la democrazia, ma il passaggio da uno stato di regime a quello democratico è molto lento, si teme che la popolazione non sia pronta (non ci sono politici!!!!) e il livello culturale della popolazione stessa non è dei migliori (gli avranno mai insegnato materie come il diritto, la filosofia, scienze politiche ecc?). Si teme che la Libia possa diventare facile preda del fondamentalismo, o che da un regime ne possa nascere un'altro.

    la popolazione libica si è indignata dell'indifferenza dell'Italia. L'italia è stata l'ultimo paese europeo a manifestare solidarietà al popolo libico. La Russa giustifica la prudenza del presidente del consiglio indicando l'Italia come un paese troppo vicino alla Libia e con troppi investimenti in ballo. L'opposizione critica, dicendo proprio perchè l'Italia è il paese più interessato dovrebbe guidare l'unione europea a fronteggiare la crisi libica.

    Speriamo che smettano di battibeccare nei salotti televisivi e che trovino soluzioni concrete.

  • 9 anni fa

    è per la libia quello che è berlusconi per l'italia, un tiranno

  • 9 anni fa

    Mu'ammar Gheddafi è il Capo di Stato della Libia da ormai 42 anni e ora i libici si sono "stancati" e lui siccome non vuole andarsene ordina a dei mercenari prvenienti da paesi subsaharini di sparare sullla folla e ai suoi aerei di bombardarli.

    P.S. Gheddafi è il più grande alleato di Silvio Berlusconi attuale Presidente del Consiglio della Repubblica Parlamentare Italiana.

  • Anonimo
    9 anni fa

    E' il dittatore della Libia; come saprai, ci sono rivolte un po' ovunque in questo momento, in Egitto e Tunisia i dittatori sono caduti a furia di manifestazioni che la gente ha organizzato tramite i social network.

    Anche i libici stanno provando a ribellarsi, ma al contrario dell'Egitto, dove l'esercito è rimasto imparziale e alla fine ha appoggiato il popolo, in Libia l'esercito è ancora fedele a Gheddafi ed ha bombardato il suo stesso popolo, provocando un migliaio di morti.

    Gheddafi ha anche incolpato gli Stati Uniti e l'Italia per la ribellione popolare, dicendo che saremmo stati noi ad armare quelli che lui chiama 'drogati e ubriachi'; tuttavia Berlusconi si è subito precipitato a telefonare a Gheddafi per assicurargli che noi non ci saremmo mai permessi di fare niente del genere.

    Per quanto riguarda i rapporti tra Gheddafi e Italia: il nostro governo si è impegnato a dare 5 miliardi di euro alla Libia come risarcimento per i danni della guerra e della colonizzazione, a causa dei quali i nostri rapporti con la Libia erano pessimi (c'era persino una giornata di festa nazionale dell'odio verso gli italiani, fino a qualche anno fa, in Libia).

    Con i rapporti migliorati, abbiamo concluso accordi con cui Gheddafi impedisce gli sbarchi di clandestini sulle nostre coste (ricorrendo anche a torture e massacri) e al tempo stesso ci vende gas e petrolio... per raggiungere questi accordi abbiamo dovuto umiliarci, Berlusconi ha dovuto baciare la mano a Gheddafi, sono state organizzate cene farlocche in cui delle ragazze venivano pagate per fingere di interessarsi ai discorsi di Gheddafi che auspicava l'islamizzazione dell'Europa.

    Ora il nostro governo non appoggia i ribelli perché teme che se crolla Gheddafi, saltino gli accordi sugli immigrati e quelli sui rifornimenti, anche perché se i ribelli dovessero prendere il potere, potrebbero decidere di bloccare le forniture di gas per ripicca verso l'appoggio che abbiamo dato al loro regime.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Muammar Gheddafi è il dittatore della Libia dal 1969, uno stato del nord Africa vicino all'Italia. Dopo le manifestazioni che hanno portato a crollare i regimi in Tunisia e in Egitto, anche in Libia la gente è scesa in piazza per chiedere democrazia. Gheddafi ha risposto lanciando le bombe sulle sua stessa gente (ci sono più di 1000 morti) e ieri ha detto in un discorso televisivo di uccidere i manifestanti e che lui resterà al potere fino alla morte.

  • Anonimo
    9 anni fa

    è il capo di stato della libia..........se si continua di qst passo farà la fine di saddam

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.