[Vale] ha chiesto in Affari e finanzaAssicurazioni · 10 anni fa

assicurazione post infortunio accidentale?

Ciao a tutti, ho bisogno di chiedervi un parere su un fatto che mi è capitato circa 6 mesi fa.

Ad agosto 2010 sono andata a fare del volontariato in Albania, dal 7 al 16 agosto. Il 14 agosto, mentre giocavo a calcio con dei ragazzini, sono inciampata e nel cadere ho preso dentro col braccio sx un ramo secco che spuntava dal basso (dove c'erano degli arbusti e pianticelle varie). In pratica mi si è lacerata la pelle del braccio (circa 10 cm di ferita), senza compromettere vasi sanguigni importanti e il muscolo. Subito dopo questo fatto sono stata portata di corsa da una suora infermiera per vedere il da farsi, e poi sono andata all'ospedale di Scutari perchè dovevo essere ricucita. Al ritorno in Italia (2 giorni dopo) sono andata a farmi vedere da un chirurgo plastico, il quale ha detto che sarebbe stato necessario un intervento chirurgico. Nel frattempo, parte della pelle vicina alla ferita era andata in necrosi, era morta, non avevo più sensibilità (come non ce l'avrò mai più in quella parte di braccio), e quindi è stato necessario rimuoverla, con un intervento ambulatoriale di escarectomia. L'1 settembre sono stata operata, mi è stata riaperta la ferita e posizionato al suo interno una sorta di pacchetto chiamato hyalomatrix. Dopo questo intervento mi è stato detto che avrei dovuto affrontarne un altro in cui si toglieva questo pacchetto e mi sarebbe stato fatto un innesto cutaneo. Così il 27 settembre son tornata sotto i ferri, dove è stato rimosso il pacchetto, presa della pelle dal mio fianco sinistro e messa sul braccio per farla attecchire. Dopo 1 mese e mezzo dall'ultimo intervento, sono potuta tornare alle mie normali attività.

Ora, in tutto questo iter c'era in ballo l'assicurazione, visto che mia mamma, vedendo il danno fatto, ha capito che non era una cosa da poco. A quelli di questa assicurazione mandavamo tutte le spese mediche fatte per il mio infortunio. 2 giorni fa hanno mandato a casa un assegno di 280€ che copre tutte le spese mediche fatte. Solo questo. Ma io penso che la somma che avrebbe dovuta essermi corrisposta avrebbe dovuto essere più alta. Tenendo conto che a settembre avrei dovuto cercare lavoro (avevo dato le dimissioni dove avevo lavorato fino a luglio 2010), e non l'ho potuto trovare a causa dell'infortunio, poichè ho dovuto tenere il braccio al collo per circa 2 mesi e mezzo. Lavorando nel campo del fitness, trovare lavoro in queste condizioni è pressochè impossibile. Ma oltre a ciò, il danno che ho subito è permanente. Insomma io dopo questo infortunio non ho potuto lavorare, ero praticamente invalida, a mio dire, per il 70%, non potevo guidare, non potevo stare in luoghi affollati, persino mantenere una normale igiene personale era difficilissimo con un braccio fuori uso. Devo dire che ora va meglio, ho ripreso a lavorare, e anche a giocare a pallavolo, ma devo continuare ad applicare creme per evitare che si formino dei cheloidi sulla ferita, per chissà quanto tempo ancora. Senza poi contare come mi sentivo psicologicamente, ma questo credo sia irrilevante.

Non dico che vorrei più soldi, perchè non me ne frega niente, ma è per una questione di correttezza. Alla fine ho subito un enorme danno (metterei le foto, ma credo che farebbero troppa impressione), sono giovane (quando è successo avevo 23 anni, ora 24), non ho potuto condurre una vita normale dalla metà di agosto fino a metà novembre. Questo non conta niente?

Oggi pomeriggio scoprirò cosa copre questa assicurazione, visto che non ci è stato detto; se non rientrerò nelle linee di massima di questa assicurazione accetterò l'assegno, ma se così non fosse continuerò la mia difesa, perchè è giusto che sia così.

Spero possiate dirmi qualcosa che possa aiutarmi a capire perchè l'assicurazione si è comportata in questo modo e cosa avrebbe dovuto darmi economicamente oltre alla copertura delle spese mediche.

Ringrazio per la pazienza messa per leggere la mia esperienza e per le risposte che darete.

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    le garanzie infortuni e spese mediche sono due cose diverse

    probabilmente non avevi una polizza infortuni ma solo una polizza assistenza con rimborso delle spese mediche

    anche se ci fosse una qualche responsabilità del proprietario del terreno dovresti chiedere a lui un risarcimento

  • 10 anni fa

    Quoto 25.

    Per poterti rispondere, dovrei sapere di che compagnia parli e vedere il tuo contratto.

    Una polizza infortuni è estremamente personalizzabile. Di norma, credo che le 2 cose principali (invalidità permanente e caso morte) debbano esserci. Se il tuo infortunio, sicuramente grave, ha dei postumi invalidanti, dovrai dividere il massimale per i punti ottenuti in percentuale (se hai 100 di massimale, 1 punto paga 1, 5 punti paga 5 e così via).

    In realtà non è proprio vero quello che ho scritto, in quanto potrebbero essere previste franchigie, per cui i primi punti non vengono pagati, o ancora più complesse!

    Quindi, fatti un giro con tutta la tua documentazione medica nell'agenzia del tuo consulente assicurativo, mettiti li e fatti spiegare virgola per virgola come funziona la tua polizza. Non insultarlo, poverino, lui non ha colpe se non quella di averti spiegato magari in maniera non troppo approfondita la polizza.

    Buona guarigione!!!!

  • 10 anni fa

    Ciao, molto dipende dal tipo di assicurazione.. nel senso che se era una di quelle che si fanno per viaggi o associazioni che ti costano 10 euro all'anno, è impensabile (e logico) che non possano darti granchè. Se invece è tua personale, recupera la polizza e vedi le garanzie. Può darsi che in entrambi i casi esista la copertura "invalidità permanente" che ti liquiderà un capitale derivante dalla tua percentuale di invalidità.. che va valutata da un medico legale che di solito propone la compagnia..

    cerca di scoprire le garanzie che avevi e se hai bisogno contattami pure..

    in bocca al lupo

    25

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.