Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Quali sono gli elementi romantici e classici nella poetica di Keats?

Nell'ode all'urna greca ho trovato come elementi romantici

- Immagination

- Negative Capability

- Feelings over intellect

- Ellenism ( inteso come esoticismo in spazio e tempo)

Come elementi classici:

- Elevated lenguage

- No introspective elements

- Theme of beauty

- Arcaisms

- Complex form of versification

-Theme of eternity

Volevo sapere se ho mancato qualcosa, domani abbiamo la simulazione della terza prova e una delle domande di letteratura inglese sarà molto probabilmente su Keats...grazie per la collaborazione :)

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'estetica di Keats [modifica]

    Le lodi alla poesia di Keats vennero in primo luogo da Oscar Wilde che giunto a Roma, dopo esser stato ricevuto dal papa si distese davanti alla tomba di Keats e lì per lungo tempo venerò il grande poeta. Egli doveva molto a Keats come pure a Walter Pater, primo decadentista.

    Il romanticismo etico di Keats, a differenza di quello dei suoi contemporanei, in particolare quelli della prima generazione (Wordsworth e Coleridge) è basato più sul valore della bellezza in genere che su un misticismo naturalistico. Keats è affascinato dai capolavori architettonici della Grecia antica, che ha la possibilità di ammirare per la prima volta davanti ai Marmi di Elgin. Si trattava di una serie di cimeli sottratti al Partenone e all'Acropoli nel 1801-1803. Lord Elgin, ambasciatore presso la Sublime Porta (l'Impero Ottomano, di cui la Grecia faceva allora parte) li aveva poi rivenduti al British Museum dove Keats li poté ammirare.

    Il suo entusiasmo fu acceso anche dal dizionario classico del Lemprière, attraverso il quale apprese molte nozioni sulla civiltà greca. La potente immaginazione lo rende capace di astrarsi dal mondo presente in quella che Praz ha chiamato narcosi rievocando momenti della sensuale civiltà ellenistica, mista a tratti "gotici e orientaleggianti". La poesia che forse meglio di tutte rappresenta questi ideali è Ode on a Grecian Urn (Ode a un'urna greca), in cui Keats descrive un momento di estasi evocato dalla vista di un gruppo di ragazzi che rincorrono delle fanciulle: una corsa immortalata nel tempo, giovinezza e desiderio che non finiranno mai perché mai quei giovani raggiungeranno quelle fanciulle, e mai invecchieranno. Fotogramma di un film senza inizio e senza fine. L'estetica di Keats risente di "un esotismo classicheggiante, che contiene talora in embrione, talora in pieno sviluppo, tutti gli elementi del tardo romanticismo e del decadentismo della fine dell'Ottocento [...] Padre dell'estetismo, il Keats non è un esteta: il succo della sua poesia è a base etica" (Praz). Lo è perché la bellezza è per lui capace di trarre il meglio di noi stessi. In Pater e Wilde, la bellezza è invece un valore che prescinde da qualsiasi considerazione morale (l'arte per l'arte, o art for art's sake)

    La poesia di Keats è caratterizzata per la maggior parte dall'ispirazione ai grandi poeti del passato e spesso si riduce ad un manierismo imitativo. Numerosi sono i casi di "ispirazione artificiosa" o di "lessico preso a prestito" copiato ed incollato con stucchevole banalità. Solo raramente in gioventù, o nelle grandi odi della maturità, Keats riuscì a liberarsi da tale manierismo, riuscendo a raggiungere alte vette poetiche ispirate ad una Weltanschauung davvero personale. Proprio per questo motivo, produce dispiacere la morte precoce, a soli 25 anni. Morte sopraggiunta proprio nel pieno della maturità artistica.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.