allergia... ma che posso mangiare?

...premetto che sono un soggetto allergico: metalli pesanti (MOLTO al nichel, poi cobalto e cromo) poi parietarie...e, anche se non testato, peli o saliva di gatto... Ieri sera mi sembra di aver mangiato non chissà cosa che contenesse nichel... o almeno credevo... forse ero già 'satura' da prima, perchè martedì mi sono alzata e ho vomitato parte del pranzo del giorno prima; i due giorni dopo ho avuto gonfiore addominale, una serie di bolle sulla vita e una chiazza molto pruriginosa su una gamba, flatulenza e diarrea; ieri sera improvvisamente la voce è diventata roca, mi si è gonfiata la lingua, tutta a bozzi di lato... e stamattina avevo la faccia gonfia, il collo gonfio e duro, mani gonfie e rosse... Il medico mi ha dato del cortisone, e i sintomi sono regrediti... ora, penso che una serie di alimenti assunti via via, abbiano sommato il tutto e scatenato la reazione anafilattica... ma siccome sia il medico, sia l'allergologo, mi hanno dato LISTE DIVERSE DI CIBI PROIBITI PER L'ALLERGIA A NICHEL E POI COBALTO, e anche su Internet ci sono pareri discordanti, chi può indicarmi la dieta ideale da seguire, o il quantitativo di nichel (cobalto) maggiore nei cibi? Ps ora sto sgranocchiando semi di zucca, quanto nichel contengono? GRAZIE

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Il nichel è un metallo molto diffuso, evitarlo nella vita di tutti i giorni è praticamente impossibile. Si trova nelle parti metalliche degli occhiali e nella bigiotteria.Anche l'oro giallo a 14 carati e l'oro bianco possono contenere nichel in percentuale variabile a seconda della purezza della lega.

    Molte tinture per i capelli e i liquidi per la permanente contengon nichel.

    Provocano allergia anche i prodotti di bellezza ed alcuni detersivi.

    ALIMENTI NON CONSENTITI (da evitare) NEI CASI DI ALLERGIA AL NICHEL:

    - tutti i cibi in scatola

    - asparagi, funghi, cipolle, spinaci, pomodori, legumi (fave, ceci, fagioli, lenticchie, piselli, soia)

    - lattuga e carote

    - farina integrale e farina di mais

    - pere, prugne, uva passa

    - nocciole, mandorle e arachidi

    - tè e cacao

    - margarina

    - lievito chimico

    - aringhe e ostriche

    ALIMENTI CONSENTITI SOLO IN PICCOLE QUANTITA’ NEI CASI DI ALLERGIA AL NICHEL:

    - cavolfiore, cavolo, cetrioli

    - riso brillato, farina 00

    - frutta (eccetto pere, prugne e uva passa)

    - marmellata (purché fatta in casa)

    - caffè

    - olio di oliva

    - uova

    ALIMENTI CONSENTITI IN QUANTITA’ LIBERE NEI CASI DI ALLERGIA AL NICHEL:

    - tutte le carni

    - pesce (eccetto aringhe e ostriche)

    - latte e derivati (burro, formaggi, yogurt)

    - patate

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.