Sale da cucina: è indispensabile nella nostra alimentazione...?

... o se ne può fare a meno?

14 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Ottima domanda. Colgo l'occasione per fare chiarezza su un argomento da troppi, poco conosciuto.

    Proverò a spiegarlo in maniera molto semplice.

    Sale da cucina: è indispensabile?

    Allora, il sodio è indispensabile, ma il sodio non si trova soltanto nel sale.

    Leggiamoci prima un link utile:

    http://www.my-personaltrainer.it/sali-minerali/sod...

    "...Il fabbisogno quotidiano di sodio si assesta, secondo le indicazioni europee ed italiane, tra i 0,6 ed i 3,5 grammi... Tale quota viene facilmente assicurata da una dieta varia e bilanciata, senza la necessità di aggiungere sale alle pietanze..

    ...In generale i cibi di provenienza animale (latte, carni, pollame e pesce) sono più ricchi di sodio degli alimenti di origine vegetale (cereali, verdure, ortaggi e frutta)...

    In caso di sovradosaggio cronico, questo minerale sembra giocare un ruolo importante nell'insorgenza dell'ipertensione, ma anche, in misura inferiore, dell'osteoporosi.... Il rischio di andare in contro a tale malattia aumenta ulteriormente se la dieta è allo stesso tempo ricca di sodio e carente di potassio, un minerale presente nella frutta (sia fresca che secca) e nelle verdure."

    Un consiglio che si sente spesso è quello di ridurre il consumo di sodio, e quindi di sale. Questo perchè, in generale, la popolazione ha un consumo di sale, dovuto alla classica dieta onnivora, superiore a quello che sono i fabbisogni. Una conseguenza della cattiva alimentazione degli italiani è appunto un eccesso di sodio, una carenza di potassio e, ovviamente, col tempo, l'ipertensione arteriosa e patologie conseguenti (infarti, ictus, ecc) . La riduzione del consumo di sale permette, dunque, di avere benefici, per gli onnivori, che sono soggetti inevitabilmente a questi problemi.

    Per i vegetariani, invece NON è così. Il diverso modo di alimentarsi (quindi più potassio e meno sodio), fa si che NON ci siano questi tipi di problemi, nè di obesità nè di ipertensione. I vegetariani quindi NON sono a rischio e NON hanno la necessità di ridurre il sodio.

    Soprattutto per chi fa attività sportiva (sudando nell'attività sportiva si perde sodio), ma anche a chi ha la pressione bassa, anzi, aggiungere il sale può essere utilissimo.

    Quali possono essere i problemi che si possono avere demonizzando il sale?

    Uno dei problemi è che i fabbisogni di iodio sono facilmente coperti utilizzando il sale fortificato con lo iodio. Riducendo il consumo di questo sale c'è rischio di avere carenze di iodio e quindi possibili problemi con la tiroide.

    In conclusione. E' meglio, per tutti, evitare (o ridurre al massimo) il consumo di cibi animali (carne, formaggi, ecc per eliminare gli eccessi di sodio che si hanno normalmente consumando questi cibi e ridurre contemporaneamente il rischio di andare in sovrappeso e l'obesità.

    NON eliminare, invece, gli altri cibi che contengono il sodio (sale da cucina compreso), in quanto gli altri cibi (a parte ovviamente quelli animali) non danno nessun problema e sono invece utili.

    Altro link utile:

    http://www.dica33.it/argomenti/cardiologia/iperten...

    "La conclusione è chiara. La dieta povera di sale è utile soltanto a chi già soffre di ipertensione, permette, infatti, sia di tenere sotto controllo la pressione sia di diminuire nel tempo i dosaggi dei medicinali. Escluso, quindi, ogni effetto preventivo per la popolazione generale. Eccedere con il sale, comunque, non è un bene per nessuno. Ma quanto sale basta? La quota consigliata si aggira intorno ai 6 grammi al giorno contro i 10 grammi presenti nella dieta di un italiano medio, spesso determinati dai cibi già pronti e confezionati il cui contenuto di sodio non è considerato (in primo luogo gli insaccati)... Fondamentale è la riduzione dei grassi saturi (grassi animali) e del colesterolo, al fine di prevenire l’ipercolesterolemia, che aggiungerebe un’ulteriore quota di rischio cardiovascolare. Infine si tenga presente che il contributo più importante che può fornire l’alimentazione è la perdita di peso: nei pazienti ipertesi sovrappeso già perdere anche soltanto 4,5 kg consente di ridurre i valori pressori...."

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    no è dannoso e se ne dovrebbe fare a meno, ma ormai siamo talmente abituati a usarlo che il vero sapore di un cibo non lo sentiamo più.

    inutile dire che la frutta e la verdura è buona anche senza sale, mentre carni pesci e formaggi sarebbero immangiabili senza sale.

    su una mela o un pomodoro non serve il sale, sono buoni così.

    una bistecca senza sale fa schifo, e per questo per mangiarla la si sala spezia e trucca, è tutto tranne che un alimento adatto all'uomo.

    al mangione ryche and rolla cannoni che non sa un càzzo di alimentazione e mi deride: sarà un caso che il sale alzi la pressione, sia deleterio per le mucose, provochi anche cancro allo stomaco, corrode le ossa e altre cose sicuramente.

    nooo non è dannoso.

    ma perchè ogni tanto non riporti le fonti delle cazzate che scrivi ?

    a dar retta a beoni del tuo genere si finisce per credere che non fa male niente, e viva la vita e chi se ne frega, magnamo e beviamo in allegria!

    e infatti il mondo mangia mmerda ed è malato.

    vai vai tranquillo tu, non informarti che senò poi il tuo maggiore e primario piacere della vita potrebbe sgretolarsi.

    com'è il mondo visto da sotto la sabbia sotto cui voi struzzi mettete la testa?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • today
    Lv 6
    10 anni fa

    il sale iodato è consigliato per assumere lo iodio, che è essenziale per noi.. Detto ciò puoi anche non usare il sale, male non fa :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    so che ci sono diete che ritengono che eliminando il sale si dimagrisca moltissimo

    certo è come il latte, un alimento non naturale inserito dall'uomo, quindi sono propensa a pensare che possa essere molto dannoso

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Secondo le associazioni per le malattie cardiovascolari, non dovremmo superare i 2,5 g al giorno. Ricordiamoci comunque che i cibi possono essere insaporiti con spezie oppure con l'aceto balsamico per non farci sentire la mancanza del sale.

    Se riuscite a rinunciarci riscoprirete il vero sapore di molti alimenti, che avevate quasi dimenticato! Provare per credere!

    Fonte/i: sono una poco salata!
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    ne puoi fare a meno

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Oio
    Lv 7
    10 anni fa

    Ma è necessario assumerlo in piccolissime dosi o non assumerlo proprio in quanto causa la ritenzione dei liquidi provocando nel tempo complicanze allìapparato urinario,Come qualcuno ha detto è preferibile usare quello iodato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Beh, qualsiasi cosa, presa in eccesso, fa male, troppo sale alza la pressione e per gli ipertesi non è esattamente l'ideale... :)

    Ma è anche vero che un piatto senza neppure un pizzico di sale può risultare difficilmente mangiabile, forse sarà dovuto al fatto che ormai siamo abituati al sapore di questo condimento, ma secondo me il sale non andrebbe eliminato completamente dalla dieta, anche perché non tutti i cibi contengono sale all'interno.

    Insomma, un po' non guasta mai! :D

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    in generale fa male e si potrebbe eliminare, tanto in qualche modo anche se non lo usiamo direttamente noi, lo prendiamo.. però ci sono casi da prendere in considerazione..faccio un esempio su me stessa visto che ho sperimentato personalmente..

    l'estate scorsa avevo deciso di eliminare quasi completamente il sale.. beh dopo pochissimo tempo, visto che già soffro di pressione bassa, la mia pressione era sempre a terra e appena ho ricominciato ad utilizzare il sale è aumentata.. quindi già per chi soffre di pressione bassa, soprattutto d'estate, non è del tutto consigliabile eliminare il sale..poi non so se ci siano altri alimenti meno dannosi del sale che possano far aumentare la pressione..

    poi un altro caso è quello dei problemi tiroidei.. per chi soffre di ipotiroidismo è anzi indicato l'uso del sale iodato!

    quindi ok dire che fa male.. ma demonizzarlo del tutto non credo sia corretto!

    a difesa del sale ;D

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    MI piace molto la cucina saporita, ma so che fa male per cui evito di salare troppo!

    Però sai che trovo la domanda molto importante..e vedo un'interessantissima risposta..

    e (nel mio piccolo) secondo me, sono da "Il meglio di Answers"?

    Baciotti ciao! :))

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.