GINGER ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 10 anni fa

chi di voi è mai stato vittima del bullismo e tutt'ora ne sta pagando le conseguenze?

salve ragazzi!x me è come una sorte di sfogo.ho quasi 27 anni e da quando avevo 10 anni sono stata vittima del bullismo.all'epoca avevo dei ricci tipo riccio africano tendenti a gonfiarsi.allorchè una stuida compagna di classe disse che in testa avevo i pidocchi e tutta la mia classe si allontanava da me e mi insultava fino a tornarmene a casa piangendo,i miei genitori non sono mai venuti in mio soccorso,dicevano che erano delle bambinate.dalla classe si riempì tutta la scuola e poi via tutti con gli insulti e tutti via da me schifati.tanto che anche due delle mie maestre contribuirono a mettere ancor di più fuoco.un'insegnante addirittura mi vide tra i capelli davanti atuti se avevo i pidocchi.cominciai le scuole medie e li continuavano,alla corriera tutti mi lasciavano in piedi e quando avevo lo zaino veramente pesante chiedevo se mi potevo sedere e non mi volevano.al catechismo andavo e venivo da sola anzi mi dicevano vattene da sola e se quando io facevo le superiori e mipiaceva qualcuno del mio paese,le malelingue facevano sì che questo ragazzo mi odiasse...alle superiori ancora insulti...oramai nel miopaese è rimasta questa cosa,tant'è che mi sono dovuta cercare marito fuori paese...ma quando vedo che la gente mi guarda schifata ancora ne soffro,la mia vita non è stata facile e questo fardello lo poterò x il resto della mia vita...non ho vissuto la mia infanzia come gli altri ragazzi,uscire insieme il sabato sera,o andare al compleanno di qualcuno,raccontare con le amiche ciò che ci accadeva...ho perso queste belle cose che mai e poi mai le potrò vivere...grazie ragazzi x aver letto il mio sfogo...ringrazio quanti mi daranno una parola di conforto

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao Lady per caso ho visto la tua domanda, l' ho letta diverse volte è molto bella, non mi fraintendere, bello non è quello che descrivi, bella è la sensibilità che in essa esprimi, tuo marito è un uomo fortunato,

    Lady tu hai 27 anni , io ne ho il doppio di te, tu hai avuto una vita difficile, ti capisco; ma sei giovane.

    Io per lo stesso motivo ho avuto una vita non facile, e sono vecchio; oggi sono cardiopatico, lo sono perché ho impedito al mio cuore di esprimere l' amore di cui era colmo.

    Ti faccio questa confidenza perché due anni fa con l' aiuto "involontario" di un reparto di cardiologia ho capito che io ero stato artefice del mio destino, tutto quello che ho vissuto e che vivo dipendeva e dipende solo da me.

    Ho percepito come vere cose che erano solo nella mia mente, ho ingigantito difficoltà che avrei potuto ampiamente superare e lasciare alle mie spalle.

    Non voglio pontificare, e meno che mai essere stucchevole ma ti chiedo ( passami il termine) di non lasciare che l' ignoranza della gente rovini la tua vita; certo a volte i bambini sono crudeli, a volte le insegnanti sono stupide ma tu sei sensibile e quindi anche intelligente, non permettere che il tuo vissuto, il tuo sentito, appesantiscano la tua esistenza.

    Io non ho saputo o forse non ho "voluto" vedere quanto poteva essere facile superare il tutto.

    Ti faccio un esempio: a volte compravo un paio di pantaloni e li appendevo nell' armadio, rimanevano li, l' orlo non veniva fatto, passava il tempo e io non li indossavo, passavano di moda e restavano li appesi.

    Lady la mia vita è stata cosi, con l' orlo da fare, non l' ho mai indossata, oggi con l' angoscia nel cuore scopro che poteva essere diverso ma sono passato di moda e si è fatto tardi.

    Questo per dirti che non devi fare lo sbaglio che ho fatto io, non lasciare che ti condizionino la vita,

    dipende da te, noi possiamo scrivere il libro della nostra vita, e se una pagina ti fa male girala e scrivine un' altra, lo puoi fare.

    Auguri Lady, un forte abbraccio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.