Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 1 decennio fa

"dipende" è un concetto che i bimbi possono capire?

sono un po' perplessa sull'atteggiamento da tenere con michele, di 11 mesi..

ad esempio, mattino e sera gli lavo faccino e dentini sul bidet (lui sta in piedi da solo e così può cominciare a famigliarizzare con questi gesti), ma poi, durante il giorno, appena può si infila in bagno per aprire l'acqua del bidet e giocare, bagnando tutto e tutti (e in questi giorni freddi non è il massimo)

oppure lui ha la possibilità di aprire una anta della cucina, dove ci sono tutte cose che lui può toccare, mentre le altre sono off limits..

ma michele può capire perchè sera e mattina l'acqua si usa, mentre durante il giorno no? capisce il concetto di "dipende"?

oppure sarebbe il caso di cambiare le cose, ad esempio usando il lavandino con uno sgabello per lavarsi e non lasciargli toccare niente oltre i suoi giocattoli??

io non vorrei limitarlo troppo,ma neanche crescere un piccolo vandalo maleducato...

Aggiornamento:

@ cassandra.. per il culetto ho sempre usato la doccia... lavarlo in basso sul bidet era una impresa degna di einstain....

Aggiornamento 2:

ok, oggi vado a comprare uno sgabello e da stasera si usa il lavandino... e speriamo bene....

6 risposte

Classificazione
  • joxyg
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ecco perchè a mia figlia il viso coi denti glieli lavo dal lavandino e non dal bidet! Perchè ci mette 1 nano secondo ad imparare che tirando in su la leva arriva l'acqua, ed ecco che me la ritrovo "docciata"

    Al tuo bimbo devi dire che il viso l'ha lavato la mattina, che è pulito e che non serve l'acqua.

    La parola "dipende" è piccolo per capirla.Oppure insistere che il rubinetto deve aprirlo solo la mamma. E ti faccio tanti auguri!!!

  • 1 decennio fa

    Da piccola mamma mi ha sempre fatto lavare i denti nel bidet ed è igienico esattamente come il lavandino (visto che non penso che mettete a contatto dei genitali la bocchetta da dove esce l'acqua).

    Però lo usavo solo per lavarmi i denti e le mani e basta. Capivo che dovevo usarlo solo per quello ma non chiedermi come abbia fatto mia mamma a insegnarmi.

    Puoi sempre comprare una scaletta per bambini per aiutarlo ad arrivare al lavandino (molto più sicura di uno sgabello) e gli dici che ora è grande per fare come i grandi che il bidet lo usano SOLO per lavarsi le parti intime.

  • 1 decennio fa

    Secondo me è sicuramente troppo piccolo per capire il concetto di "dipende"! Quando devi usare il bidet con lui glielo fai usare, durante il resto del giorno se ci và per altri motivi e a fare casino ce lo togli e gli dici un sonoro NO! Vedrai che dopo qualche capriccio e un pochino di tempo lo capirà da solo cosa si può e non si può fare!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Silvia christian che ha 3 anni va e lo apre da solo anche se è sempre stato lavato nel lavandino o non nel bidet. Lui lo collega ai lavandini dell'asilo: vede quello più piccolo e alla sua portata e ci va. Però solo per lavarsi le mani :)

    Non puoi chiudere la porta del bagno?

    Tu spiega sempre che non si apre l'acqua per giocare, pui dirgli che poi finisce e non ce n'è per lavarsi. Vedrai che appena sarà in grado di capire non lo farà più. Oppure continuerà a farlo come avviene quasi sempre pur sapendo che non deve :D

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Più che altro lavargli faccia e denti nel bidet non mi pare igienico....e anche se hai appena disinfettato, dovrebbe capire che il lavandino è per la faccia, il bidet per il culetto! Io ho lo sgabello per lavare mia figlia nel lavandino, così tra l'altro non devo chinarmi e spaccarmi la schiena!

    Fonte/i: Sì, anch'io uso la doccetta per la bimba...ma sa che il bidet è per il culetto perchè vede me che lo uso.....e quindi non è mai andata a toccarlo!
  • 1 decennio fa

    sì, è in grado di capire, ma col tempo.

    deve capire "quando" qualcosa si può fare e quando non si può.

    non può elaborare concetti troppo complessi, quindi non basta che gli dici "di sera sì e di giorno no", però pian piano e con tutta la pazienza e l'amore della mamma gli puoi fare capire quali sono le situazioni in cui "può" e quelle in cui "non può" (evitando, se possibile, di "impedirglielo" fisicamente chiudendo a chiave ciò che non deve toccare, perché questo fa capire al bambino che "tutto quello che può raggiungere" è permesso).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.