Quando si è politici?

Ciao, vorrei farvi delle domande....

Quando una persona è segretario di un partito a livello provinciale, regionale o nazionale è un politico??

Un giovane che ha il ruolo di responsabile settore giovani di un partito politico, è un politico?

Oppure si è politici solo quando si ha un incarico istituzionale?

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Allora, è uso comune chiamare "Politico" una persona che ha un compito istituzionale a qualsiasi livello. Così anche una persona qualsiasi che non ha incarico istituzionale ma che frequenta un partito politico è detto anch'esso politico.

    Il fatto è CARI ITALIANI che tutti noi siamo politici, tutti facciamo politica, quando andiamo a votare scegliamo una certa politica. Qualsiasi cosa facciamo è politica, se noi buttiamo le carte per terra, facciamo politica, facciamo politica se buttiamo le carte nell'apposito cestino, facciamo politica se ci interessiamo di cio' che fanno i nostri amministratori nel nostro comune, facciamo politica se NON ci interessiamo di cio' che fanno gli amministratori del nostro comune. Facciamo politica se rispettiamo in fila il nostro turno, e facciamo politica se non rispettiamo la fila e facciamo i furbi.

    Facciamo politica s eprotestiamo contro le ingiustizie e facciamo politica se non diciamo niente.

    Qualsiasi cosa facciamo è politica. IL PROBLEMA CHE NON ABBIAMO CAPITO CHE POLITICA VOGLIAMO FARE!!!!! NOI SIAMO POLITICI !!!!!! Quelli che noi comunemente chiamiamo politici, non sono affatto dei politici, perchè un politico ha un senso civico, ha il senso della vita comunitaria, il politico, cerca le soluzioni migliori per il bene di tutti, si impegna per il bene di tutti GRATIS !!!!! perchè è la sua educazione, la sua civiltà che gli impone di fare politica GRATIS e onestamente per il bene collettivo.

    Quelli che noi comunemente chiamiamo politici in realtà SONO DEI VERI E PROPRI DIPENDENTI PUBBLICI CON DEGLI STIPENDI FARAONICI !!!!!!!! SONO DIPENDENTI CHE DA 60 ANNI A QUESTA PARTE NON RIUSCIAMO A LICENZIARE !!!!!! PERCHE' CONTINUANO AD IMBROGLIARE LE CARTE, SI GIRANO E RIGIRANO E CAMBIANO POLTRONA MA SONO SEMPRE TUTTI LI !!!! DESTRA E SINISTRA TUTTI DACCORDO.

    Che se almeno, facessero in modo che questo paese, fosse un paese giusto, fosse un paese senza i debiti stratosferici, ( tra i primi 4 paesi piu' indebitati del mondo ) se almeno sapessero fare del bene a questo paese, uno potrebbe anche darglieli sti soldi. Ma invece si mangiano un sacco di soldi e il paese ha sempre piu' debiti.

    QUESTA GENTE DEVONO ANDARE A CASA !!!! TUTTI !!!!! Basta gente che fa politica in cambio di stipendi, basta!!!!! uno la politica la fa perchè ci crede, perchè ha un senso civico, perchè è suo dovere, così come si faceva il servizio militare, o il servizio civile, come i tanti volontari che ci sono oggi nelle piu' svariate attività civili, QUESTA DEVE ESSERE LA NUOVA POLITICA!!!!!!!!!!

    LA POLITICA NON E' UNA PROFESSIONE !!!!!! NON DEVE ESSERLO !!!!

  • 10 anni fa

    Tutti noi siamo "politici", visto che stiamo sempre a politicare quello che si fa, non si fa o quello che vorremmo si faccia! La politica abbraccia tutti e, quindi, in particolar modo che lavora in un "Partito", impegnadosi in prima persona, anche con profitto, ossia come quotidiano lavoro o servizio! Quello che non è corretto consiste solo se la persona interessata si pone sullo stesso piano del cittadino eletto al rango di "Onorevole", ossia Deputato o Senatore! In questo caso è da considerarla e trattarla come un misero mitomane!

  • 10 anni fa

    secondo me, ogni cittadino che si voglia impegnare in una qualunque causa sociale, a prescindere

    dall'iscrizione a un partito o dall'idea politica, ecco, quello è un politico

  • ezio
    Lv 7
    10 anni fa

    Oggi in Italia è politico il trota perchè e figlio di Bossi, la Minetti perchè puliva chissà cosa a Berlusconi, la Carfagna perchè...ecc. e quindi per meriti di militanza, di studi specifici e simili è molto più difficile arrivare a certi vertici.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    Non credo che ci sia una definizione istituzionale per "politico" credo si possa definire politico anche chi non ha nessun incarico, però genericamente si può definire politico chiunque abbia un'incarico anche comunale in un partito.

    IMHO.

  • 10 anni fa

    Politico è colui che si occupa della gestione della sua città (un tempo la città coincideva con lo stato)

    Oggi quindi parliamo di politico quando ci riferiamo allo stato o al superstato Europa.

    Gli amministratori delle città, province e regioni più ragionevolmente e indipendentemente dai partiti, si dovrebbero occupare dei problemi locali anche se non strettamente collegati con quella che noi chiamiamo politica. Ad esempio: immondizia, cimiteri, approvvigionamento idrico. Ma! In Italia tutto finisce in politica!

  • 10 anni fa

    A mio parere, si è politici quando si lavora per un qualsiasi raggruppamento politico e si ha un esposizione pubblica di qualche genere.

    Dunque, se una persona è un segretario di un partito a livello provinciale, regionale o nazionale è un politico, se un giovane ha un ruolo di responsabile settore giovani di un partito politico, è un politico (di livello minore al primo naturalmente).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.