Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

:) Vi prego entrateeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee?

Ho appena svolto il saggio breve sulla ricerca della felicità, potete dirmi sinceramente cosa ne pensate? Purtroppo la prof pochi giorni fa l'ha spiegato e io per quattro giorni non sono andata a scuola perché ero influenzata e lei quando manca qualcuno non ripete mai ciò che ha spiegato, perché dice che: "lei non è tenuta a rispiegare le cose, colpa nostra se ci assentiamo!"

Ho provato un po' ad aiutarmi con i documenti e con quanto studiato quest'anno, vi trascrivo in breve quello che ho scritto:

La ricerca della felicità è un diritto di tutti. Le costituzioni ne parlano, i film e la letteratura la raccontano. L'articolo 3 della costituzione Italiana recita: «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.»

Anche il noto Giacomo Leopardi nella raccolta lo "Zibaldone" pensava che: << la felicità è destinata ad essere insoddisfatta, poichè ogni piacere ha una durata limitata, l'uomo non si accontenta mai perché raggiunto un piacere ne desidera nuovamente un altro >>. In questi tempi anche gli economisti si sono interessati al tema del benessere e della felicità degli individui. Ma inevitabilmente sorse un problema poichè ogni individuo dichiara la maggiore o minore felicità che coincide con il raggiungimento o meno dei suoi obbiettivi. A mio parere la ricerca della felicità presenta due aspetti.

Dal punto di vista positivo comunque l'individuo tende a soddisfare i suoi capricci acquistando beni, ma vi è anche l'aspetto negativo e cioè che egli dimentica i veri valori della vita e che un oggetto non sarà mai in grado di riempire un vuoto interiore, dal punto di vista emotivo e non...! Il vero segreto della felicità sta nell'accontentarsi, nel godere delle piccole cose che la vita ci dà, piuttosto che impuntarsi a pretendere ciò che non abbiamo!

Aggiornamento:

Il massimo sarebbe approcciarsi al mondo con gli occhi di un bambino, che vede bella ogni cosa che si prospetta dinnanzi ai suoi occhi!!!

The end

Grazie di cuore a Pinguina, per lo spunto dell'ultimo pezzo :)

Aggiornamento 2:

Zazza dicevo solo di dirmi si o non va bene, non che dovete correggermelo o meno >.< vabbè ti ringrazio comunque!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io direi che va molto bene :)

    Anche se è davvero cortino,quasi la metà del testo è formata da citazioni (mi pare di aver capito che anche solo tra articolo 3 e Leopardi ci siano nove righe) ; Non ti consiglierei di eliminarle,perchè sono davvero molto adatte , piuttosto potresti cercare di sviluppare maggiormente il tuo pensiero.

    Quando presenti i due aspetti della tua felicità dal tuo punto di vista [rigo 13] avresti potuto usare i due punti elencando i due aspetti,che avresti sviluppato successivamente in ordine di citazione (ma va bene anche così).Quel "cioè che egli dimentica" potresti sostituirlo con un "infatti in questo modo si dimenticano" (considerare meno,oppure "i veri valori della vita vengono meno").

    Ho visto un passato remoto che,in un testo in cui tutti gli altri verbi sono coniugati al presente,è abbastanza sgradevole.Il finale va benissimo,la frase d'effetto (che personalmente trovo molto bella) sembra esprimere a trecentosessanta gradi il tuo pensiero,che in questo testo è la cosa più importante.

    Il mio consiglio è quello di prolungare il testo nei punti in cui esprimi le tue idee,poichè queste ultime nella parte centrale non sono molto chiare.

    PS:condoglianze per la professoressa rompipalle.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non è male,è scritto bene hai fatto riferimenti alla costituzione,a leopardi,se posso trovare una pecca credo sia un pizzicco troppo corto e fossi stato in te(ma non so cosa vuole la tua prof) avrei parlato un po piu della felicità come sentimento,di come ogni persona la intenda a suo modo,del fatto(come giustamente hai scritto alla fine) che al giorno d oggi molti giungono alla felicità e la considerano legata allo spendere soldi mentre la felicità e stare con un paio di amici sdraiati su un prato,fumarsi una sigaretta e divertirsi facendo due chiacchiere...cmq non e male

  • Anonimo
    1 decennio fa

    lei mi sta dicendo che io dovrei mettermi a leggere il suo testo per poi darle una corretta opinione di tale ? lei sbaglia di grosso!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.