nucleare? non è l'unica soluzione, ciò che il PDL non dice!?

"L'errore nucleare

"Il futuro è nel sole" Proff Carlo Rubbia

Parla il Nobel per la Fisica: "Inutile insistere su una tecnologia che crea solo problemi e ha bisogno di troppo tempo per dare risultati".

progetto Archimede,intervista:

http://www.ideapadova.it/febbraio_p242.htm

funzionamento:

«Il sistema ha due caratteristiche importanti. Anzitutto, permette di accumulare ingenti quantità di energia. Per esempio, una superficie di 200 km per 200km con questo metodo potrebbe produrre l'energia primaria del pianeta, cioè TUTTO il petrolio, TUTTO il gas naturale e TUTTO il carbone che consumiamo su scala MONDIALE. L'uno per mille delle zone desertiche, quelle sopra l'Equatore, potrebbe essere utilizzato per generare la stessa quantità di energia. Un millesimo della superficie dell'Arabia Saudita, messa a specchi solari, basterebbe a coprire, in termini energetici, la sua produzione in petrolio. E cos'è l'uno per mille? È niente! E allora, perché non vogliamo farla, questa cosa straordinaria? Non lo so, ma penso che il processo di cambiamento sia difficile e lungo, e che in Italia l'ignoranza crassa di certe istituzioni abbia imposto il silenzio stampa sulla questione».

«Tante cose che si potevano fare in Italia si fanno altrove. È il caso di questa energia solare, rinnovabile, che risolve un problema vasto come l'umanità stessa. Purtroppo in Italia certi interessi di partito hanno avuto il sopravvento su quelli della collettività e sulla possibilità di realizzare qualcosa di originale. Questa tecnologia sta prendendo piede negli Usa, in Israele, in Spagna e in Germania. In Italia, invece, la montagna ha partorito il topolino».

parlando della situazione italiana, è molto costoso?

«No, una cinquantina di milioni di euro. Inoltre, una volta prodotti su scala sufficientemente grande i sistemi di captazione e accumulo dell'energia solare, la produzione sarebbe stata realizzata ad un costo di circa 2 euro per gigajoule, non superiore a quello previsto per il gas naturale e il petrolio. E avrebbe consentito di risparmiare 13 mila tonnellate di petrolio all'anno ed evitato l'emissione in atmosfera di 40 milioni di kg di anidride carbonica. Era stato approvato dal Governo e dall’Enea (Ente per le nuove tecnologie, l’energie e l’ambiente), che ne aveva già definito le fasi (la costruzione era prevista per quest'anno, mentre l’entrata in funzione per il 2010). Ma il piano non ha retto al succedersi degli Esecutivi e delle nomine politiche in seno alle commissioni scientifiche».

a questo premio nobel il governo ha chiuso la porta in faccia,

la soluzione avrebbe potuto risolvere la questione energetica italiana SENZA la costruzione di 5 centrali nucleari (che l'europa sta abbandonando) e SENZA mettere in pericolo i cittadini italiani,

vogliono far passare quello che è un affare economico privato per un "investimento necessario per il paese", non permetteteglielo!

io il 12-13 Giugno voterò NO al referendum contro il nucleare, e tu? ci sarai?

Aggiornamento:

@ Klit: "Le rinnovabili sono ottime, ma non assicurano molta copertura."

leggi la parte della domanda dove il professore viene interrogato sulla situazione italiana; preciso che lui ora sta lavorando in Spagna! perchè la Spagna sta investendo su questo progetto,

o sono fessi gli spagnoli, o il governo sta prendendo la strada sbagliata

il sole può fornire il 100% del fabbisogno mondiale di energia elettrica, gas e petrolio!

Aggiornamento 2:

@Komunista, Migliore in base a quale altro termine di paragone?

Aggiornamento 3:

@Komunista

beh, in base agli studi fatti da un premio nobel per la fisica invece l'energia solare è il futuro, non so chi abbia fatto gli studi scientifici che tu riporti (ti prego di specificarlo), ma posso affermare che con 50ml di euro il problema sarebbe stato risolto in 18mesi, inoltre il sistema non funziona in base alla temperatura ma in base ai raggi solari e alla loro conversione in un determinato punto tramite un sistema di specchi

Aggiornamento 4:

| ..il mio network | domande di вємвσz

Responsabilià magistrati: legge Vassalli del 1988, ciò che il PDL non dice?

http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ap...

Aggiornamento 5:

SVF (sistema - valutazione feedback)

14.03.2011, h: 21.00

saga 1-1

klite 0-3

manlio 1-1

komun 1-5

these 0-0

orco 2-0

naas 3-0

- stelle: pangea, yaya, si sta come le foglie

- valutaz feedback negativi: SI (no > di 10 su 3)

7 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Io sono contro le centrali nucleari non per questioni di sicurezza (anche se!!!!!1), ma per motivi economici. Di fatto con il continuo progresso tecnologico le energie rinnovabili stanno diventando sempre più efficienti, è presto saranno più conveniente del nucleare.

    La casta boicotta e denigra le rinnovabili perchè sono democratiche, cioè ognuno si potrebbe produrre autonomamente la sua energia, a quel punto fine della speculazione, il monopolio del mercato finirebbe e i prezzi crollerebbero.

    Se non conoscessi come ragiona la casta, direi che le due vie (nucleare e rinnovabili) non sono alternative, ma potrebbero essere complementari, tuttavia se quelli decidono di investire nel nucleare faranno in modo che lo sviluppo delle rinnovabili si fermi, per poter speculare tranquillamente sui prezzi.

    Oggi bisognerebbe puntare tutto su un mix di mini-eolico (pale di piccole dimensioni con basso impatto acustico e ambientale, posizionabili sui tetti, in giardino, ovunque) e Geotermico; per le loro caratteristiche di elevata rinnovabilità e democraticità.

    Per quanto riguarda il solare, oggi nn è una buona alternativa, perché basato sul silicio il quale, oltre ad essere costoso, ha un forte impatto ambientale durante l'estrazione e presenta molti problemi per lo smaltimento, quindi non è un energia puramente rinnovabile. Tuttavia le alternative al silicio ci sono (http://www.greenme.it/informarsi/energie-rinnovabi... ) quindi andrebbe incentivata la ricerca, e i mini impianti sui tetti (gli enormi impianti compromettono gravemente il territorio, e sono facile preda di speculazione e mafia).

    Uno dei maggiori vantaggi delle rinnovabili rispetto al nucleare è l'indotto, per il nucleare il lavoro finirebbe tutto nelle mani di grandi aziende soprattutto estere, e ci sarebbe la creazione di pochi posti di lavoro, altamente specializzato. Invece se si puntasse su la costruzione di mini impianti rinnovabili, si creerebbe una immaginabile quantità di posti di lavoro (tra produzione e impiantistica qualche milione di posti di lavoro).

    Poi va fatto anche un discorso sul know how, in Italia le competenze e la ricerca sul nucleare è praticamente nulla è dovremmo acquistare queste all'estero, mentre in materia di rinnovabili la ns ricerca è abbastanza prolifica e se si investe in questo settore ci ritroveremo presto ad esportare la ns tecnologia in tutto il mondo, dato che quasi tutti i paese vanno in questa direzione (ad esempio se riuscissimo a produrre un fotovoltaico a basso costo grazie alla ns posizione strategica potremmo esportarlo in tutta l'Africa).

    Fonte/i: Buon senso
  • 10 anni fa

    il nucleare ha fatto passi da gigante in termini di sicurezza, ma non raggiungerà mai il 100% in termini di sicurezza. L'imprevisto è sempre dietro l'angolo, quindi NO AL NUCLEARE.

  • 4 anni fa

    a million) Termovalorizzatore di Acerra - Funziona solo molto parzialmente 2) Piano Casa - Solo speculazione edilizia x i + ricchi 3) Federalismo - Ma dove? 4) Aiuti di 5.000 euro a famiglie bisognose con neonati - Ma a chi! 5) Incentivi automobilistici - Che paghiamo noi 6) Ponte sullo stretto - Soldi a mafia e 'ndragheta 7) Nucleare - Ti facessero il sito a 20 metri da ca' tua 8) Abolizione ICI - Voui sapere cosa fa il mio comune al posto Ici? 9) Social card - Vergogna nazionale 10) Aumento delle Entrate Finanziarie del 2008 - Esattamente il contrario 11) end all'aumento dei mutui a tasso variabile - I tassi sono diminuiti perchè la bce li ha diminiuti in keeping with conseguenza............. 12) Abolizione cost tag sanitari - A me non risulta - io li pago thirteen) Opere pubbliche - quali? 14) Detassasione in keeping with i premi lavoro in keeping with lavoratori con reddito inferiore ai 35.000 - Con la crisi chi da i premi di lavoro 15) Conferma detrazione 36% in keeping with ristrutturazione e fifty 5% in keeping with il risparmio energetico - C'erano già con il precedente governo, B. inizialmente stava in keeping with non rifinanziarli sixteen) Fondo in keeping with gli affitti - dai le fonti 17) Più poteri a mister prezzi - Mister prezzi e chi è? 18) bonus vacanza - Ahahhah SEI RIDICOLO! AH TI SEI SCORDATO L'AFFARE ALIATALIA COSTATO SETTE MILIARDI AI CONTRIBUENTI bravoooooooooooooooooo!

  • 10 anni fa

    Le centrali stanno già a 200 km da noi, ma oggi pensate che siano altrettanto in pericolo un abitante di Fukushima e uno che abita a 200 km da essa? Non avere centrali nucleari è già una bella garanzia. Inoltre in Francia non ci sono terremoti, noi siamo nel territorio più ballerino dell'Europa occidentale (eccezion fatta per la Sardegna, ma non mi sembra praticabile come soluzione). Ma la lobby di interessi che si è creata attorno al nucleare è molto potente tant'è che da quest'anno non ci sono nemmeno più gli incentivi per il rinnovabile!

    Chi pensa che l'uranio non sia un combustile in esaurimento si informi prima di parlare, e chi pensa che un parco eolico sia più impattante di una centrale nucleare si faccia vedere da uno specialista.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Finalmente una persona che dice le cose come stanno!

  • saga22
    Lv 6
    10 anni fa

    io voto si al nucleare perché é l'unica speranza di vedere i berlusconiani ammalarsi per le radiazioni dopo averlo votato

  • Anonimo
    10 anni fa

    Benché il nucleare possa configurarsi come una fonte di energia estremamente dannosa per la salute umana e per il globo intero nel caso in cui venisse utilizzata erroneamente, se gestita in maniera corretta e supportata dalle più avanzate tecnologie essa rappresenta la maggior forma di energia esistente, ed assicurerebbe un'ottima scelta per il paese, a mio dire.

    Le rinnovabili sono ottime, ma non assicurano molta copertura.

    Il petrolio finirà.

    Le centrale nucleari più avanzate stanno ottimizzando pure il peso delle relative scorie.

    Anche se il referendum dovesse essere bocciato, perchè non avvalere del nucleare quando la Francia ha i reattori appena oltre il confine? Il pericolo contaminazione sussiste comunque.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.