lododevil ha chiesto in Arte e culturaStoria · 9 anni fa

Domande storia sull'economia del 500 ?

Ciao sapete rispondermi a queste domande riguardo l economia del 1500?

1) da che cosa derivò la spinta all'aumento della produzione agricola nel 500 e in che modo esso venne ottenuto?

2) quali furono le cause Dell inflazione e quali effetti essa ebbe sulla distribuzione del reddito tra i diversi gruppi sociali?

3) quali fattori determinarono una crescita di domanda diprodotti industriali?

4) in che senso lo storico Braudel parla di secolo dei genovesi?

5) qual'era nel 500 il rapporto ( in termini quantitativi) tra commerci terrestri e marittimi?

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    in breve:

    1) nel corso del 500 ci fu un grande aumento demografico, ciò provocò una ripresa dell?economia, cresceva la domanda dei beni da parte di una popolazione urbana in rapido o rapidissimo sviluppo. dunque si intensificò il commercio, gli scambi, si sentiva la necessità di nuove tecnologie che potessero velocizzare i tempi di produzione e quindi abbassare gli altissimi prezzi dei prodotti indispensabili alla vita (rivoluzione dei prezzi).Inoltre nel 1492 ci fu la scoperta dell'America per opera di Cristoforo Colombo, che non fu un punto di partenza, almeno secondo me, ma più che altro d'arrivo, dato che egli sfruttò a suo vantaggio tutta una serie di scoperte riguardanti la navigazione, dalle carte marittime più perfezionate, alla bussola, etc...che aiutarono sicuramente il commercio marittimo dei mercanti(questa classe sociale nasce proprio in questo periodo), dunque nascono le compagnie, le commenda e il prestito marittimo (forme di contratto mercantile). Inoltre sulla terra ferma nascono banche e titoli di credito. L'economia comincia a girare non solo tra città e città, ma tra città e mondo!

    2)come ti ho spiegato prima la domanda dei beni aumentava e il sistema di produzione non era in grado di produrre beni abbastanza velocemente, dunque il prezzo di tali beni aumentava (talmente tanto che si è parlato di rivoluzione dei prezzi). questo determinò l'impoverimento delle classi già povere, sotto la soglia della povertà(scusa il gioco di parole). questi "super-poveri" (poveri strutturali) cominciarono a mendicare nelle città, che addirittura iniziarono a erigere mura sui loro confini per non far entrare questi mendicanti, che, talvolta, venivano addirittura rinchiusi in ghetti di lavoro, trasformando i poveri in manodopera a basso costo. alcune città cercarono di risolvere il problema con il sistema di inserire costoro nei lavori pubblici, altre emanarono il divieto di mendicare.

    3)aumento popolazione(vedi domanda 1)

    4) questa mi manca, ma sicuramente riguarda il commercio marittimo.

    5)come già detto nel 500 nasce una nuova classe sociale, i mercanti marittimi, più intraprendenti e spericolati dei commercianti terrestri che si spostavano di città in città senza mai allontanarsi troppo da casa e per troppo tempo. costoro inoltre cominciano a tutelarsi creando unioni di lavoratori dello stesso mestiere(gli antenati dei sindacati) stabilendo i prezzi massimi e limitando la competizione tra di loro. i mercanti terrestri però sono per la maggior parte ancora contadini che vendono i loro prodotti in città, sono gente che viene dalla campagnia, ancora influenzata dal feudalesimo, con poche possibilità di "far carriera". Il mercante marittimo invece è essenzialmente un cittadino che parte per terre nuove o no stabilendo contratti con i nobili, gli aristocratici o addirittura sovrani ed ecclesiastici, diventando molto importanti anche sul piano internazionale, spesso infatti erano loro a fare degli ingenti prestiti ai sovrani in difficoltà, chiedendo poi in cambio forti interessi.

    spero di esserti stata utile, ciau!

    Fonte/i: Renata Ago, Vittorio Vidotto, Braudelle, Raffaella Sarti, Wiesemer.
  • 9 anni fa

    5 domande che vogliono 5 pagine per rispondere. fa

    queste domande a wikipedia, li rovi tutto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.