di che legno sono fatte le bacchette della batteria?

E' una curiosità che mi sono sempre chiesto essendo un batterista alle prime armi, io ad esempio ho delle vic firth da 50€ (me le ha regalate il mio insegnante essendo endorser della vic firth)

2 risposte

Classificazione
  • Giulia
    Lv 4
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Com’è noto, la prima qualità di un buon legno per bacchette è la resilienza, ossia la resistenza all’impatto. Questa qualità per batteristi e percussionisti, che devono lavorare su materiali metallici come quello dei piatti, è importantissima. Non a caso una volta si usavano bacchette costruite con il cosiddetto legno osseo, cioè l’ebano (ora sostituito dall’hickory).

    Il legno italiano non arriva a questi coefficienti di resistenza ma, nonostante questo handicap, con design innovativi e una buona ripartizione dei pesi si possono ottenere ugualmente ottime bacchette.

    Per quel che concerne, invece, la materia prima, eccellenti risultati si possono ottenere con essenze dure quali, ad esempio, l’ornello, il leccio, il sorbo e il carpino bianco.

    Troppe volte, però, capita che bacchette costruite con le essenze più nobili (nel nostro caso più dure) deludano le aspettative di quelli che le comprano.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Vic firth da 50€?? Io le pago 7 o 8€ massimo, dove le ha prese il tuo maestro??

    le Vater costano un pochino di più ma non si superano di 10€..(a parte quelle minchiate da ragazzini messi male con le fiamme o i draghi..quelle costano di più..e sono penose)..comunque sono principalmente in legno di noce..ma ci sono anche alcune in diversi materiali, plastica o carbonio..dipende dal suono che si vuole ottenere

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.