Cosa significa: Luca (11,52): "Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la Chiave della Scienza"?

Vuol dire che con la loro falsa rivelazione della Bibbia, avevano e avrebbero reso impossibile la conoscenza del Padre?

Chi sono i dottori della legge?

Liberi pensieri a confronto.

Costanza

8 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ci sono due passi nel Vangelo di Tommaso (apocrifo) che rendono bene l'idea:

    39. Gesù disse, "I Farisei e gli accademici hanno preso le chiavi della conoscenza e le hanno nascoste. Non sono entrati, e non hanno permesso a quelli che volevano entrare di farlo.Quanto a voi, siate furbi come serpenti e semplici come colombe."

    102. Gesù disse, "Maledetti i Farisei! Sono come un cane che dorme nella mangiatoia: il cane non mangia, e non fa mangiare il bestiame."

    Il senso sta nel fatto che i Farisei avevano perso di vista la vera Essenza di ciò che predicavano tanto erano presi ad officiare i rituali prescritti dalla tradizione, che non erano più capaci di trasmettere il sapere che avevano appunto nascosto nella loro ignoranza.

    Mi sembra che le cose in 2000 anni non sono poi così cambiate.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    I dottori della legge si riferiscono ai capi religiosi farisei che cercavano di confondere le persone per impedire loro di diventare cristiane.

    La maggior parte di loro prestò scarsa attenzione a Gesù (Giov. 7:47-52)

    Inoltre essi respinsero i suoi insegnamenti per invidia: erano gelosi dell’attenzione che il popolo gli riservava. (Mar. 15:10) E molti uomini influenti senz’altro reagirono male quando Gesù smascherò la loro ipocrisia e falsità. (Matt. 23:13-36)

    A ragione Gesù li condannò per la loro ostinata ignoranza, dicendo: “Guai a voi che siete versati nella Legge, perché avete tolto la chiave della conoscenza; voi stessi non siete entrati [nel Regno], e a quelli che entravano lo avete impedito!” — Luca 11:37-52.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Se si potesse conoscere Dio attraverso le parole o una scrittura Dio non sarebbe nascosto agli uomini. L' uomo ha avuto sempre il desiderio di trovare una risposta all' esistenza, a questo universo che lo meraviglia. L' uomo chiude gli occhi e si addormenta in uno stato di incoscienza, ma non parlo della chimica del sonno, ma quella della coscienza che è molto piu elevata, e segue sentieri segreti perché poco conosciuti. I dottori della legge davano solo dei vincoli alla comunità e al singolo, la chiave della scienza e la coscienza di Dio, oltre i vincoli o quella piccola sensazione che ci fa credere di avere un io, di essere ciò che pensiamo, ciò che sentiamo, e perfino di essere solo un corpo.. lo potere di Dio che rivela tutto quello che è oltre la forma è insito nello stesso corpo umano, è l' energia che attraversando i tre nodi che come dei veli separano dalla percezione reale e rendono inutili tutti i tentativi umani di conoscere Dio, cosi gli uomini si illudono di sapere, tanto che possono solo creare dogmi e religioni, e come attori e spettatori si inginocchiano ad un Dio che può essere solo immaginato ma in realtà non conosciuto, ma questo non toglie la paura, ne della vita ne della morte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Ciao stellina, quì Gesù si riferisce a coloro che avrebbero dovuto essere versati nella Legge ed erano stati incaricati da Dio per applicare tale Legge a favore del popolo, ma i fatti hanno rivelato che non hanno tenuto fede a questo incarico di portare la conoscenza spirituale al popolo pèrincipalamente perchè hanno rigettato Gesù come il promesso Messia, del quale le Sacre Scritture avevano fornito delle valide indicazioni e profezie per identificarlo, e di questo fatto essi erano gravemente colpevoli agli occhi di Dio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    una volta Gesù disse ai capi religiosi ebrei versati nella Legge Mosaica le parole che ai citato tu in LUCA 11:52 perché la classe sacerdotale ebraica chiudeva la porta, per così dire, a molti,privandoli di essere insieme a Gesù Cristo in cielo. la "chiave" che quei capi religiosi avevano "tolto" non aveva nulla a che fare con il perdono dei peccati. Era la chiave della "scienza" o conoscenza provveduta da Dio.e i dottori erano i capi religiosi versati nella legge.. spero di essere stata comprensibile, ciao ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    perché:al Bibbia è vera,se si con quale vero riscontro provato:si può affermarlo,se non esiste,poi chi ha scritto le Genesi..non è certo opera di un Dio,ma è stata scritta da ignoto.ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    innanzi tutto il testo non dice così......il testo originale greco dice che hanno tolto la gnosi cioè conoscienza...quella che dici tu è la epistemologia.....quindi la domanda è da intendere come conoscinza legata anche alla ragione....infatti il cristianesimo non è la fede di quelli che credono a tutto ma bensì il contrario......fede e ragione sono le due ali che ci fanno volare in alto come diceva Giovanni Paolo II.....quindi Gesù ti invita a ragionare su dove vieni,chi sei, qual' è il tuo scopo.....e non troverai altra risposta che Dio stesso visto che è Lui l' essere infinito......questo è il cristianesimo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ● Luca 11,52: Guai a voi, dottori delle legge. "Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza. Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l'avete impedito". Come chiudono il Regno? Loro credono di avere il monopolio della scienza rispetto a Dio ed alla legge di Dio ed impongono agli altri il loro modo, senza lasciare margine ad un'idea diversa. Presentano Dio come un giudice severo ed in nome di Dio impongono legge e norme che non hanno nulla a che vedere con i comandamenti di Dio, falsificano l'immagine del Regno ed uccidono negli altri il desiderio di servire Dio ed il Regno. Una comunità che si organizza attorno a questo falso Dio "non entra nel Regno", né è un'espressione del Regno, ed impedisce che i suoi membri entrino nel Regno. E' importante notare la differenza tra Matteo e Luca. Matteo parla dell'entrata nel Regno dei cieli e la frase è redatta nella forma verbale del presente: "Guai a voi, dottori della Legge e farisei ipocriti, che chiudete il Regno dei Cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.