Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 10 anni fa

Che ne pensate: La psicologia del prete... il prete domina grazie all'invenzione del peccato?

L'inizio della Bibbia contiene l'intera psicologia del prete. - II prete conosce solo un grande pericolo: la scienza - la sana nozione di causa ed effetto.

Ma la scienza prospera totalmente solo in condizioni fortunate - bisogna aver tempo, bisogna avere spirito in eccedenza, per "conoscere"... "Dunque bisogna rendere l'uomo infelice" - questa, in ogni tempo, fu la logica del prete.

È l'invenzione del concetto di PECCATO, colpa e punizione, dell'intero "ordine morale del mondo" a porsi contro la scienza - contro la liberazione dell'uomo dal prete... Non deve guardare l'uomo; non deve, come il discente, guardare con sagacia e prudenza nelle cose; non deve in generale guardare per nulla: deve soffrire... e deve soffrire in modo tale da aver sempre bisogno del prete.

Basta coi medici, ricercatori, scienziati ! Un salvatore ci vuole. - II concetto di colpa e di castigo, compresa la dottrina della "grazia", della "redenzione", del "perdono" sono inventate apposta per distruggere il senso di causalità dell'uomo: sono l'attentato contro il concetto di causa ed effetto! Un attentato da preti!

Quando le naturali conseguenze di un'azione non sono più "naturali", ma vengono attribuite dal pensiero agli spettri della superstizione, a "Dio", agli "spiriti", alle "anime", come premio, castigo, avvertimento, salvezze, redenzioni, allora la premessa della conoscenza è distrutta - allora si è commesso il più grande crimine di oscurantismo e dominio delle coscienze dell'l'umanità.

Non è così ?

Il peccato, ripeto, questa forma autolesionista, par excellence dell'uomo, è inventato per rendere scienza, cultura, ogni innalzamento e nobiltà dell'uomo, impossibili; il prete domina grazie all'invenzione del peccato.

Aggiornamento:

@"visione piuttosto semplicistica delle cose"

Puo' darsi, ma la tua risposta è ancora più semplice... non dice praticamente nulla. Se vuoi continuare... saimo qui ancora per u po?

PS Non si parla solo di questo, si sfrutta anche paura,insicurezza,bisogno,ricerca di consolazione, di autogratificazione,l'ignoranza,superstizione,voglia di dare un senso a chi non ne è capace, guida etc. Credo tu non abbia capito appunto il ...senso della domanda, qui si parla dell'arma principale.

Aggiornamento 2:

@"ma cerca di essere preciso. Il male esiste, non l'hanno certo inventato i preti."

E chi lo dice...

Solo che male è fae del male agli altri, non essere "peccatori" solo per essere quello che si, perchè ti piace il sesso, vuoi decidere della tua vita e della tua morte e ti credi da solo principi e valori. Mi sa che hai guardato la domanda un po' superficialmente. Pensaci. Crimine = peccato, ma sonoquellochesonoenon facciomaleanessuno = affari miei (no peccati...). E' solo un sistema per colpevolizzarti per quello che sei e farti sentire in colpa tutta la vita, no ?

Aggiornamento 3:

@ WITNESS...mi dispiace...sempre risposte ceh sono frsi fatte, non vogliono dire nulla e non spieghi nè motivi.

@ LAGUNA...COME INVENTI GLI DEI, INVENTI ANCHE LUOGHI COMUNI DOVE NON CI SONO,ANZI,C'E' ILCONTRARIO. QUESTA DEL PECCATO NON è UN LUOGO COMUNE...E' QUALCOSA CEH PROPRIO NON VEDI DI SOLITO... MA RISPONDI COME UN ROBOT A FRASI PROGRAMMATE,. SOPRATTUTTO IL PEGGIO E' CHE NON CAPISCI QUESTO. PROPRIO QUSTA DOMANDA... MICA E' LA SOLITA..."CHI HA SCRITTO L ABIBBIA..".........

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Scienziati e Dio, attrazione o repulsione?

    http://www.avvenire.it/Cultura/SCIENZIATI+E+DIO+AT...

    non vivere di luoghi comuni ma approfondisci le ragioni della nostra fede.

    se poi neghi addirittura che esista il peccato beh... fai come vuoi.

  • Se tu sapessi come si traduce "peccato" dall'ebraico, rimarresti stupefatto, nel comprendere che non c'entra nulla con quello che i latini ci hanno trasmesso.

    Shedde, peccato in ebraico, significa "trauma", come vedi, non c'entra nulla col peccatus latino, che prevede una pena, nè tantomeno con la traduzione greca,amartia, che significa letteralmente "sbagliare la mira".

    Capito questo, e compreso che non vi è una pena da scontare, cade tutto il castello.

  • Anonimo
    10 anni fa

    troppo semplice, impossibile

    ti sei dimenticato che oltre al bianco e al nero c'è la scala dei grigi, per non parlar dei colori

    non è solo una questione di bene o male è una questione di Amore

    decolores

  • 10 anni fa

    Aspetta, religioni a parte:uccidere, mentire, rubare, stuprare, ecc.,non sono forse "peccati"?? Un conto è l'etica , la morale, un conto è il sistema delle religioni. Il potere del prete è quello di assolverti semmai. E comunque solo i Cattolici possono assolvere, nelle altre sette cristiane il peccatore chiede direttamente perdono a Dio senza intermediari. Certo la cristianità ci sguazza nel senso di colpa a cominciare dallo scannamento di Gesù per i nostri peccati, capisco il tuo ragionamento, ma cerca di essere preciso. Il male esiste, non l'hanno certo inventato i preti.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Io non so nulla dell'ebraico,però,dato che per "peccato",noi intendiamo(cosi come anche i preti),una colpa commessa(un peccato per l'appunto),è ovvio che,senza persone che ne compiono,non ci sarebbe bisogno di un salvatore ne tantomeno di preti che ti redimano dai tuoi peccati con le confessioni ecc.

    Ovviamente,i preti,godono di una certa autorità grazie all'idea che senza la remissione dei peccati tu ne esci "malconcio",ed è quindi faciel immaginare che senza necessità di remissione dei peccati,i preti perderebbero almeno parzialmente la loro autorità.

    Il discorso che fai tu è giusto,senza la conoscenza,le persone sarebbero molto più soggette all'indottrinamento,e di sicuro,con la scienza che avanza,il numero di credenti e stessi preti,finisce con il diminuire,e senza fedeli i preti perdono la loro funzione.....è facile intuire che la popolazione istruita sia più sgradita ai preti rispetto ad una popolazione che non ci pensa e ci crede.

  • Paolo
    Lv 4
    10 anni fa

    visione piuttosto semplicistica delle cose

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.