aiuto la mia gatta ha partorito ieri e nn vuole allattare i mici?

ha circa una anno la mia gatta ieri ha partorito 6 mici ma stamattina 3 li ho trovati morti.

Ieri la gatta nememno ce li faceva vedere ma stamattina è cambiato tutto non li pensa più non li allatta ed ora i 3 mici sn freddi e si muovono poco cosa fare?

x lo + la mia gatta perde goccioline di sangue come mai???? helllpppp ke devo fare x salvare i piccoli?

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    la mamma sta evidentemente male e i gattini moriranno! devi allattarli tu artificialmente se la mamma non lo fa!

    io ti do alcuni consigli ma vai da un veterinario!

    Prima di accingersi all'impresa, è necessario procurarsi un minimo di "attrezzature" da tenere sempre a mano:

    INDISPENSABILI:

    una culla o nido-d'infanzia: quella sarà la "tana" del micetto o dei micetti nelle prime settimane di vita,

    un cuscinetto termico (termoforo) [oppure una lampadina ad infrarossi da avvitare su portalampada, ndt],

    un kit da allattamento artificiale composto da biberon ad uso animale e tettarelle oppure diverse siringhe da 2.5, 5 e 10 cc/ml.

    un latte maternizzato per micetti di alta qualità, tipo "KMR, Kitten Milk Replacer" (più conveniente il tipo in polvere)

    vari accessori igienici: garze sterili, cotone idrofilo, [pannoloni per cuccioli 60x60, ndt], spugnette, pettinino antipulci, spazzolina morbida.

    CONSIGLIABILI:

    un reintegratore idro-salino ad uso pediatrico, tipo Pedialyte [in farmacia, ndt]

    un termometro per ambienti, perfetto se dotato anche d'igrometro per la rilevazione dell'umidità,

    una bilancia da cucina per pesare quotidianamente il micetto o i micetti,

    ALIMENTAZIONE PER SONDA GASTRICA

    Nel caso si dovesse procedere ad alimentazione per sonda gastrica, occorreranno anche i seguenti materiali [in farmacia o dal veterinario, ndt]:

    siringhe da 2,5 cc/ml e da 10 cc/ml. Eventualmente, anche da 5 cc/ml

    tubicino (molto pieghevole e soffice, 0.6 mm circa di diametro esterno) del "butterfly" o ago a farfalla per flebo -- privato dell'ago!

    La "culla" -o come noi la chiamiamo- il nido d'infanzia dev'essere un rifugio protetto, pulito, caldo e asciutto dove i micetti possano dormire per tutto il tempo necessario senza venire disturbati: provvedere loro una "tana" è indispensabile, soprattutto nelle prime critiche tre-quattro settimane di vita. Nessuna necessità di attrezzature sofisticate: basta una comune SCATOLA di CARTONE pulita [con pannoloni per cuccioli disposti sul fondo, ndt] coi bordi sufficientemente alti da impedire ai micetti di uscire per le prime due-tre settimane.

    Il CALORE è vitale nelle prime due-tre settimane di vita, dato che essi non hanno la capacità di regolare la propria temperatura corporea. Bisogna considerare che non potendo rabbrividire, non è possibile accorgersi di quando sentano freddo. Sono due le soluzioni possibili:

    l'impiego di un cuscinetto termico (termoforo) regolato SEMPRE al minimo [e avvolto in una copertura impermeabile, dovessero bagnarlo... ndt]: va sistemato su un solo lato della scatola, coperto da vari strati di asciugamani [cotone o lino, ndt]: se i cuccioli dovessero sentire troppo caldo DEVONO avere la possibilità di spostarsi sull'altro lato [meglio non coprire i cuccioli, potrebbero rimanere avviluppati uno sull'altro; se il piccolo è uno solo, mettete insieme a lui uno o due peluche per fargli compagnia, ndt].

    [l'impiego di una lampadina ad infrarossi -reperibile presso i negozi di materiale elettrico- avvitata sopra un comune portalampada e posizionata ad altezza opportuna sopra la scatola (vedi tabella delle temperature), ndt].

    Assicuratevi che i micetti non possano rimanere soffocati o finire direttamente sopra al cuscinetto termico. E' opportuno sistemare il tutto in una camera tranquilla, appartata [schermando la luce eccessiva e naturalmente il sole; posizionate termometro per ambienti ed eventuale igrometro nei pressi e controllate periodicamente temperatura e umidità, ndt]. La temperatura ambientale ideale è:

    - 1° settimana (fino a 7 giorni): 30-28° C

    - 2° settimana (da 8 a 14 giorni): 27-25° C

    - 3 e 4° settimana (da 15 a 28 giorni): 24-22° C

    - 5° settimana (da 29 a 35 giorni): 20° C

    - oltre i 35 giorni: 33-31° C

    L'allattamento artificiale consiste nel far succhiare ai micetti -né troppo velocemente né con troppo sforzo- del latte maternizzato. Si può attuare con appositi biberon per uso animale dotati di tettarelle di varie misure [reperibili nei negozi d'animali, ottimo il Borden's: bisogna fare attenzione che il foro della tettarella NON permetta una fuoriuscita eccessivamente veloce del latte. In alternativa -non consigliabile quando non si abbia troppa esperienza- è possibile utilizzare le normali siringhe da 2,5 cc/ml. oppure da 5 o 10 cc/ml, naturalmente senza ago: attenzione a NON iniettare velocemente o si può causare una fatale aspirazione polmonare, ndt].

    puoi trovare altre informazioni qui!

    http://www.inseparabile.com/gatti/come_allevare_de...

    mi raccomando corri dal veterinario!

  • 10 anni fa

    Devi

    1°: mettere SUBITO i gattini al caldo, andare in farmacia e comprare il latte in polvere per gattini, sul retro della confezione troverai le istruzioni per prepararlo.

    2°: Per somministrare il latte usa una siringa (io le preferisco ai biberon perchè mi permettono di dosare meglio le gocce di latte che escono ed evitare soffocamenti). Devono mangiare ogni 2/3 ore, anche di notte...

    3°: prendi il trasportino della tua gatta, mettici dentro una scatola di cartone imbottita di indumenti MOLTO caldi e poni li i gattini dopo averli fatti mangiare, quando non li tieni sott'occhio chiudi la ringhiera del trasportino, eviterai di trovarteli in giro per casa.

    4°: Devi fargli fare i bisogni! Prendi dello scottex o della carta un po' ruvida (per imitare la lingua della mamma) e riproduci le leccate che la madre darebbe sulle parti intime dei piccoli per stimolarli a fare i bisogni.

    5°: Una volta allattato, scaldato e sistemato i piccoli porta la madre da un veterinario, non sottovalutare il problema, e, oltre a farla visitare, chiedi a lui qualche dritta per accudire meglio i piccoli.

    Se tutto va bene, la madre si ristabilirà e tornerà ad occuparsi dei piccolini, però non devi avere fretta, probabilmente servirà un po' di tempo...

  • Anonimo
    10 anni fa

    Che perda goccioline di sangue è stranissimo, quando il parto è finito, fuoriesce spontaneamente la placenta e la gatta si tiene pulita.

    Magari ha dentro ancora la placenta? in ogni caso è da far vedere al veterinario, se non allatta i micini vuol dire che soffre, ha dolori per qualche cosa. Le gatte, se sono tranquille, curano i loro gattini.

    Auguri! e portala dal veterinario anche solo per un veloce controllo, quel sangue che perde nn è normale se tutto è filato liscio.

  • 10 anni fa

    rivolgiti subito ad un veterinarioforse la mamma non riesce a produrre latte perche anche se li vorresti allattare tu c'è un latte apposta e non quello che compri al supermercato!! se non li porti subito dal veterinari potrebbero morire di fame e freddo!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    prendi la macchina e corri dal veterinario sarà andato di sicuro qualcosa di strorto mentre ha partorito quindi corri nessuno sa quanto rimane a quei 3 gattini o alla madre stessa di giorni nn sto scherzando

  • Anonimo
    10 anni fa

    Intanto tieni al caldo i piccolini. Poi prova a strusciare i piccoli sulla mamma e a non toccarli troppo con le tue mani o non li riconoscerà come suoi.

    Se vedi che oggi non sta bene e perde ancora sangue, chiama un veterinario fatti consigliare o porta tutta la famigliola.

    ciao

    Auguroni

    Fonte/i: esperienza gattosa
  • io
    Lv 5
    10 anni fa

    portala da un veterinario è probabile che qualcosa sia andato storto e lei stia male..potrebbe aver un emorralgia..oppure semplicemente nn li vuole

  • Anonimo
    10 anni fa

    veterinario!

  • Anonimo
    10 anni fa

    io ti consiglio di dargli tu il latte con la siringa come ho fatto io perché se no muoiono e poi è probabile che la mamma non li riconosce come i suoi cuccioli.

    ciao =P

  • Anonimo
    10 anni fa

    rivolgiti a un veterinaio

    sapra come fare

    almeno la tua gatta ha avuto i mici

    la mia nn li avra mai

    e morta oggi

    ******* ki la ha messa sotto nn merita proprio di vivere

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.