ma le priorita' dell'italia dove sono andate a finire?la crisi e' finita?

ora si parla di libia e giappone prima.

ma di economia e lavoro e tasse.....

a voi preme di piu' quello che accade in libia e giappone o quello che accade a casa vostra?!?!?

il tempo passa tanto per cambiare e la situazione come e' per voi??!!?

p.s

non sono un insensibile pero' qui ogni occasione e buona per parlare dei problemi degli altri e ai nostri chi ci pensa?!?!?

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Le priorità dell'Italia sono tante, tra cui, secondo me, val la pena ricordare anche la viabilità, può sembrare strano, ma molti di noi passano molto tempo in macchina e possiamo accorgerci dei problemi della rete autostradale italiana, ma solo quando si registrano incidenti si parla dei problemi legati alla viabilità urbana,

    La sicurezza stradale e la viabilità non sono di destra, nè di sinistra, ma cose di buon senso e sopratutto buona educazione, ma le proposte politiche per risolvere le molteplici problematiche legate alla viabilità (incidenti, inquinamento, infrazioni del codice stradale, costo della benzima, corsie preferenziali, manto stradale, ecopass, parcheggi a pagamento, aree pedonali, controllo elettronico della velocità ecc.), mi paiono insufficienti.

  • 9 anni fa

    In questo paese non si fa politica industriale da 40 anni,cosa ti aspetti?

    La pecca maggiore della nostra classe dirigente non è nemmeno tanto la senescenza e nemmeno la corruzione,che secondo molti sociologi viene considerata un lubrificatore sociale, quanto la mediocrità.

    Il Giappone non solo ha una storia simile alla nostra,ma anche una classe dirigente ( a parte Berlusconi,quello dell'imprenditore in politica è un fenomeno populista tipico di due società: le democrazie liberali parziali e/o poco mature, quali l'Italia e il Cile,nel caso di Pinera parliamo di un miliardario che aldilà dell'abiura è cresciuto e propserato sotto il governo di Pinochet,e quelle dei paesi in via di sviluppo,fino a un paio di decenni fa considerati Terzo Mondo, quale la Thailandia ).

    La corruzione è diffusissima, la burocrazia pletorica e potentissima,invincible MA...

    Guardate la struttura industriale.

    Imprese grandi, gigantesche,colossi multinazionali quali Toyota,Nintendo,Maza, Suzuki, Honda, Mitsubishi ecc ecc...

    Quando Naoto Kan si presenta all'estero rappresenta costoro.Industria pesante ad altissimo valore aggiunto.Un numero di brevetti spaventoso.

    Ecco questo è il Giappone.

    E' vero che ha il 2 debito pubblico al mondo ma è la terza potenza al mondo.

    Ci siamo capiti?Prima vengono gli USA,poi la Cina e infine loro,i nippo.Il secondo debito pubblico se lo possono permettere.

    Si possono permettere la corruzione dei loro politici.E' un lusso,ma loro possono,noi no.

    Noi siamo rappresnetanti da Brambilla, le partite IVA monocommitenti, microimprese sotto i 5 dipendenti.

    L'evasione fiscale diffusa ha creato un esercito di piccolo-borghesi benestanti:il villozzo, la settimana bianca assicurata, la villeggiatura in Sardegna, i vestiti griffati ecc ecc..

    Concentrazione della proprietà immobiliare.Otto italiani su dieci sono proprietari di casa.

    Ma abbiamo il terzo debito al mondo.

    Al borghese interessa solo evadere le tasse,se ha uno studio notarile gli interessa passare los tudio al figlio.

    Non interessa la mobilità sociale, gli ingenti investimenti in ricerca, perchè noi fabbrichiamo scarpe,sedie,divani,prosciutti...

    La nostra classe politica è quel che in conseguenza della nostra struttura produttiva primitiva.

    Da capitalismo infantile.

    Questo stadio è alla base dello sviluppo capitalistico, prima vengono le industrie leggere poi quelle pesanti.Noi siamo rimaste alle leggere,non ci siamo evoluti.

    Infanti,appunto,capitalismo infantile.

  • 9 anni fa

    La crisi se andiamo avanti cosi c'è la portiamo avanti più di cent'anni...... ....... .....se ogni volta ci fermiamo a discutere su eventi e fatti che accadono nel mondo tralasciando tutto il resto ;)

  • 9 anni fa

    Ghe pensi mi!

    Il problema è che soprattutto oggi non ha più molto senso separare i problemi degli altri dai nostri, troppo fitta e l' interconnessione reciproca e da quando si è scoperto che un battito d' ali di una farfalla può provocare un uragano al capo opposto del mondo pare che le farfalle non facciano altro che sbattere le ali.

    Purtroppo e per fortuna in questo mondo non c' è più alcuna separazione che ci metta al riparo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    le prioritá dell´italia attualmente sono lo scudetto al milan e l´acquisto di robben

  • Anonimo
    9 anni fa

    Scandalosi gli aiuti a questi subumani libici....sporchi criminali,l'Europa li rifiuta e noi pupazzi anzichè bombardarli li accogliamo...che brutta fine abbiamo fatto

  • La crisi è finita prima che iniziasse in Italia, ora dobbiamo impegnarci per accogliere al meglio questi giovanotti in cerca di lavoro e svaghi oltre a sigarette vestiti e pelo.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Parliamo tanto di Libia e Giappone perchè ci riguardano "indirettamente" come saprai noi importiamo il 38% del petrolio dalla Libia e quindi questa situazione di conflitto sta indebolendo la nostra economia facendo aumentare il prezzo del greggio e della benzina..mentre il Giappone fa parte del G2 (giappone e america) è il secondo stato più potente al mondo e quindi influenza l'intera economia globale con le sue importazioni ed esportazioni quindi anche noi..E comunque anche numerosi giornali ne parlano..proprio oggi sono andato a una conferenza di MANACORDA un giornalista di economia della stampa. Ci ha illustrato la situazione dell'Italia e si purtroppo siamo in piena crisi con un PIL pari a 1% e un debito pubblico del 120% del PIL...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.