Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Ritengo che queste affermazioni siano un delitto, verso l'umanità intera. Secondo voi?

Le catastrofi sono talora esigenza della giustizia di Dio, della quale sono giusti castighi‘, ha esordito Monsignor Mazzella. ‘Le grandi catastrofi sono una voce paterna della volontà di Dio, che ci richiama al fine ultimo della nostra vita‘, ha continuato il Monsignore. ‘Se la terra non avesse catastrofi, eserciterebbe su di noi un fascino irresistibile, e non ricorderemmo che siamo cittadini del cielo. In secondo luogo, le catastrofi sono i giusti castighi di Dio. Alla colpa del peccato originale si aggiungono le nostre colpe personali e quelle collettive, e mentre Dio premia e castiga nell’eternità, è sulla terra che premia o castiga le nazioni‘. Radio Maria.

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Solo persone di profonda ignoranza possono pensare a questo. Ho risposto già ad un paio di domande simili e ti reinserisco la medesima risposta. In questo caso, sono solo affermazioni fatte da persone quadrate. E, come tali, andranno prese non troppo seriamente. Se davvero esistesse il castigo, esisterebbero maggiori catastrofi e con dei targets differenti. Se davvero esistesse dio, non esisterebbero Eventi di questa portata data la straordinarietà della sua portentosa natura.

    Dio non c'entra niente perchè non esiste, l'uomo c'entra ancor meno.

    Il problema di fondo è che l'Evento della fine c'è già. Esiste. Anche se pochi se ne rendono conto. La "fine del mondo" non sarà la fine del mondo stesso, ma la fine dell'umanità. Il mondo continuerà il suo moto perpetuo assieme al suo naturale rinnovamento.

    Quelle che noi definiamo 'catastrofi', sono solo le nuove forme che il mondo assumerà per sè stesso. Cambiando: proprio come ha sempre fatto per millenni e millenni. Proprio come facciamo noi, interiormente.

    Finchè ci sottrarremo al compito di vedere in noi stessi, verso la comprensione e la padronanza delle nostre menti, i nostri impressionanti risultati nella sfera esterna falliranno e non produrranno alcun frutto. Per la razza umana prosperare nell'età globale e vivere assieme in pace e tranquillità su questo pianeta sempre più ridotto, non sarà possibile fino a quando non capiremo e trasformeremo noi stessi.

    Ma, formulando una grave diagnosi alla nostra malattia ed al nostro preciso percorso di liberazione, possiamo (posso) solo sperare che in questa era di globalizzazione si possa sentire l'eco di un elevato messaggio di speranza.

    Il terremoto?

    E' una fase naturale della Natura. Tra qualche millennio avremo sempre lo stesso mondo, ma in forma (finalmente) rinnovata. Esisteremo sempre Noi come reale ed infinita Essenza - ciò che Siamo. Qui o da un'altra parte non fa differenza.

    Nessun castigo. Nessun peccato. Nessuna colpa!

    Smettiamola di pensare sempre allo stesso modo ed iniziamo a realizzare che facciam parte della stessa Natura. Noi siamo Natura e, come tale, vivremo o periremo con essa. Le parole "disastro", "catastrofe", etc... sono parole inventate per rendere l'idea distruttiva e dare una definizione negativa agli Eventi. Questo è il movimento e la crescita naturale del cosmo. Vuoi o non vuoi, ne facciamo parte e ci siamo dentro. Fino al collo.

  • 1 decennio fa

    La stessa Radio Maria è un crimine contro l'umanità.

  • Mia
    Lv 5
    1 decennio fa

    Ah, quindi ad Haiti prima e in Giappone ora sono morte tutte quelle persone perché a dio giravano?

  • SSSR
    Lv 4
    1 decennio fa

    Preferivo radio Mosca...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Io credo che chi appoggia cecamente questo regime che non è altro che una dittatura intellettuale meriti il peggio....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Radio Maria non è certo la portavoce dei cattolici. Credo che nessuno di mente sana ritenga che queste parole rappresentano il pensiero di Dio. Ci sono talebani anche fra i cattolici.

  • 1 decennio fa

    Ciao Mirella. Non mi stupiscono affatto le trovate dei Monsignori di turno in risposta ai mali nel mondo tipo le catastrofi.

    Risulta meno comprensibile il perchè queste "spiegazioni" siano diverse di bocca in bocca...

    Ma la "parola di dio" non dovrebbe essere sempre una sola?

  • 1 decennio fa

    Quel prete o non so cosa, visse alla fine del 1800, erano in molti apensarla come lui e c'era anche di peggio se confrontato col pensiero del 2011.

    Che Radio Maria sia retrograda e anacronistica, non mi pare una novità

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Voi atei avete qualche problema di autocontrollo se vi strappate le vesti di fronte a quattro proposizioni in croce. Basta dire che non si è d'accordo e perchè, non è la fine del mondo, coraggio...

    Ti faccio vedere come si può fare:

    ‘Se la terra non avesse catastrofi, eserciterebbe su di noi un fascino irresistibile, e non ricorderemmo che siamo cittadini del cielo".

    Anche

    "In secondo luogo, le catastrofi sono i giusti castighi di Dio".

    Il castigo è un atto di misericordia di Dio. Purtroppo non sempre nella nostra vita tutto il male è castigo.

    "Alla colpa del peccato originale si aggiungono le nostre colpe personali e quelle collettive"

    D'accordo

    "e mentre Dio premia e castiga nell’eternità, è sulla terra che premia o castiga le nazioni".

    Non saprei. Mi sembra opinabile.

    Visto? Senza perdermi d'animo e vedere in quel periodo un delitto verso l'umanità intera, ho circoscritto il problema.

  • 1 decennio fa

    Non è che siano un delitto. E' che sono farneticanti. A Radio Maria, mi dicono, spesso vaneggiano. Il problema è la povera gente ignorante e credulona che li sta a sentire.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.