? ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 10 anni fa

gattino appena natooo?

ciao! ho trovato un gattino appena nato nel mio giardino...ma la mamma nn c'era l'ho preso xkè è da ieri ke lo sento miagolare.. cosa devo fare x farlo sopravvivere? grz mille!!

8 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    COSA BISOGNA PROCURARSI

    Prima di accingersi all'impresa, è necessario procurarsi un minimo di "attrezzature" da tenere sempre a mano:

    INDISPENSABILI:

    una culla o nido-d'infanzia: quella sarà la "tana" del micetto o dei micetti nelle prime settimane di vita,

    un cuscinetto termico (termoforo) [oppure una lampadina ad infrarossi da avvitare su portalampada, ndt],

    un kit da allattamento artificiale composto da biberon ad uso animale e tettarelle oppure diverse siringhe da 2.5, 5 e 10 cc/ml.

    un latte maternizzato per micetti di alta qualità, tipo "KMR, Kitten Milk Replacer" (più conveniente il tipo in polvere)

    vari accessori igienici: garze sterili, cotone idrofilo, [pannoloni per cuccioli 60x60, ndt], spugnette, pettinino antipulci, spazzolina morbida.

    DOVE SISTEMARE I MICETTI

    La "culla" -o come noi la chiamiamo- il nido d'infanzia dev'essere un rifugio protetto, pulito, caldo e asciutto dove i micetti possano dormire per tutto il tempo necessario senza venire disturbati: provvedere loro una "tana" è indispensabile, soprattutto nelle prime critiche tre-quattro settimane di vita. Nessuna necessità di attrezzature sofisticate: basta una comune SCATOLA di CARTONE pulita [con pannoloni per cuccioli disposti sul fondo, ndt] coi bordi sufficientemente alti da impedire ai micetti di uscire per le prime due-tre settimane.

    Il CALORE è vitale nelle prime due-tre settimane di vita, dato che essi non hanno la capacità di regolare la propria temperatura corporea.

    L'allattamento artificiale consiste nel far succhiare ai micetti -né troppo velocemente né con troppo sforzo- del latte maternizzato. Si può attuare con appositi biberon per uso animale dotati di tettarelle di varie misure [reperibili nei negozi d'animali, ottimo il Borden's: bisogna fare attenzione che il foro della tettarella NON permetta una fuoriuscita eccessivamente veloce del latte. In alternativa -non consigliabile quando non si abbia troppa esperienza- è possibile utilizzare le normali siringhe da 2,5 cc/ml. oppure da 5 o 10 cc/ml, naturalmente senza ago: attenzione a NON iniettare velocemente o si può causare una fatale aspirazione polmonare, ndt].

    Qualunque cosa utilizziate, dovrà SEMPRE essere sterilizzata tramite ebollizione prima di ogni uso.

    Il latte in polvere dev'essere ricostituito in acqua bollente secondo istruzioni del produttore, e poi lasciato intiepidire nel biberon. Il latte in formulazione liquida può essere riscaldato mettendo il biberon pieno in una ciotola d'acqua bollente (noi sconsigliamo l'uso del forno a microonde per la disomogenea temperatura). Mentre la formulazione in polvere è più conveniente e ha il vantaggio di venire preparata fresca ogni volta, non sempre è possibile ricostituirla senza formare grumi. In questo caso, noi preferiamo la formulazione liquida. Dev'essere somministrato quando raggiunge la temperatura corporea felina, ovvero circa 38° C.

    STIMOLARE I BISOGNINI [sommario]

    I micetti più piccoli di due settimane non controllano i proprio movimenti intestinali e necessitano pertanto della stimolazione materna per provvedersi ogni giorno: in mancanza di mamma-gatta, dovrete provvedere voi... Dopo ciascun pasto [circa 15 min. dopo, ndt], mettete il micetto sul pannolone e massaggiate delicatamente la zona perianale e genitale con un batuffolo di cotone inumidito in acqua calda Ciò lo porterà ad urinare ed eventualmente provvedersi (le feci dovrebbero essere giallo chiaro -a causa dell'alimentazione lattea- e ben formate), ed è molto importante che voi continuiate a farlo finché non usi la cassetta da sé [è possibile che micetti neonati non defechino per un giorno o due: è l'assunzione di colostro che contribuisce all'espulsione del particolare ammasso fecale detto meconio: un aspetto cremoso e color mostarda non è preoccupante, mentre feci grigiastre vanno subito segnalate al veterinario, ndt]. La zona perianale è molto delicata e può andare soggetta a screpolature o arrossamenti: nel caso, applicare un velo di crema per bambini dopo ogni stimolazione.

  • 10 anni fa

    vai in farmacia a comprare il latte per gli animali orfani,devi dargli quello

    stimolalo tu per fare i bisogni,con un pò di cotone idrofililo bagnato,passalo sui genitali e lui farà i bisogni(la mamma li lecca per stimolarli)

    importante il calore,per lui è fondamentale,mettilo dentro qualcosa con molte stoffe tipo lana che tiene caldo,sotto(moooolto sotto)potresti mettere come fonte di calore una borsa dell'acqua calda,o una bottiglia. mangia ogni 3 ore,ti regoli meglio con la siringa (senza ago)per vedere quanti grammi si mangia.ciò anche la notte quindi abbi pazienza per un pò.ha ancora gli occhi chiusi? se vedi che li ha raffreddati passaci su con delicatezza un pò di acqua tiepida,li aprono dopo una 20 di giorni,il mio l'ho trovato il 22 marzo e gli occhi li ha aperti il 7 aprile.

    ps:per i bisogni,ogni volta che lo nutri,alla fine vedi se deve fare qualcosa. ciao e in bocca al lupo

  • Anonimo
    10 anni fa

    la cosa migliore è tenerlo al caldo con una copertina,del latte caldo,e fargli una cuccia piccola con una cesta e mettigli vicino qualke cosa del tuo come un peluche di quando eri piccola o una pantofola o una maglia cosi si abituerà a te e nn ti graffierà!! p.s portalo il prima possibile da un veterinaio

  • Anonimo
    10 anni fa

    Per nutrirlo ti consiglio di prendere del latte caldo ma non troppo come ti hanno già detto DILUITO CON UN PO' D' ACQUA!! Poi si magari del prosciutto spezzettato.

    Mia zia ha avuto una gattina e la "avvolgeva" ovviamente solo il corpo con un panno abbastanza sottile...insomma basta che non la fai soffocare! ;) Poi la metteva dentro la felpa (quelle a cerniera) e la sosteneva con un braccio vicino al petto...in modo che senta il calore del corpo. Poi per dormire la metti in una cesta o anche una scatola da scarpe (aperta ovviamente......) con dei panni morbidi dentro ;)

    Buona fortuna ;D

    Fonte/i: Esperienze personali..
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    allora,fai amicizia kon lui,non fare movimenti bruski quando 6 vicino a lui,non fare rumori forti in sua presenza,e,alla sera quando dta x addormentarsi, mettilo su una cesta stretta e imbottita,prendi la borsa dell'acqua calda avvolgila più volte in un panno e mettila vicino a lui così riproducerà il kalore della mamma,e dietro la borsa metti un orologio ke tikketta kosì eiproducerà il kuore della mamma.

    Fonte/i: esperienza da amiko
  • Anonimo
    10 anni fa

    CIAO:) anke a me una volta è successo e la prima cosa k ho ftt è avvolgere il gattino in una coperta e tenerlo al caldo poi successivamente l'ho nutrito dandogli del latte caldo ma nn troppo ..... pero dopo ho chiamato anke il veterinario per sapere se era in salute...ti consiglio di fare cs .....cn me ha funzionato.....ora e il mio gatto ......by!!!!!!

  • 10 anni fa

    dagli del latte tiepiedo...con dentro un po' di pane sbriciolato e portalo il prima possibile da un veterinario

  • 10 anni fa

    dagli del latte caldo ma non bollente mi raccomando

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.