Come si calcola la distanza massima di messa a fuoco dell'obiettivo di una reflex?

Non conosco il termine giusto

ma vorrei sapere fino a che distanza posso fotografare se dovessi acquistare

una reflex con un obiettivo Nikkor 55-300VR compreso in un'offerta.

Aggiornamento:

non conoscendo la terminologia giusta

vi avrò fatto capire male

mi interessa sapere fino a quanto metri posso fotografare nitidamente con un obiettivo 55-300 VR

100 metri, 120... non lo so per questo domandavo a voi

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Dipende da come è costruito l'obiettivo. Un obiettivo macro è più lungo (in proporzione) di un tele normale perché allungandosi maggiormente riesce a mettere a fuoco più da vicino; questo detto a soldoni.

    Il calcolo è molto complesso, poiché richiede conoscenze di ottica e soprattutto sapere esattamente come è fatto l'obiettivo (esatta disposizione delle lenti, tipo di messa a fuoco, eventuale lunghezza massima del barilotto,...).

    Nel tuo caso la minima distanza di messa a fuoco è 1.4 m (a 300mm), naturalmente misurata dal sensore.

    ----------------

    Ok la domanda non era chiara. La distanza MASSIMA di messa a fuoco è "infinito" per la maggior parte degli obiettivi (in realtà non è infinito, ma coincide con la distanza iperfocale), tranne qualche rarissimo caso (Canon MP-E 65/2.8) in cui il minimo rapporto di ingrandimento è 1:1 o simile, e va aumentando riducendo la distanza di messa a fuoco.

    Mettere a fuoco, diciamo, a 200m, non vuol dire avere una foto nitida di un oggetto a 200m se questo è troppo piccolo, qui incidono il potere risolutivo della lente e la risoluzione della macchina (per ritagliare la foto successivamente).

    Puoi fare una foto nitida a una montagna che dista 30km, come puoi fare una foto non nitida a una mosca messa 2m davanti a te, perché è troppo piccola.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    la tua domanda non è molto chiara, o la risposta è piuttosto evidente.

    qualunque macchia fotografica, con qualunque obiettivo è in grado di mettere a fuoco fino all'infinito, cioè fino a che riesci a vedere, anche la luna!

    il problema è la messa a fuoco da vicino. come altri ti hanno già detto, per la messa a fuoco da vicino, se l'obiettivo non ha la posizione macro, puoi arrivare all'incirca ad un metro, sotto hai immagini sfuocate. con la posizione macro arrivi ai 50 cm. per scendere sotto devi avere un obiettivo che consenta anche il "supermacro".

    Se intendevi altro, spiegati meglio

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Che io sappia, non esiste una distanza massima di messa a fuoco. Se vuoi aumentare la profondità di campo, ovvero aumentare la distanza a cuigli oggetti sono a fuoco, devi usare valori più alti per l'apertura.

    Ne ho parlato in questo articolo:

    http://www.fotocomefare.com/l%e2%80%99apertura-str...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Ciao,

    la distanza massima di MAF è infinito,

    se tu intendi per massima fino a quanto ti puoi avvicinare ( che allora è la minima) al soggetto,

    e che presumibilmente il tuo obiettivo è il AF-S DX NIKKOR 55-300mm f/4.5-5.6G ED VR allora la distanza minima è 1.4 metri ma calcola che hai un ingrandimento ( a focale 300mm) di 5,5 volte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Hellos
    Lv 7
    9 anni fa

    forse volevi dire la distanza minima di messa a fuoco? varia da obiettivo a obiettivo e lo trovi scritto nelle caratteristiche tecniche dello stesso.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.