Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

olio motore auto.......?

vorrei dei chiarimenti sui tipi di olio

le differenze tra i vari(ad esempio) 15w 40 10w 30 ecc.

poi differenza tra sintetico semi sintetico ecc. e come riconoscerli

insomma un po tutto il resto grazie. e le migliori marche secondo voi, non considerando pubblicità e prezzi

4 risposte

Classificazione
  • BIT
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L’olio è indispensabile per lubrificare le parti metalliche del motore, riduce l’attrito e l’usura che si verificano quando due superfici si muovono a contatto l’una con l’altra, tiene pulito il motore, contribuisce al raffreddamento e impedisce la corrosione.

    Lubrificare significa interporre un film lubrificante tra due superfici in movimento al fine di sostituire all'attrito "secco" tra le superfici asciutte con l’attrito interno del fluido.

    Ad Esempio Olio Motore Bardahl.

    Gli olii motore si dividono in determinato indice di viscosità in un piccolo range di temperatura (oggi non più utilizzati in campo automobilistico), ad esempio gli olii SAE 20, SAE 30, ecc.., dove SAE è la sigla dello standard e il numero è l’indice di viscosità a 100°C

    MULTIGRADO: olio che mantiene dei determinati indici di viscosità in un ampio range di temperatura i più usati oggi, ad esempio SAE 10W40, dove SAE è la sigla dello standard, il 10 rappresenta l’indice di viscosità a -18°C, W rappresenta la parola “winter” (inverno), e 40 l’indice di viscosità a 100°

    OLIO MINERALE: è l’olio standard viene tuttora utilizzato, dato il basso costo, ma presenta notevoli inconvenienti. Essendo formato da molecole di diversa dimensione e forma, quando il motore si scalda le più piccole tendono ad evaporare, mentre le più grandi tendono ad ossidarsi creando depositi. Successivamente, a basse temperature, e in presenza di numerose accensioni a freddo e periodi di motore fermo, si possono creare dei depositi “fangosi”, che vanno a interferire con il passaggio dell’olio. Inoltre, a basse temperature, scendendo sotto zero, quest’olio tende a diventare troppo denso per poter scorrere nel modo più opportuno. E’ un olio, quindi, con molti limiti e che deve essere cambiato molto spesso.

    ADDITIVI CHIMICI: gli additivi chimici intervengono a modificare in meglio le caratteristiche negative degli olii minerali.

    Additivi per migliorare l’indice di viscosità: sono dei polimeri che vanno a stabilizzare i valori di viscosità, dato che la viscosità dell’olio è in stretta relazione con la sua densità, che va a variare in modo sostanziale al variare della temperatura. Sono gli additivi più importanti, avendo permesso lo sviluppo degli olii multigrado, che sono degli olii che tendono a minimizzare le variazioni di viscosità al variare della temperatura, potendo essere quindi usati tutto l’anno e in quasi tutte le situazioni climatiche.

    Detergenti e disperdenti: sono additivi che servono a neutralizzare e a disperdere gli acidi e le particelle solide derivanti dal processo di combustione, tenendo il motore pulito da questi depositi, che verranno eliminati al momento del cambio dell’olio o del filtro olio

    Riduttori di attrito (o di frizione): sono molecole polarizzate e si attaccano alle superfici metalliche. Servono a migliorare la lubrificazione, e quindi a consumare meno carburante. Si oppongono all’usura delle parti e abbassano la viscosità dell’olio.

    OLIO SINTETICO: è l’olio prodotto totalmente per via chimica.

    Tuttavia vengono definiti sintetici anche gli olii minerali del Gruppo III Mobil 1, Castrol Formula RS, ecc.

    L’olio sintetico è destinato a rimpiazzare l’olio a base minerale nel campo automobilistico, in quanto le ricerche e gli investimenti delle compagnie, al giorno d’oggi, sono volte al perfezionamento di questo tipo di olio, e già varie case costruttrici di automobili consigliano nei loro manuali l’utilizzo di un olio sintetico, scartando quello a base minerale.

    Viscosita.’

    La viscosità è la resistenza allo scorrimento. In un liquido, e quindi nell’olio, diminuisce all’ aumentare della temperatura. Quindi a temperature alte l’olio diventa meno denso e meno viscoso (scorre più velocemente), mentre a temperature basse l’olio è più denso e tende a essere meno lubrificante (scorre più lentamente). Nella terminologia comune si tende ad usare i termini “spesso” e “sottile”: “spesso” è un olio più denso e viscoso, che scorre meno; “sottile” è un olio meno denso e meno viscoso, che scorre di più.

    Quella sigla che maggiormente guardiamo in un olio, ad esempio SAE 10W40, SAE 30, ecc.

    La viscosità serve per definire l’indice a bassa temperatura, ad esempio il 10W della sigla SAE 10W40, alla temperatura di -18°C

    Chiedo alla Persona che a messo il Pollice Riverso in giù, di Spiegarmi, Spiegarci, il Motivo del perchè lo ha messo. Che ci spieghi lui il perchè dello Sbaglio che Lui ha trovato nelle Risposte. Avvisiamo le Persone di NON Mettere Olio nei Motori perchè una Persona che segna con Pollici Riversi ha capito che gli Olii Motore non sono composti bene. Chiedo hai costruttori di Olio Motore di Contattare questa Persona e farsi dire come fare L' Olio per come lo pensa Lui.

    Poi chissa magari Lui Capisca la differenza di quello in Cui stiamo parlando, Di Olio Motore O succhi di Frutta.

    Per Favore Illuminaci,,,,,Aiutaci.

    Meccanici Rally Gruppo A B....BIT.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    tra le marche migliori sicuramente Elf, Motul, Castrol...

    la differenza tra le gradazioni consiste nella desnsità dell'olio. un 5/30 ad esempio è molto meno denso rispetto ad un 10/40 15/40 ed è consigliato su macchine più prestazionali. non centra niente il piede che hai quando guidi. per sciegliere l'olio migliore rivolgiti ad un meccanico serio o nelle officine specializzate nella marca della tua auto.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sono indici che indicano dei valori come quello di viscosità. Come per ogni cosa tecnica se vuoi una versione spiccia dell'argomento non avrebbe senso, mentre una spiegazione dettagliata non la capiresti a meno di essere un tecnico Nasa! XD XD

    Fai semplicemente così, usa gli olii consigliati dalla casa, però devi informarti se li hanno aggiornati. Non esiste un olio "magico" perché ogni motore ha delle caratteristiche che un olio diverso non soddisfa

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la differenza e la viscosità per esempio 15w40 molto denso lubrificazione piuttosto scarsa il 5w30 e molto meno denso e a un alto potere di protezione speccialmente se ai il piede pesante pero bisogna vedere se il motore a tanti chilometri tipo 250.000 km un motore comincia ad avere consumi eccessivi di olio per via del usura quindi meglio usare un 15w40 piu denso meno consumi di olio se a tipo 70.000km cn piede pesante 5w30 se guidi standard 10w40 e ottimo spero di essere stato chiaro

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.