Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportArti marziali · 9 anni fa

E' davvero così potente un coltello?

Salve, spesso gli omicidi li fanno usando un coltello nell'addome o nel torace, ma è davvero così facile fare entrare un coltello lì?

per esempio l'addome è molle quindi come fa ad attraversarlo ? e poi i vestiti non dovrebbero bloccarlo?

se uno ha degli addominali molto robusti non rischia?

invece quando colpiscono alla schiena o al torace come fanno a riuscire a colpire esattamente lo spazio fra le costole e a passare tutto quello che c'è sotto? se colpiscono una costola non rischiano di mettersi in pericolo loro stessi facendo reagire la vittima?

grazie!

11 risposte

Classificazione
  • Shio
    Lv 7
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Scusa, ma quanto ti mangi una bistecca come la tagli? i macellai come la tagliano la carne? tu dici che l' addome è molle quindi il coltello non dovrebbe entrare......ma non ti sembra un contro senso, il coltello affilato taglia e affonda tutto il corpo umano, anche se hai gli addominali super allenati il coltello taglia comunque, basta solo un po di forza, cioè è un coltello, mi sembra anche stupido dirlo, è fatto a posta.

    Ti può ridurre cosi, (chi gli fa schifo il sangue non aprite)

    http://3.bp.blogspot.com/_QSLKaZq1yDk/S7FLeN7POXI/...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Marco
    Lv 4
    9 anni fa

    Dove vivi?Nel mondo degli esseri di ferro?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Quando ci sono di mezzo le armi,da taglio o da fuoco che siano,ci si fa sempre molto male.Credo che questo sia chiaro.

    UCCIDERE con un coltello è più difficile di quanto sembra a prima vista,occorre colpire una parte vitale,altrimenti si procureranno ferite dolorosissime e debilitanti ma difficilmente mortali,specialmente se i colpi sono porteti di taglio e non di punta.E' perfettamente possibile venire feriti anche una dozzina di volte senza morire sul colpo e,se i tagli non hanno reciso vene o arterie,senza neppure dissanguarsi a morte.

    Per uccidere con un colpo di taglio occorre colpire l'interno delle braccia o delle gambe,in particolar modo i polsi o l'interno coscia,causando così un' emorragia mortale.Uccidere colpendo di punta è molto più facile:secondo gli insegnamenti dell'Escrima (un arte marziale filippina che prevede l'uso del coltello e del bastone corto) i punti che se colpiti con un affondo procurano la morte istantanea sono il setto nasale,l'occhio,l'orecchio,la gola,la bocca dello stomaco,il fegato e ,dalle spalle,la regione lombare.Sorprendentemente,i colpi al cuore raramente uccidono all'istante perchè per raggiungerlo senza sfondare le costole occorre molta fortuna o una precisione da chirurgo.

    Un colpo all'addome o al petto il più delle volte ridurrà la vittima alla totale impotenza ma solitamente non causa la morte istantanea (che può sicuramente sopraggiungere in assenza di cure mediche).

    Detto questo vorrei farti presente due cose:

    primo,anche solo una piccola ferita da taglio procura un dolore acutissimo che molto probabilmente priverà della forza e della volontà di regire una persona non preparata al combattimento (e per preparata intendo dire un navy seal o simili corpi scelti,oppure un delinquente abituale;non basta certo un corso di autodifesa).A volte la reazione adrenalinica aiuta a scappare,ma altrettanto spesso la persona sviene o addirittura collassa per la paura,il dolore o lo shock.Ironicamente,se l'aggressore non era determinato a uccidere,questo potrebbe salvare la vita alla vittima.

    secondo,nella maggior parte dei casi chi ti minaccia con un coltello non ha realmente intenzione di colpirti,quindi è molto meglio parlamentare e cercare di evitare lo scontro.Quando l'aggressore mira a uccidere,cercherà di avvicinarsi silenziosamente o fingendo indifferenza,spesso alle spalle e tenendo l'arma nascosta nella tasca,o girata verso l'interno del polso e non la vedrai finchè non te l'avrà piantata nel fianco.Quasi nessuno ti sfida ad un duello rusticano.

    Difendersi a mani nude da un coltello è un'impresa al limite delle capacità umane e anche un'esperto (anzi,sopratutto un esperto) eviterà una simile situazione come la peste.Se non è possibile fuggire,la cosa migliore da fare è urlare come pazzi per richiamare l'attenzione e cercare di difendersi usando un oggetto più lungo del coltello:una sedia,un bastone,un tavolino (se si riesce a sollevarlo) o,meglio ancora,togliersi la giacca o il cappotto e cercare di prendere dentro il coltello senza ferirsi.O togliersi la cintura e usarla per frustare il viso dell'aggressore (sembra una stronzata ma può essere sufficiente a farlo desistere dal suo proposito).

    PS a proposito degli addominali:puoi avere anche la muscolatura di Ronnie Coleman ma non ti proteggerà da una pugnalata.Le lame fendono le fibre muscolari senza il minimo problema.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Koryo
    Lv 6
    9 anni fa

    Questo video dovrebbe toglierti ogni dubbio sulle potenzialità dei coltelli:

    http://www.youtube.com/watch?v=I7jh3JGMXLU

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    Ok che questo è praticamente un coltello da guerra, ma non è che le versioni tascabili facciano meno male.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    esattamente si, un coltello, o una qualsiasi arma da taglio, di modeste dimensioni, e in mano ad una persona determinata e pronta a tutto, diventa un oggetto estremamente pericoloso. in caso di aggressione con coltello, Anche un esperto praticante di discipline mirate alla difesa personale (krav maga, systema ) il 90 per cento delle volte si ferisce in modo lieve, grazie alla sua conoscenza sull autodifesa, ma anche se in maniera lieve, ne esce ferito. figuriamoci uno che neanche non ha un minimo accenno di difesa. Tutti quegli omicidi che sentiamo per tv, " uomo accoltella l'ex moglie con 20 fendenti, schiena , torace , gola ,collo e altre varie parti del corpo, non è nient'altro che il raptus dell'aggressore, che , essendo in preda alla collera, scaglia accoltellate, ma non mirate a punti vitali, diciamo "dove becco, becco". è la vittima che una volta ferita, si racchiude in se stessa per cercare una difesa e inizia a ruotare su se stessa, dando così all'aggressore, tutto il corpo. inoltre , il coltello,strano ma vero è molto più pericoloso di un arma da fuoco ,(dalla corta distanza) in quanto il pericolo ( il proiettile in questo caso ) proviene da una sola direzione ( canna). per eliminare il pericolo, (può sembrare semplice ma nn lo è) bisogna deviare la canna e uscire dalla sua traiettoria. ( ovviamente questa situazione deve essere a distanza ravvicinata, esempio : pistola puntata alla testa). con un coltello invece, puoi adoperarlo in mille maniere, sei sicuro che riesci a ferire, e la lama puntata sul collo della vittima, provoca uno choc talmente forte che pietrifica dalla paura quest ultima. e ovviamente , il disarmo è molto difficile . inoltre se inizi a praticare corsi di autodifesa, ti verrà insegnato come difendersi ma anke come attaccare con un arma bianca e se uno impara bene, diventa quasi invincibile, a mano armata. siamo fatti di carne, nn ci sono addominali ne muscoli che tengano una lama.

    Fonte/i: insegnamenti di krav maga. tecniche di attacco e disarmo aggressore a mano armata .
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    si vede che nn hai mai mangiato carne e come mestiere non farai mai il serial killer

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ma sei normale?i coltelli sono pericolosissimi...entrano eccome...anche nella pelle di un elefante(anche se non gli riporterebbe gran danno a differenza nostra)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Il coltello utilizzato come arma è pericoloso e letale, c'è da dire però che può risultare difficile usarlo di punta se non si è agili e veloci nei movimenti. Meglio usarlo di taglio con fendenti veloci (ad X per intenderci) difficili da parare per l'avversario.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • xD

    i vestiti fermano una lama?

    Com dipende anche dalla lama se è un coltello da combattimento entra facilmente, se è dentato esce difficilmente.

    Mettendo caso che è un omicidio con armi casuali , cambia poco! se è un coltello con forza nelle zone molli (senza sotto ossa) entra facilmente si...

    nelle ossa si ferma la lama ma, il danno lo hai gia avuto sangue, dolore ,panico.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    per leonardo secondo me invece levarsi il capotto o la cinta anche se fai 2 passi indietro gia sei morto! -.- VEDETE TROPPI FILM SECONDO VOI UNO KE VUOLE UCCIDERE ASPETTA KE TU REAGISCA? ALMENO SE LO DOVESSI FARE IO NO! POI SE ESISTONO COJO.NI ALLORA PURE PURE! E COMUNQUE L'UNICA COSA è DARGLI I SOLDI SE LI VUOLE, FARE CIO CHE DICE LUI, SE POI TI VUOLE PROPIO UCCIDERE ALLORA OVVIAMENTE NO QUELLE KAZ.ZATE MA PROVARE A TORGLIELO SE è DISTANTE CON UN CALCIO SULLA MANO E SE ARRIVA DA VICINO CON LE MANI! OVVIAMENTE I TAJI ARRIVERANNO MA BISOGNA STARE LO STESSO TRANQUILLI è UNA COSA DA PAZZI MA è COSI, UNA DONNA NON CI RIUSCIREBBE MAI PERKE APPENA VEDONO IL SANGUE HANNO PAURA! E TI SHOKKI TI DEVI PREPARARE, E SE NON CI RIESCI ALLORA PREPARATI ALLA MORTE! OVVIAMENTE LA PAURA CI SARà SEMPRE è OVVIO è UNA SENZAZIONE UMANA KE DICE IN ROMANO "AO GUARDA KE TE STANNO A FA FORI??? FA QUARKOSA!!" E OVVIAMENTE CI DEVE ESSERE PERò L'IMPORTANTE è KE NON SIA UNA COSA ESAGERATA, OVVIAMENTE NON è FACILE STARE TRANQUILLI CON POCA PAURA INVECE DI ESSERE AGITATI! PERò TI PREPARI VELOCEMENTE PSICOLOGICAMENTE MA ANKE IO SICURAMENTE NON NE SAREI CAPACISSINMO PERò QUANDO TI VOJONO FARE FUORI ORA MAI KE ENTRA STO COLTELLO CAPISCI GIA KE ORAMAI NON SI PUO FA!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.