Ebony ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

domanda cruda: un bambino (o una bambina) che subisce violenze sessuali da parte di un padre...?

che rapporto stabilisce con esso, solitamente?

Poiché non si rende conto di quello che gli succede, continua ad avere con lui un rapporto "Normale", di relativa serenità, è ne è impaurito?

Lo allontana?

grazie a tutti per le spiegazioni

Aggiornamento:

Luca: spiegati, potresti aver detto una cosa sensata!

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    "Papà non è un orribile mostro, non è vero? È un brav'uomo. Però comanda un posto orribile".

    Frase tratta da "Il bambino con il pigiama a righe"... Lo so gli argomenti sono completamente diversi ma il dubbio che assale il piccolo Bruno, otto anni, figlio di un ufficiale nazista inviato a comandare un campo di sterminio, è il dubbio del non detto, del sottinteso, di una realtà in cui ciò che è mendacemente taciuto viene visto di riflesso attraverso lo sguardo di un'innocenza che si scopre tradita.

    Lo allontana? Probabilmente non subito... ma un bambino per quanto non si renda conto di quello che succede, per quanto non sappia distinguere le cose giuste da quelle sbagliate, non DIMENTICA...

    Non c'è un lieto fine... Non c'è nulla di magico o fantasioso... Non c'è niente di quello che dovrebbe essere la vita di un bambino... E certe cose dentro rimangono...

  • Anonimo
    10 anni fa

    Come quella subita da una madre, ovvero di merd.a, ad es. le insegnanti di Pistoia, o quelle di Pavia o quella di qualche tempo fa etc , queste donne come si rapporteranno ai figli, soprattutto maschi? Potremo fidarci di lasciare i nostri figli a donne rancorose che sfruttano la loro posizione in assenza dei genitori per far del male ai minori? Che rapporto di "relativa serenità" potranno avere..non so, consiglio un attento "monitoraggio" a chi lavora in certe strutture, se è il caso denunciare con molta discrezione per accertamentiprima

  • 10 anni fa

    Io penso che la tua domanda, piu che cruda, è una domanda del càzzo....

    I bambini ricordano...tutto!! Figuriamoci una violenza sessuale.

  • Anonimo
    10 anni fa

    E' influente l' età. Ma capita spesso, se i bambini sono abbastanza piccoli, che non si rendono nemmeno conto di quello che succede, lo accettano come una realtà, un gioco, un po' buffo sicuramente.

    Altrimenti, subendo il trauma, creano una barriera protettiva attorno ai ricordi di quei momenti, così da isolarli e non ricordarsi piu' di nulla. E' piu' frequente nel momento della crescita questo avvenimento.

    C'è poi chi mantiene intatta la memoria, capendo la strana "normalità" di quei gesti: capita allora che si chieda delle spiegazioni e ci si arrivi ad una verità scomoda e difficile. Dalle parole, sguardi, smorfie degli altri chiunque si rende conto di quello che non va in una determinata azione, ed ecco che si comprende la violenza (fisica e/o mentale), la diversità... solitamente seguiti da un trauma dei pensieri e della comprensione.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    non credo che si comporti normalmente avrà il terrore di lui... assurdo non le posso sentire queste cose mi danno rabbiaaaaaaaaaa!!

  • 10 anni fa

    Per prima cosa ne rimarrebbe traumatizzata e penso, nonostante un bambino non possa capire il gesto, ne capisce la sofferenza in cui gli viene fatto qualcosa che lui non vuole! Io penso che all'inizio abbia timore del padre....crescendo, diventa rabbia, odio!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.