promotion image of download ymail app
Promoted
Luca ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 9 anni fa

Perché si dall'antichità l'uomo teneva coperti i sui genitali?

mi sono posto questa domanda da parecchio tempo. mi sono sempre chiesto per quale motivo, anche nella preistoria, in tutte le rappresentazioni che vediamo, il pene o la vagina sono coperti, perché l'uomo ha coperto proprio quelle zone? ora a noi sembrerebbe impossibile e imbarazzante camminare con quelle zone scoperte, ma perché allora se qualcuno ci vede i piedi, le mani, le orecchie.. o qualunque altra parte del corpo non ci imbarazza? Cos'è che ha spinto a celare quella parte? in fondo come sono diversi i genitali da persona a persona, lo sono anche le mani, i piedi, la faccia, e tutte le altre cose. Io non so darmi una risposta. voi?

Aggiornamento:

rileggendo la domanda mi sono accorto di due lettere mancanti, mi scuso

10 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ci terrei a specificare che molti uomini di diverse tribù africane possiedono i genitali in bella vista. Ma parlando dell' uomo preistorico non si può con certezza affermare che usasse coprire le proprie parti intime ma ,se ciò avveniva, accadeva solo per un semplice "fattore igenico" (sono ipotesi) si sa che l' apparato riproduttivo è molto sensibile e dopo aver acquisito la posizione eretta non vi era più possibilità di coprirlo tramite l' interno coscia per proteggere questi apparati (sensibili alle temperature) dal freddo,e dal terreno, per le donne poi vi era anche il periodo mestruale che recava molti disagi per cui ci si copriva con pelli e quant'altro, col senno di poi nacque il senso del pudore , derivante dalla consapevolezza che l' apparato riproduttivo è fondamentalmente una parte intima e delicata.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    per una ragione pratica

    se si ti muovi o lavori quelle parti impicciano.

    Meglio coprirle e proteggerle.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Geo
    Lv 7
    9 anni fa

    Venivano usati anche astucci penici, che nascondevano il membro virile.

    Ci sono popolazioni in cui la nudità è completa, ma probabilmente il fatto di nascondere i genitali maschili serviva ad evitare competizioni sulle misure, in modo da rafforzare i legami sociali fra maschi :-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Potrebbe essere per un senso di protezione nei confronti di una parte del corpo considerata fondamentale per il proseguimento della specie.... ma è solo una mia personale idea, non so fino a che punto possa essere esatto.

    Ciao ^^

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    sinceramente non saprei dirti, forse già esisteva il senso del pudore?? o semplicemente per proteggere parti del corpo soggete ad infezioni o altro, insomma per una sorta di igiene personale.

    ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Roby
    Lv 6
    9 anni fa

    Hai mai provato a correre o a nuotare nudo? Sballonzola da tutte le parti e impedisce i movimenti, senza contare la protezione dal freddo e dalle infezioni per le donne sedersi per terra con gli organi genitali esposti a punture d'insetto , spine etc. non è il massimo , senza contare che anche le cavernicole saranno state vanitose e volevano sfoggiare la pelliccia.

    Poi è partita la religione ed è stato inculcato il pudore dall'alto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • A coprirsi erano di più gli uomini e, ritengo, non per pudore, che non esiste in natura, ma per evitare di danneggiare parti delicate e sensibili, Oltretutto , andare a caccia, inerpicarsi, magari fare a botte con un avversario, non sono attività che si combinino bene con le pudenda al vento!

    Buona serata.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Hai detto bene, si tratta di "rappresentazioni" che subiscono l'effetto dei nostri taboo e influenze sociali. In realtà nell'antichità le persone si coprivano con pelli o altro a un solo scopo: proteggersi dal freddo, concetti come il pudore sono puri derivati dalla nostra cultura e religione. A dimostrare questo nell'800 le caviglie erano considerate erotiche e nelle rappresentazione dell'800 i nostri antenati (ancora teorizzati all'epoca da Darwin) erano rappresentati con calzature.

    Non so quanto questa teoria sia veritiera, ma del resto per quanto ne sappiamo noi i nostri antenati magari giravano coperti al 100%

    Pensa anche alla leggenda di tarzan,non credo proprio che un uomo nella giungla si preoccupi d'avere il mutandone come film e rappresentazioni vogliono farci credere XD

    spero d'averti aiutato :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • bella domanda....stellina....ma nn sò risp

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    ma scusa tu non te le metti le mutande????

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.