Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneEducazione - Altro · 10 anni fa

Aiuto sul libro "La solitudine dei numeri primi"? Grazieee?

Ciao a tutti! Allora devo fare la scheda bibliografica di questo libro. L'ho letto e mi è piaciuto molto ma mi servirebbe un aiuto sulla trama. Potreste dirmi qualcosa? Circa una decina di righe.

Per favore, non copiate da wikipedia o dalla copertina del libro perchè quello saprei farlo da me :) Mi serve qualcosa di vostro. Grazie mille in anticipo.

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    I protagonisti della vicenda sono Mattia e Alice. Il libro inizia presentandoceli da bambini, e segue piano piano lo scorrere (e l'intrecciarsi) delle loro vite fino all'età adulta. Mattia è un bambino prodigio, con un'intelligenza fuori dal comune, che riesce bene a scuola con una semplicità imbarazzante. Ha una sorella, Michela, che purtroppo soffre di autismo. Alice è invece una bimba goffa, impacciata, che si vede brutta. Ha un padre autoritario. I due non si conoscono ancora. Entrambi però, da perfetti estranei, avranno una cosa che li accomunerà per tutta la vita: vivranno una vicenza nell'età dell'infanzia che si ripercuoterà sulla loro vita futura. Mattia viene invitato, all'inizio del libro, a una festa di compleanno. La classica festa di compleanno (dove tutti ci sono stati almeno una volta nella loro vita). Vergognandosi della sorella, le chiede di rimanere ad aspettarlo in un parco vicino a casa, dicendole che sarebbe tornato presto. La sorella scomparirà per sempre, senza venire mai ritrovata.

    Alice, invece, è costretta dal padre a prendere lezioni di sci (che odia). E' una giornata di nebbia, e a un tratto si accorge che deve orinare. Cerca un posto riparato per farla, ma all'improvviso cade in un dirupo. Si romperà una gamba, starà al freddo tutta la notte, con la paura di morire. Verrà ritrovata viva il giorno successivo.

    Dopo queste due esperienze non saranno più le stesse persone che erano. Il racconto passa ad esaminare i due da adolescenti. Mattia, ragazzo da sempre allegro, diventerà apatico, cadendo in una sorta di torpore. Non parlerà quasi più con nessuno, vivendo in un suo mondo immaginario. Un mondo fatto di numeri, il mondo della matematica. Passerà le sue giornate studiando, e non notando più le parole degli altri, gli sguardi, le risate, ma solamente come il mondo della fisica si riversa nel mondo. Alice, dopo l'incidente, rimarrà meomata per tutta la vita. Camminerà in maniera claudicante, e questo le farà scaturire sentimenti di gelosia verso le altre compagne di scuola, più belle e spigliate, cadendo vittima anche del bullismo. I due protagonisti si conosceranno alle superiori e vivranno un'amicizia strana, quasi un amore, ma in una maniera diversa da come si intende solitamente. Un amore freddo, basato più sulla convizione della loro differenza rispetto a tutte le altre persone che li circondano che su un amore di tipo tradizionale. Staranno assieme per un periodo, poi lui, ormai laureato in fisica, partirà per l'estero. Alice, conoscendo la storia di Mattia, incontrerà in un ospedale (dove lavora il suo fidanzato) una ragazza autistica, che era stata trovata abbandonata anni fa. Pensando che possa essere Michela, Alice scrive una lettera a Mattia, chiedendogli di tornare in Italia. Lui non ci pensa due volte, e ritorna. Lei non avrà mai il coraggio di dirle dell'incontro con la sua presunta sorella, e passeranno il pomeriggio insieme. Scoprirà di amarlo ancora ma lui, perso ancora nel suo mondo, e vedendo che troppo cose sono cambiate da quando erano adolescenti, preferirà ripartire. E l'amore tra i due non si coronerà mai.

    Fonte/i: Io (ho letto il libro).
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.