fabrifab81 ha chiesto in SportArti marziali · 10 anni fa

Avete mai contemplato di dovervi difendere da un attacco di CANE di taglia importante?

Per quanto possa essere triste l' ipotesi, non mi sembra un' eventualità impossibile trovarsi a mani nude contro un cane aggressivo e potenzialmente letale.

Quindi, se l' atteggiamento non dovesse bastare, quale strategia usare..?

Da praticante di karate mi verrebbe da escludere qualsiasi tentativo di presa con bloccaggio.

Mi verrebbe da prediligere i calci.

Vedendo però come riescono i cani ad intercettare i frisbee al volo, avrei qualche riserva ad usare un mawashi-geri, forse preferirei un mae-geri diretto al muso, sfruttando anche la protezione della suola della scarpa (ammesso che non sia scalzo ovviamente).

Escluderei le spazzate dato che le zampe sono 4 e non 2..

Non conoscendo bene i cani però non conosco il loro modo di attaccare gli umani..

Quindi se qualche artista marziale ha le idee più chiare sull' argomento è il benvenuto.

Aggiornamento:

@ kenshiro: quando si parla di difesa il primo obiettivo è "non prenderle". A me basterebbe il minimo per mettere in sicurezza me ed altre potenziali vittime.

@B sad: rispetto la tua idea ma mi sorge un interrogativo. Secondo me usare i pugni significa inevitabilmente accorciare la distanza e non so quanto possa convenire.

Se si rimane in posizione eretta i pugni bassi arrivano molto poco lontano dal corpo (le zanne davanti ai testicòli non dovrebbero dare proprio una bella sensazione).

Se invece si schiaccia la posizione o si espone almeno una gamba, o si diventa poco reattivi..

Non avendo cani non mi rendo conto di quanto possono essere veloci.

Aggiornamento 2:

@ Dirty rider: questa storia di farsi la pipì addosso mi incuriosisce.. Ma quale "ragionamento" dovrebbe fare il cane una volta sentito il mio odore di urina..?

19 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    10 anni fa
    Risposta preferita

    L'attacco di un cane è un grosso rischio. L'istinto di un cane è di attaccare ciò che lo spaventa maggiormente, che in genere non sono gli arti, bensì il volto, in quanto ciò che produce rumori o che "esterna" maggiormente aggressività.

    Lo strumento di attacco sono ovviamente le fauci. Non tanto per i denti, quanto per la forza che riescono ad esercitare le mandibole, che è davvero impressionante. Tuttavia, bisogna considerare che il cane non riesce fondamentalmente ad attaccare senza entrare ovviamente a portata.

    Altra importante considerazione. L'attacco prevede l'apertura delle fauci. Di conseguenza, qualsiasi bersaglio superi le dimensioni delle fauci, non potrà essere morso. Ecco il motivo per cui il cane che attacca tende a ruotare la testa in base a ciò che sta attaccando, cercando ovviamente di convalidare una morsa salda.

    Ultimo fattore da considerare, è la velocità di un canide. Sono tutti più rapidi di un essere umano, sopratutto nello scatto, grazie alle quattro zampe.

    In base a queste considerazioni, possiamo affidarci ai calci unicamente se siamo certi di essere più rapidi del cane. E' sufficiente un calcio più lento, per ritrovarsi il cane addosso, magari passando proprio sotto la gamba. Difendersi attivamente da un cane diventa questione di tempismo. Il modo più adeguato di combattere contro un cane, è l'utliizzo di pugni e schiaffi, gomiti e ginocchia.

    Qualcuno avrà storto il naso quando ho parlato di schiaffo. Basti pensare tuttavia che una mano, con le dita distese, posta perpendicolarmente al muso di un cane, nella maggior parte dei casi ne supera l'apertura mascellare. Di conseguenza, con il giusto tempismo, uno schiaffo può deviare ed allontanare un muso, dove magari un pugno verrebbe preso giusto nella morsa del canide. Gomiti e ginocchia ci saranno particolarmente utili qual'ora il canide riesca ad avvicinarsi troppo, magari persino a morderci o mentre tiene la presa. Attenzione: è importante sapere che in caso si sia finiti nella morsa di un canide, bisogna colpire in modo deciso, secco, e NON ALLONTANARE. Un morso è capace di strappare via la carne senza problemi.

    I punti vulnerabili del cane sono principalmente due.

    Il tartufo. Indice dello stato di salute di un cane, è ovviamente estremamente sensibile. Colpire il tartufo del cane significa nel minore dei casi stordirlo, nel maggiore anche ucciderlo, ma è fortunatamente un caso remoto. Il problema, è che il tartufo può essere colpito efficacemente solo quando il muso è bloccato. Bel probelma: in caso contrario infatti, il cane assorbirebbe il colpo scaricandolo sul collo che è muscolarmente molto sviluppato.

    Le zampe. Benchè molto forti, gli arti del cane sono senza dubbio bersagli più facili da danneggiare, tenendo conto delle possibilità delle articolazioni, relativamente più approcciabili del tartufo, e al contempo bersagli molto utili. Ridurre le capacità motorie di un bersaglio mobile è infatti un vantaggio indiscutibile. In particolar modo, le zampe posteriori: sono quelle "motrici", le anteriori sono sostanzialmente un appoggio. Non è infrequente infatti che un cane riesca a spostarsi tranquillamente zoppicando con una zampa anteriore in meno. Al contrario, una lesione alla posteriore è determinante.

    Un invito tuttavia a considerare che i cani, sono creature semplici, che non hanno alcun motivo per far del male. Evitiamo di provocare queste povere bestiole, che se mostrano cattiveria, riflettono unicamente quella dei padroni.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Mi è capitato...avevo un Siberian Husky ormai morto di vecchiaia,ed era un bonaccione,lo stavo portando a spasso e due dobbermann di un vicino lo assalirono..non faccio arti marziali,ma due calci nelle gengive ben assestati li so tirare ugualmente. Certo non sono un super eroe,probabilmente me la cavai in questo modo perche erano impegnati ad attaccare il mio cane

  • bella domanda

    io me la sono sempre chiesta e ho sempre detto che un cane arrabbiato di taglia grossa come pitbull ecc è molto piu diffile di un uomo da mettere fuori combattimento...

    a mani nude....

    Cmq detta in modo semplice ci vuole aggressività , calci in testa, sul mento e sul naso.

  • 10 anni fa

    la sorella del mio amico addestra i cani e mi ha detto che se la situazione è proprio critica devi coricarti per terra e farti la pipì addosso.. ammetto che sarebbe imbarazzante, però ammetto anche che davanti a un rottweiler abbastanza inc@zzato lo farei..

    ci sono delle possibilità di vittoria avendo come avversario un grosso cane.. per quanto grosso massimo massimo sarà grande come una persona.. però calcola che avere la vittoria non significa che te ne vai senza nemmeno un morso

    e un morso di un molossoide come può essere un roit, o un pitbull, o un corso può staccarti un braccio..

    sinceramente preferisco la pipì..

    -----------------------

    se sei nel territorio del cane o cmq in quello che lui pensa che sia il suo territorio, il cane tende ad essere aggressivo per farsi rispettare e tenerlo suo.

    stare coricati a pancia in su per i cani è già segno di resa, se poi ti fai anche la pipì addosso il cane capisce che tu sei sottomesso a lui quindi non sei un pericolo per il suo territorio e dopo un pò se ne andrà..

    premetto che non sono un esperto di cani ma mi interessano molto e una volta mi è successa una cosa del genere.. ho chiesto a lei che li addestra e mi ha detto di fare così in caso di attacco..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Tuc
    Lv 4
    10 anni fa

    carina la domanda... cmq credo che se capissi di nn riuscire a scappare cercherei di non farmi attaccare in faccia o al collo sopratutto... cercherei di anticiparlo per riuscire a sferrargli qualche colpo al muso, con la parte del corpo + adatta sul momento... possibilmente calci diretti al muso. credo però che parliamo di situazioni in cui ci va tutto bene, se un cane inferocito ha intenzione di ucciderti consapevole o non di quello che sta facendo, abbiamo poche speranze, e poi la calma è difficilissima da controllare in un momento così... la maggiorparte delle persone agirebbero di istinto scappando o gridando in vano.. buona fortuna ti auguro che non succeda mai! :)

  • Anonimo
    10 anni fa

    una domanda interessante...io penso che l' importante sia non farlo avvicinare, la cosa + semplice ed efficace potrebbe essere una calcio a frusta di punta alla testa, possibilmente sotto il muso..

    certo povere bestia, mi darebbe fastidio colpire un animale perchè non agisce mai x cattiveria ma x istinto, quindi non lo considererei consapevole delle proprie azioni....

  • Anonimo
    7 anni fa

    Mi è già capitato di essere stato attaccato da un cane 3 anni fa, era un amstaff senza padrone...o magari lo aveva ma era da solo...stavo passeggiando per il parco e di fronte è arrivato in corsa e la prima cosa che ha fatto è stata di attaccarmi il mio braccio...sono riuscito e togliere il braccio prima che me lo azzannasse...continuavo a tirare calci e sono riuscito ad assestargli un bel calcio sulla zampa e gli ho rotto l'osso, subito dopo sono scappato con successo perché il cane zoppicava. Ho denunciato tt ai carabinieri e il cane era stato abbandonato dal suo padrone senza motivo.

    Fonte/i: Io
  • 10 anni fa

    c'è solo un modo e sono i pugni chiusi sul muso/naso testa null'alto contro un cane tipo dobbermana calci ti devasta ler gambe a morsi mentre un cartone ben piazzato sul muso lo rincretinisce a pugni ...ciao

    colpendolo con un calcio un pastore tedesco ad esempio ti azzannerebbe subito a livello della femorale ed oltre a sbranarti ti farebbe anche cadere per terra con i pugni non lo dovresti colpire frontalmente ma nel mopmento in cui ti attacca saltando tipicamente come farebbe un cane di taglia grossa a quel punto con tempismo mentre salta lo colpisci con un ganciop alla mandibola oppure se ti attacca dal basso ?molto difficile' e non salta a quel pugno un pugno dall'alto verso il baso sulla testa non lo colpiresti a diretti....invece una volta un bulldog ha aggredito mio padre che per difendersi lo ha preso per le zampe dietro ffatto girare e lanciato a 5 metri di distanza però era un bulldog..quindi di taglia piccola

  • Anonimo
    10 anni fa

    i calci sul muso (belli forti è ovvio) stordiscono il cane.

    è come se ti prendono a calci il mento a te, sai che rincoglionimento?!?!?!?!?

  • 10 anni fa

    c'è poco da fare contro un cane feroce...... l'unica cosa che mi viene in mente è quella di colpirlo al muso, che è la zona più sensibile. ( se colpito "bene" c'è il rischio di uccidere la bestia ) oppure di dargli dei pugni in testa ( ma bisogna essere un pazzo per fare queste cose )

    cmq ripeto che secondo me, c'è ben poco da fare contro un cane arrabbiato. LOL

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.