Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Mi è capitato di parlare con delle persone convinte che buttare le scorie nucleari in mare sia nella norma?

Ma lo meritiamo davvero un mondo pulito? Sono un po' demoralizzato...

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Come noto, le fonti di energia fossile sono in esaurimento. Con cosa sostituirle?

    Le fonti di energia alternativa presentano vantaggi e svantaggi.

    I vantaggi ovviamente sono il fatto di utilizzare fonti energetiche non invasive per l'ambiente, appunto "rinnovabili", energie "pulite" che non "consumano" la terra.

    Tra gli svantaggi ce ne sono parecchi:

    In primis va precisato che il rendimento di tali sistemi energetici è scarso, dunque molto spesso non possono e non conviene realizzarli per il semplice fatto che i costi di produzione, manutenzione e smaltimento risultano superiori dei guadagni che essi producono. L'esempio più evidente di ciò è l'energia eolica: essa è anche l'energia più pulita in assoluto (come preciserò nel seguito della domanda) ma di guadagni irrisori. A parte zone fortemente ventose ABITUALMENTE, non conviene installare le pale altrove. Infatti, se dovessimo posizionare le pale eoliche praticamente ovunque, per "prendere ogni soffio di vento" che capita, i costi per metterle sarebbero infinitamente maggiori del guadagno energetico che esse poi produrranno. Le pale eoliche devono essere posizionate unicamente in locazioni in cui il vento c'è con una determinata intensità e soprattutto abitualmente.

    L'energia solare: gli svantaggi direi che sono principalmente due.

    I materiali con cui i pannelli solari vengono costruiti, non durano all'infinito. Devono essere periodicamente sostituiti, e pertanto poi smaltiti. E spesso tali materiali sono addiruttira tossici, dunque lo smaltimento risulta un problema per nulla trascurabile.

    Inoltre, tale tecnologia può andare bene solo per un impiego non troppo "vasto". Mi spiego meglio.

    Si potrebbe ad esempio pensare di sfruttare il deserto del Sahara, tappezzarlo di pannelli solari, così da accumulare un'elevatissima quantità di energia, tanto là non ci vive praticamente nessuno, eccetera eccetera.. ebbene, un uso così estensivo dei pannelli solari, oltre ai problemi di smaltimento già citati, comporta anche altre conseguenze ambientali. Te ne cito una: il cambiamento della riflettività del suolo, una conseguenza del quale è ad esempio l'instaurarsi di depressioni atmosferiche e non trascurabili cambiamenti climatici nella zona interessata.

    Energia idrica: ovvio è l'impatto su flora e fauna. Oltre a ciò dobbiamo però tenere conto della non uniformità del clima nel tempo. Potremmo ritrovarci con centrali idriche presso un fiume in piena un anno, mentre dopo qualche tempo tale fiume risulta talmente ridotto rispetto all'inizio da rendere la centrale non più soddisfacente i requisiti minimi di energia prodotta.

    ______________________________________

    Per quanto riguarda l'energia nucleare, dobbiamo distinguere due tipologie differenti: a fissione ed a fusione.

    Il primo tipo è quello di uso comune, e si basa appunto sull'impiego di elementi quali l'uranio o plutonio. Una buona descrizione del funzionamento la trovi anche su wikipedia.

    Il "difetto" di questa tecnologia è la presenza di scorie radiattive al termine del processo. Tali scorie devono essere smaltite, conservate, tenute "al sicuro" (o meglio, tenere al sicuro la popolazione da esse). Ed il guaio sta nel fatto che il così detto "tempo di dimezzamento" (ovvero, per dirla in modo semplicistico, quanto tempo passa prima che l'elemento non sia più troppo radiattivo) è relativamente lungo. Inoltre, come noto, c'è (benchè molto remoto) il rischio di esplosioni provocanti emissioni radiattive, in caso di gravi incidenti ai reattori.

    L'unica vera fonte di energia pulita e praticamente illimitata ce l'avremo con l'arrivo della fusione nucleare. Essa infatti si basa sull'acquisizione di energia praticamente dall'acqua (nello specifico dal trizio, un isotopo dell'idrogeno), non ci sono scarti radiattivi (come scarti c'è l'elio, che è un gas del tutto naturale), hanno (avrebbero) un rendimento elevatissimo e soprattutto, in caso di problematiche, la reazione si spegnerebbe da sola. Sarebbe impossibile che si verofichino incidenti nucleari, in quanto la reazione non riesce a sostenersi da sola se succede qualcosa al macchinario che la controlla.

    Il problema è che non siamo tecnologicamente pronti per essa.

    La strada migliore sarebbe investire il più possibile per arrivare alla realizzazione della fusione nucleare, ci salverebbe decisamente le chiappe :)

  • 1 decennio fa

    queste persone le scorie le hanno anche nel loro cervello

  • Ragno
    Lv 4
    1 decennio fa

    Il mio senso di ragno mi dice che però costoro, sanno tutto dei personaggi dei reality, anche io mi sento demoralizzato quando sento cose simili, la gente tende a concentrarsi sulle cose più inutili.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Tu sei demoralizzato, io sono angosciato.

    Purtroppo fino a poco tempo fa le scorie si buttavano negli oceani (!!!) è stato proprio l'attivismo di Greenpeace a far interrompere questa pratica stupida e incosciente.

    No non lo meritiamo ma i miei figli e se verranno i miei nipoti sì.

    La mia paura è che quando sarò vecchio qualche giovane mi possa dire: " potevate fare qualcosa e non l'avete fatto" Io cerco di fare qualcosa per il nostro pianeta e per noi, che poi siamo la stessa cosa.

    Fonte/i: Gandhi: "Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia"
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    secondo me l' uomo può fare anche di peggio, ma resta un mistero

  • 1 decennio fa

    Non è una novità che in giro ci sia molta disinformazione e non conoscenza dei problemi veri.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    queste persone ci fanno capire quanta disinformazione c'è in italia: troppa gente non sa nemmeno cos'è il nucleare e crede che le scorie siano come i rifiuti urbani. ps: se non riusciamo a smaltire i rifiuti di napoli, figuriamoci con le scorie radioattive!! che tristezza -.-"

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' pericolossissimo! è ciò che è successo in Giappone.. e non si era mai verificato prima questo problema. Non siu possono più mangiare pesci e molluschi e fare il bagno nel mare causa danni, in più il mare "si muove" quindi arriva anche nei paesi limitrofi.. Non Farlo neee! XD

    Fonte/i: dossier e inserti
  • 1 decennio fa

    Mi sono demoralizzato anch'io leggendo la tua domanda. Non e' possibile che esistano gente come quella con cui hai parlato. Da censurare.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    stavi parlando con dei pazzi

  • 1 decennio fa

    Leggete e diffondete. è importante, nn se ne parlerà molto in televisione... :\

    http://www.facebook.com/event.php?eid=121697031241...

    Fonte/i: Fb
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.