Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 10 anni fa

avete mai preso una zecca?

buon giorno, pongo questa domanda, perché ho sentito dire che quest'anno ce ne sarà un invasione.

sono degli insetti bruttissimi, orribili, penso siano quelli che mi fanno più schifo.

Come si fa a toglierle alle persone?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Esistono alcune precauzioni per ridurre significativamente la possibilità di venire a contatto con le zecche, o perlomeno per individuarle rapidamente, prima che possano trasmettere una malattia. Coloro che si apprestano a recarsi in aree a rischio dovrebbero:

    •vestirsi opportunamente, con abiti chiari che rendono più facile l’individuazione delle zecche, coprire le estremità, soprattutto inferiori, con calze chiare (meglio stivali), utilizzare pantaloni lunghi e preferibilmente un cappello

    •evitare di toccare l’erba lungo il margine dei sentieri, non addentrarsi nelle zone in cui l’erba è alta

    •terminata l’escursione, effettuare un attento esame visivo e tattile della propria pelle, dei propri indumenti e rimuovere le zecche eventualmente presenti. Le zecche tendono a localizzarsi preferibilmente sulla testa, sul collo, dietro le ginocchia, sui fianchi

    •trattare gli animali domestici (cani) con sostanze acaro repellenti prima dell’escursione

    •spazzolare gli indumenti prima di portarli all’interno delle abitazioni.

    Se individuate sulla pelle, le zecche vanno prontamente rimosse perché la probabilità di contrarre un’infezione è direttamente proporzionale alla durata della permanenza del parassita sull’ospite.

    Rimozione della zecca

    •la zecca deve essere afferrata con una pinzetta a punte sottili, il più possibile vicino alla superficie della pelle, e rimossa tirando dolcemente cercando di imprimere un leggero movimento di rotazione

    •durante la rimozione bisogna prestare la massima attenzione a non schiacciare il corpo della zecca, per evitare il rigurgito che aumenterebbe la possibilità di trasmissione di agenti patogeni

    •disinfettare la cute prima e dopo la rimozione della zecca con un disinfettante non colorato. Dopo l’estrazione della zecca sono indicate la disinfezione della zona (evitando i disinfettanti che colorano la cute)

    •evitare di toccare a mani nude la zecca nel tentativo di rimuoverla, le mani devono essere protette (con guanti) e poi lavate

    •spesso il rostro rimane all’interno della cute: in questo caso deve essere estratto con un ago sterile

    •distruggere la zecca, possibilmente bruciandola.

    •Non utilizzare mai per rimuovere la zecca: alcol, benzina, acetone, trielina, ammoniaca, olio o grassi, né oggetti arroventati, fiammiferi o sigarette per evitare che la sofferenza indotta possa provocare il rigurgito di materiale infetto.

    Alla rimozione della zecca dovrebbe seguire un periodo di osservazione della durata di 30-40 giorni per individuare la comparsa di eventuali segni e sintomi di infezione. Se dovesse comparire un alone rossastro che tende ad allargarsi oppure febbre, mal di testa, debolezza, dolori alle articolazioni, ingrossamento dei linfonodi, è importante rivolgersi al proprio medico curante.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Un mio amico quando eravamo alle medie è stato beccato da una in un prato.

  • 10 anni fa

    anche a me non è mai successo, cmq ti consiglio di applicare al tuo cane il frontline della combo, è un prodotto antipulci che si trova in qualsiasi negozio di animali, è davvero efficace, la mia cagnetta in 4 anni non ha mia avuto parassiti, nonostante in estate siamo praticamente ogni giorno al bosco poco distante da casa mia, dove ci sono decine e decine di cani e chissà quante pulci e zecche.

  • se vivi e frequenti luoghi puliti non ne prenderai.... a me fino ad ora vivendo nel pulito non è mai successo di prendermi una zecca...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.