Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 10 anni fa

Nell'inferno i diavoli hanno rapporti sessuali con le dannate?

Aggiornamento:

Vi giuro che non sto scherzando!

13 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    all'inferno c'è solo dolore e tormento nel fuoco eterno ed inestinguibile !!!

    IL FUOCO DELL'INFERNO

    Così seppi continuamente scacciare da me la Grazia ogni volta che bussava.

    Lasciavo libero sfogo al mio malumore in modo particolare su certe rappresentazioni medioevali dell'Inferno nei cimiteri o altrove. nelle quali il demonio arrostisce le anime in braghe rosse e incandescenti, mentre i suoi compagni, dalle lunghe code, gli trascinano nuove vittime. Clara! L'Inferno si può sbagliare a disegnarlo, ma non si esagera mai!

    Il fuoco dell'Inferno l'ho sempre preso di mira in modo speciale. Tu lo sai come durante un alterco, in proposito. ti tenni una volta un fiammifero sotto il naso e ti dissi con sarcasmo: "Ha questo odore?".

    Tu spegnesti in fretta la fiamma. Qui non la spegne nessuno. lo ti dico: il fuoco di cui si parla nella Bibbia, non significa tormento della coscienza. Fuoco è fuoco! è da intendersi letteralmente ciò che ha detto Lui: "Via da me, maledetti, nel fuoco eterno!". Letteralmente.

    "Come può lo spirito essere toccato da fuoco materiale", domanderai. Come può l'anima tua soffrire sulla terra quando ti metti il dito sulla fiamma? Difatti non brucia l'anima; eppure che tormento ne prova tutto l'individuo!

    In modo analogo noi qui siamo spiritualmente legati al fuoco, secondo la nostra natura e secondo le nostre facoltà. L'anima nostra è priva del suo naturale battito d'ala, noi non possiamo pensare ciò che vogliamo né come vogliamo.

    Non meravigliarti di queste mie parole. Questo stato, che a voialtri non dice nulla mi riarde senza consumarmi. Il nostro maggior tormento consiste nel sapere con certezza che noi non vedremo mai Dio. Come può questo tormentare tanto, dal momento che uno sulla terra rimane così indifferente?

    Fintanto che il coltello giace sulla tavola, ti lascia fredda. Si vede quanto è affilato, ma non lo si prova. Immergi il coltello nella carne e ti metterai a gridare dal dolore.

    Adesso noi sentiamo la perdita di Dio, prima la pensavamo soltanto.

    Non tutte le anime soffrono in misura uguale.

    Con quanta maggior cattiveria e quanto più sistematicamente uno ha peccato, tanto più grave pesa su di lui la perdita di Dio e tanto più lo soffoca la creatura di cui ha abusato.

    I cattolici dannati soffrono di più che quelli di altre religioni, perché essi per lo più ricevettero e calpestarono più grazie e più luce.

    Chi più seppe, soffre più duramente di chi conobbe meno. Chi peccò per malizia, patisce più acutamente di chi cadde per debolezza

    http://www.genitoricattolici.org/dannata.htm

    GLORIA POLO, LA DONNA CHE VIDE L'INFERNO

    Non c’è alcun paragone tra l’oscurità di quel luogo e la più totale oscurità della terra quando non potrebbe comparire la luce delle stelle. Questa oscurità suscita sofferenza, orrore e vergogna. L’odore era pestilenziale. Quando infine finii di discendere questi tunnels, io atterrai su una piattaforma. Io che avevo l’abitudine di dichiarare che avevo una volontà d’acciaio e che nulla era troppo per me… là, la mia volontà non serviva a niente, io non riuscivo affatto a risalire.

    A un certo punto, io vidi aprirsi al suolo come un gigantesco baratro e vidi un immenso abisso senza fondo. La cosa più orribile di questo buco spalancato era che vi si percepiva l’assenza assoluta dell’amore di Dio e questo, senza la minima speranza.

    Il precipizio mi aspirava ed io ero terrificata. Sapevo che se andavo là dentro, la mia anima ne moriva. Io ero trascinata verso questo orrore, qualcuno m’aveva preso per i piedi. Il mio corpo entrava ormai in questo buco e fu un momento di estrema sofferenza e di spavento.

    Il mio ateismo mi abbandonò e cominciai a gridare verso le anime del Purgatorio per avere dell’aiuto.

    Mentre urlavo, sentivo un dolore fortissimo perché mi fu dato di capire che migliaia e migliaia di esseri umani si trovavano là, soprattutto dei giovani.

    E’ con terrore che sento lo stridore di denti, grida orribili, e dei gemiti che mi scuotevano nel più profondo del mio essere.

    Mi sono stati necessari degli anni prima di rimettermi perché ogni volta che mi ricordavo di questi istanti, piangevo pensando alle loro terribili sofferenze. Compresi che è là che vanno le anime dei suicidi, che in un attimo di disperazione, si ritrovano in mezzo a questi orrori. Ma il tormento più indicibile, era l’assenza di Dio. Non si poteva percepire Dio.

    http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/glor...

  • 10 anni fa

    appena ci andrò te lo farò sapere... spero solo ci sia una connessione internet cosi da poterti risponderti! magari la scroccano dal purgatorio!

  • 10 anni fa

    solo se ne hanno DANNATAMENTE voglia:-)))

  • Anonimo
    10 anni fa

    ma ci puo stare

    peccato che l inferno e puttanate varie non esistono

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Sìsìsì...Alcaselzer dopo ogni pasto, sennò si fanno sogni strani e domande ancora più strambe!

  • Anonimo
    10 anni fa

    Perchè no? Dopo tutto anche i diavoli possono avere i loro "piccoli momenti di felicità" XD

  • 4 anni fa

    certo mia madre viene ******** e ******** tutte le notti tra le fiamme dell'inferno e dopo averla fatta godere gli fanno delle torture tremende poi, come dissi l'Inferno è ripetizione, la piaghe in pochi minuti si rimarginano e riprende il gioco

  • Fra88
    Lv 6
    10 anni fa

    Ma che domanda è XD?

  • Anonimo
    10 anni fa

    Credi all'inferno?

  • Quando morirai glielo chiederai.

  • Anonimo
    10 anni fa

    -.- nn credo esista questa possibilità.. Poi, io non sono nessuno per conoscere certe cose, ma non credo -.-

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.