promotion image of download ymail app
Promoted

Cosa si sente durante un parto naturale con epidurale?

Ho avuto sue parti naturali ma senza epidurale, anno 2001 e 2005 non so perché ma non mi venne offerta questa possibilità, forse non era praticata nell' ospedale della mia città ma leggendo alcune risposte ho la curiosità di sapere come procede un parto con epidurale, in quale momento della dilatazione viene effettuata e la donna quale impulso sente.

Non conosco nessuno che l' abbia fatta.

Vi va di raccontarcelo?

Grazie

Aggiornamento:

opss. non sue ma DUE!

Aggiornamento 2:

Willow non ci crederai ma l' ho fatto SOLO per te!!!ah ah ah ah ah ah ah

Aggiornamento 3:

@Alice....grazie ma quindi al momento dell' espulsione eri ancora sotto effetto epidurale?e ti dicevano loro quando spingere?

Aggiornamento 4:

scusa altra domanda: l' hai chiesta a 4 cm ma avevi già degli accordi prima , in pratica avresti anche potuto non farla ma l' anestesista era lì pronto per te?

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Nella clinica dove ho partorito io l' epidurale viene praticata a 2 cm di dilatazione. In caso di travagli molto lunghi o se la dilatazione procede lentamente anche prima. ( così ci avevano detto al corso pre-parto).

    Io l' ho chiesta a 4 cm dopo la rottura spontanea delle acque ( prima non ne sentivo la necessità).

    Mi hanno condotta in sala parto, mi hanno fatto una flebo di ossitocina ( questo l' ho saputo alla visita di quarantena) e hanno proceduto.

    Il tempo di disinfettarmi la schiena, di farmi le anestesie locali ( tra una contrazione e l' altra) , l' epidurale; il tempo che faccia effetto ( non è immediato, circa 10 min) è passata mezz' ora.

    Non percepisci più il dolore ma solo una pressione ( indolore!). Ho detto all' ostetrica che sentivo una pressione in vagina, mi ha visitata e mi ha detto : " Sei completa, 10 cm! "

    Ho aspettato il ginecologo ( 10 min circa) e non sentivo assolutamente NULLA. Avevo però una piena sensibilità degli arti.

    Ho iniziato a spingere, senza l' impulso di farlo. Sentivo la " pressione " il mio ginecologo mi dava l' ok ( le vedeva dal monitor e dall' indurimento della pancia) .

    La vagina brucia comunque ... non vedevo l' ora che nascesse.

    Episiotomia ( non l' ho sentita) e nascita :-)

    Per i punti mi hanno fatto un' ulteriore anestesia locale ( l' epidurale non bastava).

    Sono stata due ore in sala parto con mio marito e mio figlio ( qui da noi è obbligatorio) poi mi hanno riportata in camera mia.

    Mi sono alzata e sono andata a fare pipì ... camminavo bene.

    ------------------------------------------

    Da premettere : ho partorito in Svizzera pertanto non so quale sia l' iter italiano.

    L' analgesia avrei anche potuto non farla. Avevo l' anestesista a disposizione 24/24 e 7 giorni su 7. Dal momento che mi si sono rotte le acque, le contrazioni hanno iniziato a fare male sul serio. Si era accorciato l' intervallo di tempo tra una e l' altra e si era allungata la contrazione. Mi sono spaventata e l' ho chiesta immediatamente. Avrei potuto non chiederla ( ci mancherebbe!) come avrei potuto richiederla prima.

    --

    Dal momento che l' epidurale ha fatto effetto, le contrazioni le percepivo sotto forma di pressione; ma non sentivo il minimo dolore.

    Durante l' espulsione, spingevo quando sentivo la pressione in vagina. La spinta mi veniva anche confermata dal ginecologo.

    Non ho avuto nessuno stimolo di spinta, spingevo a comando. ( Ci sono molte donne che nonostante l' epidurale hanno lo stimolo).

    Praticamente era tutto un : " Spingi, spingi spingi, pendi fiato, spingi, ancora, ancora. Bravissima adesso rilassati " , in attesa della prossima. Mio figlio è nato in una decina di spinte , forse anche meno.

    Posso fartela io una domanda sul parto completamente naturale?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • mi metto in coda anche io..nel mio ospedale non la offrono gratuitamente ma alla modica cifra di 800 euro per cui non ho nemmeno potuto prendere in considerazione la cosa..io so che la fanno (nel mio ospedale sempre perchè ho sentito cose diversissime..)a 5 cm di dilatazione ma solo se il travaglio non sta procedendo troppo velocemente perchè poi l'effetto deve esser passato nella fase espulsiva..a queste condizioni si, ti darà sollievo e potrai riprender fiato prima delle spinte finali ma non mi pare sia un grande aiuto..

    -------------

    quando mi ero informata io mi avevano detto 5 cm minmo perchè troppo presto rischia di bloccare il travaglio in quanto ti rilassi troppo..poi comunque il travaglio si considera iniziato a 2-3 cm di dilatazione, io sono arrivata in ospedale dilatata di 3 cm con il primo, 4 con la seconda, se me l'avessero fatta subito..magariiiiii!!

    e quando capita che nella fase espulsiva ci sia ancora l'anestesia è vero che è possibile partorire guidate dall'ostetrica ma è comunque più pericoloso perchè spingere a comando senza sentire lo stimolo ti garantisco che non è la stessa cosa, quando hai lo stimolo spingi con una forza che non è umana e che non riusciresti mai ad avere se non appunto per uno bisogno così impellente e irrefrenabile e quindi la storia si allunga e il bimbo potrebbe andare in sofferenza rimanendo a lungo nel canale vaginale..insomma, è un rischio..

    aspettiamo le esperienze di chi ne sa di più..io ripeto che vado per sentito dire e non per esperienza quindi probabile che mi sbagli..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Già... anche io sono curiosa........ sì sì...

    Così mi tiro un po' su, dopo tutte le cosine "carine" che ho letto !!

    DAVVERO????? MITICAAAA !!! Grazie !!! Smack !!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    A me mi hanno dato una pompetta che dovevo premere quando sentivo il dolore forte, ma doveva passare un tot tempo prima che potevo ripremerla, il bimbo e le contrazioni erano monitorati quando mi sono addormentata mio marito vedeva il tracciato e quando vedeva che stava arrivando il picco premeva la pompetta, diciamo che per me era come rinascere visto che non avevo chiuso occhio per 5 giorni ed ero stanchissima. Poi 6 ore prima che nascesse me l' hanno tolta per indurmi al parto e dicendomi che dovevo sentire le spinte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ciao,

    io non sono incinta ma ho letto che viene effettuata a 3 cm di dilatazione e oltre.

    alcune dicono di aver sofferto ugualmente altre che non si sente assolutamente nulla.

    quello che è vero è che prima viene fatta meglio è....nel senso che la dose di anestetico è poi minore.

    un bacione.

    ************************

    io ho sentito che se il travaglio è ben avviato te la fanno già a 2-3 c di dilatazione; può essere che ogni ospedale ha la sua prassi.

    molte donne arrivano alle spinte con epidurale in corpo e l'ostetrica le guida.....

    ma un momento, se non sbaglio Arianna ha fatto epidurale....vediamo se trovo la sua spiegazione.....

    niente non trovo più la sua risposta.

    speriamo legga la domanda.

    *** ***** ****** *****

    Sì sì anche io vado per sentito dire, ma molte volte se richiesta subito viene fatta se tutto va bene.

    hai anche ragione tu per le spinte ma sò di gente che ha partorito sotto effetto dell'epidurale e divceva che le spinte si sentono benissimo perchè senti contrarre la pancia non percepisci solo il dolore.

    Anche Vale,Alan e Melissa ha fatto epidurale.....

    Comunque anche se senti lo stimolo di spingere è pur sempre l'ostetrica a guidarti.....

    non sò aspettiamo esperienze dirette :-))

    baci.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.