Volevo ascoltare qualcosa di Zappa, e fin qui non ci sono problemi...?

... ma visto che ha pubblicato più di 50 album, mi sento un pò confuso...

con cosa cominciare escludendo live, postumi e raccolte/best of ?

5 risposte

Classificazione
  • Krapac
    Lv 6
    9 anni fa
    Migliore risposta

    La carriera di Zappa è lunga, forse non tanto in senso cronologico, ma dal punto di vista della quantità, dato che era prolifico in maniera disumana.

    Adesso, devi decidere se iniziare con i Mothers oppure con lo Zappa anni '70/'80; dato che di solito si inizia da qui.

    Zappa con i Mothers, per goderlo appieno, bisogna conoscere bene la lingua inglese, dato che i testi sono fondamentali. In questo periodo Frank era estremamente sperimentale, i punti saldi (a mio parere), sono:

    Freak Out! : scordiamoci l'esistenza di qualsiasi genere, qua si sente di tutto. L'intero album è una rappresentazione dell'America costituita da delle persone ignoranti e celebrolese, dipendenti dai media, ma sopratutto sotto la supervisione di una sorta di Grande Fratello, ossia una grande potenza autoritaria. (cit. 1984) [Who are the brain Police?]

    Absolutely Free: Tipica satira politica e sociale, molto fondata e "aggressiva" (nel senso buono). Un altro esempio della sperimentazione zappiana, ma diverso dal primo lp; qua infatti le tracce sono collegate, quasi a formare delle suite con ogni lato dell'lp, questa tecnica ritornerà negli album di Zappa anche nel futuro.

    We're only in it for the money: Una figata. Sempre una sperimentazione costante per tutto l'album, ma qua vengono parodiate la cultura hippie e, in generale, l'America "flower power", oltre ad una satira sulla vita in USA.

    Lo Zappa in singolo fondamentalmente non cambia, ma le differenze ci sono e si sentono, da tutti i punti di vista. Per inziare ad ascoltare Frank da solista, consiglierei qualcuno tra questi album:

    Hot Rats: Primo album del baltimorese da solista, ed è una pietra miliare. Tra i collaboratori si legge pure un Captain Beefheart (anche amico d'infanzia di Zappa), che presta la sua voce in una traccia (Willie the Pimp). Musicalmente l'album sembra abbandonare il "rock" dei Mothers, per avvicinarsi più al Jazz, anche se non si può comunque limitare ad un genere. Questo è un must, per chiunque.

    Chunga's Revenge: Inutile dire che non si può catalogare in un genere, ma volendo si può dire che è un mix tra lo Zappa con i Mothers e lo Zappa solista che si era visto fino a quei tempi. Un "rock/Jazz" molto personale, se proprio bisogna inquadrarlo. Le tracce sono tutte incentrate sul sesso e sulle groupie, con una vena di satira che contraddistingue lo stile di Zappa.

    200 Motels: Album/Colonna sonora dell'omonimo film. La particolarità di questo album stà nel fatto che è stato realizzato in una sola settimana, dopo le riprese del film: è una dimostrazione delle capacità compositive di Zappa, sia dal punto di vista della quantità che della qualità. Personalmente, è uno dei miei preferiti di Zappa solista.

    Overnite Sensation: Oltre ad essere l'album di maggior successo commerciale (teorico) di Frank, io lo ricordo per la fantastica suite "The Yellow Snow/Nanook no rubs", che venne riproposta in sede live molte volte con dei risultati assurdi. Uno dei miei preferiti, personalmente.

    Sheik Yerbouti: Satira+parodia+improvvisazione=questo album. Hanno partecipato molti dei musicisti che ancora oggi vengono ricordati per aver lavorato con Zappa (Bozzio in primis), per un album che, a mio parere, delimita lo stile musicale di Zappa nel prossimo futuro.

    Joe's Garage: Concept Album, la narrazione è affidata al Central Scrutynizer (un'altra specie di Grande Fratello), per narrare una storia decisamente surreale in tipico stile zappiano, anche se questa surrealtà ha dei precisi riferimenti nella realtà, con la tipica satira e parodia.

    La morale della storia? La musica fà male, ascoltare per credere.

    You're what you is: Album che qua in Italia molti ricordano, chissà per quale motivo. Uno stile simile a Sheik Yerbouti, anche se questa è una bestemmia, dato che lo stile di Zappa rimane sempre lo stesso alle radici, cambiano solo gli anni.

    E questa mi pare una lista abbastanza lunga di ascolti, ne hai per un bel po'.

    Anche se, a dire il vero, l'intera opera di Zappa andrebbe considerata nel suo insieme (project-object), dall'inizio alla fine senza distinzioni, infatti io ho tagliato una casino di album interessantissimi perchè ho una vita, però se riesci ad apprezzare questi album, puoi apprezzare tutto di Zappa.

    Però è complicato affontare tutta questa mole di pubblicazioni.

    Mi piacerebbe mettere qualche link con qualche esempio, ma sono in ritardo.

    Fonte/i: Ci son nato con Zappa nelle orecchie.
  • Utente
    Lv 6
    9 anni fa

    Assolutamente Hot Rats! (il punto esclamativo fa parte dell'album, non è una manifestazione di entusiasmo)

  • 9 anni fa

    Si, quando vuoi ascoltare qualcosa di Zappa e poi ti ritrovi davanti tutta quella roba in effetti vai un po' in crisi.

    Parti dall' inizio: Freak Out!

  • Anonimo
    9 anni fa

    Con i Mothers Of Invention "Freak Out!" e "Absolutely Free".

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    "Uncle Meat", il suo album più facile, contiene molta roba easy listening e anche una lunga jam jazz (si può dire?) per quelli che vogliono qualcosa di più impegnativo. Nulla è stato tagliato o censurato, insomma, vai sicuro.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.