Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

10 PUNTI: quando nasce il "MITO DI OSIRIDE"?

in che periodo della storia dell'antico Egitto nasce il racconto del famoso "MITO DI OSIRIDE" (= il dio osiride governa saggiamente l'Egitto con la moglie iside fino a che il fratello geloso il dio Seth lo uccide imprigionandolo con l' inganno in una cassa da morto... ecc) che fara' del culto del dio osiride della moglie Iside e del figlio horus il piu' importante e praticato dagli egizi?

XFAVORE CHI NON LO SA NON MI RISPONDA GIUSTO X DARE UNA RISPOSTA XRCHE' MI CONFONDEREBBE SOLO LE IDEE.. GRAZIE!!

3 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    no si sa di preciso, ma è sicuro he si perde nella notte dei tempi

    le origini del mito di Osiride, che viene considerato dagli studiosi come un antichissimo mito naturalistico tramandato nel tempo, possiamo dire che esso si perde nella notte dei tempi. Occorre considerare che i Testi delle Piramidi, che tramandano delle formule e delle invocazioni al dio dell’oltretomba e a suo figlio, incisi sulle pareti della piramide di Unas, risalgono intorno al 2300 a.C. (ciò significa che quando Plutarco scrisse il suo trattato tale mito era antico almeno di 2300 anni). Il mito racconta, in una prospettiva cosmologica, che il dio Geb e la dea Nut diedero alla luce Iside, Osiride, Nephtys e Seth (detto Tifone da Plutarco).

    Osiride e Iside si amavano e divennero la prima coppia di sovrani semidivini che governò, in un tempo lontanissimo, la terra d’Egitto.

    Secondo Plutarco, Osiride era un benefattore dell’Umanità; liberò il suo popolo dall’ignoranza, insegnò alla sua gente l’agricoltura, divenne legislatore e insegnò ad onorare gli dei. Egli era odiato dal fratello-cognato Seth e il suo odio crebbe a tal punto che Seth, durante l’assenza di Osiride, che era in viaggio, ordì una cospirazione insieme a 72 membri della sua corte, allo scopo di ucciderlo. Seth organizzò un fastoso banchetto in onore del Re, mettendo in palio come premio un bellissimo sarcofago che sarebbe stato donato alla persona il cui corpo si fosse adattato perfettamente alle misure dell’oggetto (Seth, astutamente, aveva preso di nascosto le misure di Osiride).

    Quando il Re tornò dal viaggio ebbe luogo il banchetto in suo onore e quando venne il momento di regalare il premio, i convitati, ad uno ad uno, si calarono dentro il sarcofago per verificare se fossero stati loro i fortunati a cui andava il premio; quando venne il turno di Osiride egli si stese dentro il sarcofago e subito tutti i cospiratori si avventarono su di lui chiudendo il coperchio della cassa e gettando la cassa nel fiume Nilo scagliandola verso il mare attraverso la bocca Tanitica.

    Plutarco sostiene che tali avvenimenti accaddero il 17 del mese di Athyr (un venerdì, da cui sarebbe derivata la tradizione nefasta del venerdì 17). La dea Iside, allora, disperata, iniziò la ricerca del suo amato, nella speranza di trovarlo ancora vivo e dopo diverse vicissitudini riuscì a trovare la bara di Osiride e a nasconderla in un luogo appartato.

    Ma il feroce Tifone (Seth) trovò la bara durante una battuta di caccia notturna, la aprì e squarciò il corpo di Osiride in 14 pezzi che sparse tutt’intorno. La dea allora, saputolo, si mise ancora alla ricerca del corpo del suo amato e riuscì a trovare i suoi pezzi, tranne il membro virile di cui modellò una figura. Qui il mito racconta che la dea praticando i suoi poteri magici fece risorgere il corpo di Osiride, il quale, successivamente, giungeva dall’Ade (il mondo ultraterreno) per esercitare il figlio Horus (Horo) che doveva vendicarlo. Dopo un furibondo duello con lo zio Seth il concilio degli dei stabilì che la successione spettasse ad Horus che divenne il sovrano e legittimo successore del padre Osiride.

    Il dio Osiride subì quindi un processo di resurrezione astrale trasfigurandosi nella costellazione di Orione, per la quale gli antichi egizi abbinavano l’immagine della costellazione ad Osiride e Horus e la stella Sirio (Sothis) alla dea Iside.

    La tradizione egiziana vuole che il dio Osiride divenisse dio dell’oltretomba e fosse protagonista di un giudizio finale sulla vita di ogni essere umano, prima di entrare nell’aldilà, attraverso la "pesatura dell’anima" nella sala del giudizio.

  • Garrus
    Lv 4
    1 decennio fa

    Il mito di Osiride e della sua sposa-sorella Iside è probabilmente uno dei miti più antichi della storia dell'Umanità, più antico dei miti biblici. Le origini non si conoscono, ma se ne parla già nei testi egizi più antichi risalenti ad oltre 5000 anni fa, forse anche di più, visto che comunque, anche le piramidi stesse sono difficili da datare e che probabilmente è anche più antico di esse.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    3000000 ac

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.