Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 10 anni fa

chi ha letto due di due di de carlo?

cosa vi ha lasciato?

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Ah, mi riporti indietro di 10 anni. E' un libro che mi ha dato moltissimo ma penso che solo chi ha avuto tra i 18-30 anni tra il 1994 e il 2004 possa capire fino in fondo.

    Il libro è ambientato molto prima nella metà anni '70 mi pare ma parla del fallimento degli ideali del '68 e secondo me la fine vera e propria del '68 è stata esattamente nel 2001.

    Hai visto che uno dei protagnisti voleva applicare di fatto le teorie comunitarie e l'altro voleva applicare quelle anarchiche. Ma tutto il romanzo è incentrato proprio sulla decadenza di quegli ideali.

    Io mi ricordo che già quando facevo il liceo io il '68 come spirito era praticamente finito, sostituito totalmente dai formalismi e dalle cose apparenti della sua retorica.

    Tutti gli ideali del movimento studentesco sono stati traditi o abiurati, a parte qualche eccezione la scuola già nel 2005 con la prima riforma era tornata ad essere una fabbrica di teste.

    Io feci una tesina sulla Storia del movimento Anarchico europeo e nessuno dei nuovi professori capì quello che stavo facendo.

    E lo stesso per tutte le altre iniziative prese insieme ad altri studenti sia al liceo che all' università , praticamente non esiste più la dialettica tra studenti e docenti...e poi si chiedono perchè i giovani si ubriacano in discoteca!

    Infine nel 2001 c'è stata la distruzione completa dei residui del movimento del popolo di seattle italiano, -il "Genoa Social Forum"- con tutto quello che è successo a Genova.

    Tutti i miei amici che andarono a Genova ci andarono carichi di iniziative e proposte, lì ti dico che ho visto lìultimo barlume dello spirito del '68, ma assolutamente non nelle violenze e nei disordini, ma nella voglia di cambiare un sistema di cose ingiusto, manifestando le proprie idee.Proprio in quegli anni venne approvata la legge per il licenziamento senza giusta causa.

    Per colpa di una classe dirigente non all' altezza proprio a sinistra oggi questo movimento non esiste più e infatti nessuno pensa ad es. che l'ordine mondiale sia in qualche modo contestabile.

    Ti giuro che il 90% delle menti si sono piene solo di TV e disillusione, un po' è colpa anche della crisi economica perchè oggi non sei sicuro neanche di lavorare, figurati di pensare al benessere collettivo!

    Ma potrei starti a parlare di scuola e politica per 10 ore...

    Poi è anche un grande libro sull' amicizia e sul valore dell' amicizia, sulla comunione spirituale fra persone, sulla purezza dei sentimenti e la ricerca di se stessi. Io l'ho trovato molto sincero anche sotto questo punto di vista, anche duro, ma ecco in generale mi ha fatto crescere.

    Fortunatamente anche io ho degli amici con cui condivido ideali profondi, ma è anche a causa di questo che percepisco -a parte loro- un senso di generale solitudine.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.