Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFidanzamento e matrimonio · 10 anni fa

Tradimento: facciamo una riflessione (seria)?

Leggevo la storia di una giovane, disperata perchè non riesce a superare il tradimento del suo ragazzo. Un ragazzo che l'ha presa veramente per il cosiddetto, l'ha portata a fare un bel weekend per confessarglielo, si rifiutava di eliminare i contatti e le foto di lei, si scopre (da terzi) che mentre le scriveva "ti amo" era a cena con l'altra. Poi la fidanzata lo lascia e lui piange disperato, lei cede e finsice per preoccuparsi che non riesce a superare il tradimento. Una storia già sentita, in tutta la sua bassezza morale, in tutta la sua carenza di rispetto.

Ora, non sono fatti miei. Ma nella vita se c'è una cosa che ho imparato è che tutto può accadere, compreso che il mio superfedelissimo ragazzo mi faccia uno scherzetto del genere. Così mi sono messa a pensare, concludendo quanto segue.

Errori entrambi ne abbiamo fatti ed entrambi ci siamo perdonati, continuando a fare sacrifici per stare insieme, andando oltre parenti sconvolgenti, problemi economici, false amicizie e via dicendo. Però un tradimento entrambi non lo consideriamo "errore" (anche se tale comunque può essere, ma non si può limitare a ciò) bensì sintomo che il senso della coppia è cessato di essere. Non saremmo in grado, nè vorremmo in alcun modo, accettarlo. Questo significa che sarebbe credo l'unico motivo per cui immediatamente ci sarebbe un addio netto e recidivo dopo anni di totale condivisione. Questo perchè entrambi riteniamo che fondamentalmente viene a mancare il rispetto. Se io sono amo non penso nemmeno a tradire, se io non amo ma sono impegnata perlomeno PRIMA di vedere altre persone ne parlo con lui, figuriamoci prima di avere "l'occasione" per tradirlo, se io ho amato e sono stata impegnata e so che lui soffre nel non avermi accanto almeno nei primi tempi anche se non ci vediamo evito di pensare a soggetti terzi..per buonsenso, perchè la mia testa sarebbe preoccupata a sapere come stà chi tanto mi ha amata (o mi ama) e che, anche se involontariamente, ho fatto soffrire. In questa catena di ragionamenti (che poi non sono nemmeno logica, bensì piuttosto sono considerazioni strattamente vincolate ai nostri valori, ai nostri punti di vista, alle nostre idee), il tradimento in quanto tale non può esistere, ragione per cui non vorremmo reciprocamente sentire ragioni.

E voi, che concezione avete del tradimento?

Aggiornamento:

vvv: non ho capito la tua risposta. gossip? mah, veramente non è mia intenzione fare gossip di niente, una ragazza raccontava la sua storia, chiedeva un parere, io le dicevo quel che pensavo. Niente gossip, la cosa mi ha fatto semplicemente riflettere. Perchè ok, io mi sento fortunata, ma nel momento in cui non avessi il mio ragazzo che la pensa come me, molto probabilmente mi troverei incastronata in un contesto in cui mi sentirei dare della "arretrata" perchè non riuscirei a superare un tradimento, probabilmente dal mio stesso ragazzo che mi ha fatta soffrire. Poi, scusa, non ho capito una cosa: mi stai dicendo che tra me e il mio ragazzo non ci sono presupposti affinchè sia Amore (presumo ipoteticamente deducibile dal ns modo di ragionare) perchè non perdoneremmo?? Sinceramente non condivido affatto. Perchè reciprocamente non siamo chiusi in generale al perdono, in questo determinato aspetto sì, ma non tanto per gelosia o cose del genere, quanto per entrambi è chiaro: se non c'è ri

Aggiornamento 2:

spetto, non c'è amore. E' un modo di intendere reciprocamente un modo di vivere.

Comunque mi dispiace molto che sia stato preso come "gossip", da te da quel poco che ti ho "conosciuto" (e virgoletto perchè non vorrei mai creare equivoci visti i precedenti) non pensavo che avresti tratto queste conclusioni.

Aggiornamento 3:

Cara Lidia,

è chi vuole dire che è sbagliato il tuo modo di pensare? Ben venga chi la pensa diversamente, per questo vi ho chiesto una riflessione seria, serve molto ascoltare i pareri motivati diversi dai tuoi.

Per questo ti dico che non sono d'accordo sulla tua affermazione "una seconda possibilità và SEMPRE data"..io non condivido, non in questo caso. Ad esempio, di possibilità al mio ragazzo ne ho date tantissime di fronte a certi sbagli recidivi, alcuni ancora li ripete, ma perdono appunto perchè amo e vado avanti. Il mio discorso si concentra proprio sul tradimento. PERSONALMENTE non riesco a concepirlo.

Io non stò condannando chi dice "Io perdono". Mi chiedo come faccia, in parte dico anche "bravo/a" perchè io non ci riuscirei, ma il punto è che la parte preponderante di me è proprio felice e orgogliosa di se stessa del fatto che non ci riuscirebbe.

A scandalizzarmi non è chi dice che può essere uno sbaglio (io ho precisato che per me non è limitato a questo, ma va benissimo ch

Aggiornamento 4:

chi non la pensa uguale). A scandalizzarmi è il fatto che sembra dilagante un atteggiamento comune: IL PRESUPPOSTO MENTALE CHE ORMAI PRIMA O POI TUTTI LO FANNO, PER CUI C'è UNA SORTA DI RASSEGNAZIONE RISPETTO AL FATTO CHE SI SUBIRA' E DI GIUSTIFICAZIONE AL FATTO CHE LO SI FARA'. Capisci cos'è che mi turba? Proprio la leggerezza.

E ho riportato la storia della ragazza non per gossip, bensì perchè per me è l'esempio del fatto che è degenerante per la capacità di fidarsi l'dea che tu sei uno schifo se non sei capace a superare un tradimento, che "non sei al passo con i tempi se non ti adegui". Come se anche questo potesse rientrare nella moda del momento. No, io allora qui mi fermo e dico che c'è qualcosa che non funziona.

Finchè' TU pensi che sia perdonabile un tradimento, và benissimo, è la tua opinione. Ma se la tua risposta è condizionata da un "ti devi adeguare cioè rassegnare" (una delle risposte che ho ricevuto è l'esempio) permettimi di dirti l'opposto, almeno per farti pensare. S

Aggiornamento 5:

chi non la pensa uguale). A scandalizzarmi è il fatto che sembra dilagante un atteggiamento comune: IL PRESUPPOSTO MENTALE CHE ORMAI PRIMA O POI TUTTI LO FANNO, PER CUI C'è UNA SORTA DI RASSEGNAZIONE RISPETTO AL FATTO CHE SI SUBIRA' E DI GIUSTIFICAZIONE AL FATTO CHE LO SI FARA'. Capisci cos'è che mi turba? Proprio la leggerezza.

E ho riportato la storia della ragazza non per gossip, bensì perchè per me è l'esempio del fatto che è degenerante per la capacità di fidarsi l'dea che tu sei uno schifo se non sei capace a superare un tradimento, che "non sei al passo con i tempi se non ti adegui". Come se anche questo potesse rientrare nella moda del momento. No, io allora qui mi fermo e dico che c'è qualcosa che non funziona.

Finchè' TU pensi che sia perdonabile un tradimento, và benissimo, è la tua opinione. Ma se la tua risposta è condizionata da un "ti devi adeguare cioè rassegnare" (una delle risposte che ho ricevuto è l'esempio) permettimi di dirti l'opposto, almeno per farti pensare. S

Aggiornamento 6:

SENZA PRESUNZIONE, SENZA SENTIRMI PER FORZA MIGLIORE A NESSUNO. E' UNA MIA IDEA, LA ESPONGO CON L'ENERGIA CHE SEMPRE METTO IN QUEL CHE FACCIO, MA NON VUOLE ESSERE VANTO, BENSì SERIO MOTIVO DI RIFLESSIONE, COME PREMESSO. E CI TENGO A SPECIFICARLO

10 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Il tradimento per me e appunto un tradimento , lo dice la parola e tradire una persona , penso che faccia parte di una delle tante cose squallide che l'uoma o la donna possa fare , se ami una persona non la tradisci cosi diabolicamente come fosse qualcosa di pianificato , la gente si sta quasi abituando a questa cosa , ma per il tradimento deve rimanere tale ed e una cosa inaccetabile . Perfavore rispondi anche a me ?http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Aj... Grazie :)

    Fonte/i: mio parere
  • 10 anni fa

    Il tradire è un atto deplorevole e di spergiuro, il perdonare è un atto di Amore. Non accetto tradimenti, ma posso perdonare. Ciò che lega è l'Amore, credo che non ci siano fondamenti amorosi nè in quel ragazzo, nella ragazza forse si, ma non fra te col tuo ragazzo...da quello che descrivi; bisogna rispettare la vita privata di una persona ma bisogna condividere l'esistenza fra una coppia amorosa.. Questo deve essere una cosa reciproca, d'intesa. Se fosse condiviso, così, non ci sarebbero tradimenti, questo gossip, ed inciuci che descrivi mi lasciano perplesso e nei dubbi.... Questo perchè, sentire l'altra gente che spettegola e non tutela la privacy e neanche il rispetto d'informazione e riservatezza di coppia, mi fa letteralmente schìfo. Ciauo..

  • 10 anni fa

    Mia cara carotarossa, PERSONALMENTE PENSO:

    che esistono 2 tipi di tradimento:

    1) Quello che viene consumato all'interno di una coppia da poco tempo assieme (1 mese - 3 anni)

    Ed in questo caso io non ci penserei 2 volte a mandare a quel paese il partner "traditore"

    2) Quello che avviene nelle coppie consolidate (10,15,20/25 anni assieme)

    In questo caso, anche se sempre amaro il rospo da ingoiare quando lo hai scoperto, non dico che lo biasimerei, ma comunque potrei arrivare a capire un cedimento per 1 motivo che ti spiego di seguito: è come se tu mangiassi pasta per 365 giorni l'anno, moltiplicali per 15/20/30anni, giunge pure l'ora che desideri un bel piatto di carne.

    Questo è il mio pensiero personale, poi in tanti ti diranno che subentrano a "perdonare un errore" , altri motivi, tipo i figli di mezzo, e tutto l'amabaradam che ne deriva dai rapporti di lunga data, non ultimo il fatto che sai che il tuo partner che ha tradito, se ti dice che ha sbagliato ha ammesso il suo errore, ti ha spiegato perchè lo ha fatto, e non si ripete più e tu avverti che sia sincero, può esistere che lo perdoni tranquillamente.

    Sarà giusto? sarà sbagliato io mio modo di pensare? chi può dirlo con certezza? chi può mettere la mano sul fuoco e sentenziare una cosa così? Io non sò se sono nel giusto o nel torto, ma ad ogni modo sò che se una persona che ha sbagliato una volta non vuol dire che sia da condannare a vita.una seconda possibilità va data sempre.

    Fonte/i: Ciao
  • Anonimo
    10 anni fa

    Penso che il tradimento sia la dimostrazione di un disagio. Spesso si tradisce per monotonia nel rapporto, ma la verità è che la persona che tradisce non riesce più a trovare la bellezza nelle piccole cose e questo è un problema. Poi si tradisce perchè si è traditi, e anche qui il problema è del traditore che si sente rifiutato, tradito appunto e si vuole vendicare. Si tradisce per disperazione e per tanti altri motivi. Penso che il ragazzo della storia abbia avuto un problema. Forse non ha capito il reale valore di quello che aveva. Forse non riesce a vivere con ciò che ha e ad essere felice. Personalmente penso che il tradimento possa e non possa essere giustificato. Dipende dai casi. Non ci sono solo bianco e nero. Però penso anche che questi tipi di tradimenti possano essere messi in atto solo da persone egoiste, per il semplice fatto che sanno di tradire, sanno di far male ad un'altra persona ma lo fanno. Ci sono poi quei tradimenti fatti per disperazione, per stanchezza in cui tutto quello che si sente sono le proprie emozioni e non si riesce a ricordare che si farà male ad altri.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    non tutti la pensano allo stesso modo... Io sono contro il tradimento ma se dovesse succedere a me sarei in grado di perdonarlo... Adesso non l'ho mai provato e quindi non ti saprei dire con certezza ma penso che se anche dovesse succedere insomma il tradimento ha i suoi lati negativi e positivi. Immaginate la persona che tradisce e che sinceramente lo dice al fidanzato/a... Cmq è stato sincero e ha dimostrato che ci tiene al bene o all'amore nei confronti dell'altra persona e a volte il tradimento può farti ragionare e farti riflettere su molte cose e se magari è un periodo di incertezza può farti capire che cosa vuoi veramente ... Beh è anche vero che dipende tutto da come si tradisce... Se alla leggera oppure se è una cosa che va avanti da un pò...

    Il tradimento è una brutta cosa però al giorno d'oggi non ci sono più i valori di una volta... Le concezioni cambiano e noi non possiamo che stare a guardarle mentre loro cambiano. Le persone sono diverse...

    Io rimango dell'idea che se ami non tradisci e se tradisci vuol dire che allora non ami veramente...

  • 4 anni fa

    No Derox quello che hai scritto è vero, troppo vero e non mi riesce neppure di scherzarci sopra.. le manganellate non devi averle tu ma tutti quelli che fingono un interesse che non hanno solo perchè si avvicina il natale e tutti incominciano a fare i buoni.. E gli altri giorni dell' anno? No, caro Derox... scendo anch' io in piazza con te e insieme prendiamo a randellate tutti gli insulsi che saltellano con in mano i pacchetti regalo che non servono advert un cavolo come se un cavolo di regalo fatto a dicembre mette a posto situazioni sfasciate da anni in step with l' egoismo imperante nella mente di questi insulsi... Corriamo Derox.. chissà potremo coinvolgere un sacco di altri che come noi si sono rotti le b@lle del finto buonismo, dei riti, delle tradizioni senza radici e dei sorrisi falsi che vivono intorno a noi 365 gg all' anno... un bacio Davide Alba

  • Anonimo
    10 anni fa

    Io su questa cosa del tradimento ci sono passata e anche se mi sono pentita di averlo fatto e nn me lo perdonerò mai da una parte penso che qualcosa di positivo ci sia stato...ho capito veramente se lo amavo o meno..premetto che magari sarà stata una grandissima bambinata ma credo che tutti almeno una volta nella vita hanno fatto una cosa del genere...

    ho sbagliato alla grande, sono arrivata quasi a perdere il mio patner pero sono arrivata a capire che lo amavo piu di prima e sono cresciuta e da come mi sento, mi sento sporca non farò mai piu una cosa di queste....

    volevo inoltre aggiungere che magari ho fatto cio per un dispetto e come ho gia detto prima e stata una bambinata

    PS: io ho 17 anni, lui 20 e sn 2 anni e mezzo quasi che stiamo insieme...

    Fonte/i: esperienza personale
  • karen
    Lv 6
    10 anni fa

    tradimento= schifo...

    lo schifo che ci si sente addosso dopo aver tradito se si ha una coscienza..

    e los chifo che si mette addosso all'altra persona..

    è una cosa squallida..che non andrebbe mai fatta..soprattutto quando si dice di amare il partner...bisognerebbe guardare + spesso dentro di noi stessi..e quando si capisce che magari l'amore è diminuito un pò..mettersi in un bivio e decidere se cercare di recuperare il rappporto o di lasciare direttamente il partner..perchè è molto meglio farlo prima di arrivare a tradirlo/a!!!

    baci

  • se uno tradisce non ci tiene all altra persona. Punto. Senza ma e senza se

  • Sapere che il mio ragazzo possa solo essere sfiorato da un'altra...mi logora... figuriamoci il pensare al tradimento! nn lo supererei d certo.... ki m cnosce infatti sa bene cm deve comportarsi se tiene alla propria incolumità fisika... sarò forse esagerata ma...è il mio amore k'è troppo esagerato! nn sarà forse positivissimo..ma la realtà nn è sempre tale purtroppo XD

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.