davvero insegnamo che l'abito non fa il monaco ai bambini?

oggi sono in vena di domande.....rispondendo a una domanda e leggendo altre sui medici, consigli eccetera mi sono venute in mente varie scene che si sono verificate soprattutto con il nuovo lavoro, e mi è venuto in mente questa domanda....

perchè una persona viene giudicata diversa in base alla situazione anche se si sta parlando dello stesso problema???

mi spiego: per la maggior parte a 26 anni non mi posso permettere di dire la mia sull'educare figli, sulle responsabilità dei genitori. ecc...........eh già che ne so io di figli....salvo poi che se sanno che sei educatrice di nido.....improvvisamente ti scambiano per il programma La Tata...eh già.....

a 26 anni non sono nessuno per poter esprimere un parere su certe condizioni familiari o sanitari....già mica sono pagata per quello io.....però se poi sei assistente sociale allora diventi la missionaria di turno.......dopo che però ammetti di essere una che togli i bambini...allora vai bene per spiegare come fare ad ottenere certi servizi, a chi rivolgerti...se poi lavori in un distretto diventi anche quasi quasi medico.....

la cosa si fa più pesante quando si parla di figli e allora lì iniziano i cavoli amari, ma lì sta al mio autocontrollo e a volte non voglio che trapelino mie informazioni personali perchè poi ho il terrore che parlino non con me come persona, ma con l'idea che si sono fatti su di me.

sì insomma.....a volte capita anche a voi magari involontariamente di cambiare il vostro atteggiamento con una persona appena sapete che lavoro o che storia ha?

fino a che punto in realtà non trasmettiamo ai figli l'insegnemento "l'abito non fa il monaco"?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    syd dipende.

    nel senso, se io chiedo come svezzare mio figlio e uno sconosciuto completo dice una cosa strana, lì per lì dico "ma che ne vuoi sapere"...

    poi se viene fuori che questo non è un cretino qualsiasi, ma uno che quelle cose le studia e le sa, allora 10 minuti per ascoltarlo li perdo.

    ciò non toglie che se dice castronerie, medico o no non me ne importa.

    però si, quando uno dice qualcosa fa differenza se la dice tanto per sentito dire, o se la dice perchè si è informato seriamente.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Io penso che siamo tutti un po ipocriti anche senza accorgercene a volte...

    I miei abitavano alle case popolari quando mi fidanzai con mio marito ma a lui non importava...

    Io sono tutt'ora una che ama apparire, vestirsi bene etc...

    e quando i suoi mi conobbero mi trattarono benissimo..

    quando si informarono su di me e la mia famiglia e seppero dove abitavo loro non mi volevano + quasi quasi neanche in casa...

    Tutti i suoi parenti mi salutavano sforzati" e non mi considerava nessuno...

    E' stato lui che mi ha aiutato a fregarmene e affrontarli...

    E devo ringraziare esclusivamente mio marito se ora non mi sento inferiore a nessuno!

  • 10 anni fa

    io cambio atteggiamento appena so che quello è un poliziotto....chissà come mai!!

    ahahaa

    no scherzo, magai in passato....ahhahaha!!

    quello che dici tu capita perchè molto spesso si pensa a cosa ci si può ricavare da questa persona piuttosto che al gusto che si prova a parlare con lei.

    questo è quello che vorrei trasmettere.

    una persona può essere interessante o meno ma questo non dipende dal lavoro che fa!

    un bacio

    ary e diego

  • 10 anni fa

    Mi dispiace perchè secondo me l'abito un pò fa il monaco... nel senso che se un dottore è un "emo", piuttosto che un "rasta" o un punk, senza offesa per loro, però è difficile che io mi fidi di quel medico perchè a pelle non mi ispira fiducia!

    Insomma, non bado all'età o alla professione, devono piacermi a pelle e comunque rimane che per me l'abito fa il monaco!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.