Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbientePreservazione · 1 decennio fa

per quale motivo l' uso dell' energia nucleare è controverso?

Aggiornamento:

vorrei i pro e i contro sull'argomento..e una risposta abbastanza articolata!!!

10 punti alla migliore!!grazie!!

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Innanzitutto le centrali nucleari utilizzano perlopiù uranio, che è una delle risorse non rinnovabili (oltre a carbone, petrolio e gas naturale). Da ciò ne deriva che l'uranio è un materiale destinato ad esaurirsi, per il fatto che i tempi di riformazione di tale materiale sono molto più lunghi di quelli fisiologici dell'umanità (si parla di una scala di migliaia di anni) e questo è un punto a sfavore.

    In più, affichè le riserve di uranio siano economicamente sfruttabili devono comportare costi di estrazione inferiore agli 80 $/kg (quindi non tutto l'uranio esistente è estraibile).

    Quasi tutto l'uranio in natura è di tipo fertile (si stima circa il 99,3% del totale) cioè U238. Per la maggior parte degli impieghi è necessario arricchire l'uranio, trasformandolo in fissile (U235). Il processo di arricchimento comporta ovviamente notevoli costi.

    La pericolosità di una centrale nucleare dipende dalle caratteristiche delle sue componenti:

    - reazione a catena controllata (per ogni nuova fissione si generano mediamente 2,5 nuovi neutroni e occorre che la reazione avvenga a catena controllata, cioè che per ogni nuova fissione sopravviva solamente un neutrone. Maggiore è il fattore di moltiplicazione (=1 nella reazione controllata) e maggiore è la probabilità che si verifichi una reazione incontrollata, con una possibile esplosione)

    - barre di controllo (costituite da elementi assorbitori di neutroni, cioè gadolinio, cadmio e boro)

    - materiali non assorbitori di neutroni (zirconio, rutenio, niobio, utilizzati per costruire le parti del reattore)

    - moderatori (che rallentano i neutroni, che nascono veloci e devono essere rallentati attraverso urti, come deuterio sotto forma di acqua pesante, acqua naturale, carbonio e idrogeno)

    - combustibile (uranio naturale, plutonio o uranio arricchito, scelto in base al tipo di moderatore da utilizzare: più efficace è il moderatore, minore sarà l'arricchimento del combustibile necessario)

    - termovettore (che preleva l'energia termica creata dalla fissione, come elio, anidride carbonica, acqua psante, acqua normale)

    - massa critica (quantità di combustibile fissile necessaria affinchè la reazione si sviluppi in maniera autosostenuta)

    Personalmente tra gli svantaggi (oltre quelli che ho spiegato sopra) individuo:

    - i costi per realizzare e gestire una centrale nucleare (in più bisogna considerare il costo del combustibile), che sono molto elevati

    - il fatto che spesso si creano centrali nucleare mascherando con l'intenzione di produrre energia elettrica il reale proposito militare (l'energia nucleare è naturalmente utilizzata in applicazione alla bomba atomica, ma pochi sanno che in più l'uranio impoverito (si ottiene come "scoria" dal processo di arricchimento viene utilizzato per produrre proiettili anche aerei, con un elevatissimo potere perforante)

    - i costi ed i problemi di stoccaggio del combustibile esaurito (e i relativi rischi connessi al trasporto)

    - la gravità delle conseguenze di un'esplosione del nocciolo (ricordo che il disatro di Chernobyl avvenne il 26 aprile 1986 e i danni sono ancora molto evidenti)

    L'unico vantaggio che individuo, invece, è che le centrali nucleari non emettono anidride carbonica (CO2), ossidi di zolfo e ossidi di azoto, che sono responsabili dell'effetto serra (e del buco dell'ozono). C'è comunque da aggiungere che i costi dell'uranio sono indubbiamente inferiori rispeto a quelli del petrolio.

    Per quanto mi riguarda continuo a preferire le energie rinnovabili (solare, idroelettrica, marina, eolica e da biomasse), che sono inesauribili e non producono inquinamento (trovo che le centrali nucleari siano davvero obsolete). I risultati raggiunti in Germania sono sicuramente incoraggianti (l'Italia, per esempio, dispone di un irraggiamento solare maggiore, soprattutto il sud: bisognerebbe solo volerlo), che si prefigge di ottenere entro il 2030 il 45% dell'energia elettrica totale da fonti rinnovabili.

    Mi dispiace di essermi dilungata troppo :-)

    Fonte/i: I miei studi
  • Alex
    Lv 7
    1 decennio fa

    Basta una piccola radiazione che esce dalla centrale e finisce una nazione con tumori, cancri e altre malattie terribili.

  • 1 decennio fa

    perché si da il caso che ci sono altre energie meno pericolose e più reperibili come l'energia solare e eolica... che non producono rifiuti dannosi...

  • Babi
    Lv 4
    1 decennio fa

    io sono contro, quindi ti darò le mie motivazioni

    - dà energia, è vero, ma prima di essere funzionante passano dai 20 ai 30 anni, e il mondo in questo tempo cambia

    - i macchinari sono complessi, e l'uomo non è sempre in grado di gestirli, errori tecnici sono sempre possibili e ciò comporterebbe l'emissione di radiazioni che provocano cancri e malformazioni genetiche

    - come ho già detto si impiegano 20\30 anni a costruirne una, e nel giro di 25 anni ci sono già state due enormi catastrofi, percentuale un po'alta, non trovi??

    - le scorie tossiche ci impiegano millenni prima di diventare innocue

    - non si è ancora trovata una soluzione sicura e definitiva per lo smaltimento delle scorie, l'unico paese che ci ha pensato seriamente è la svezia e comunque è ancora in alto mare

    - viviamo in un meraviglioso (almeno dal punto di vista ambientale) paese che abbonda di sole, vento e acqua...mi sono sempre chiesta: sfruttare queste energie???possibile che non frega a nessuno??

    si dice che costano, ma la soluzione a questo problema è investire, investire sul rinnovabile e solo su questo, altro che il nucleare!!!!

    a quasi dimenticavo, l'uranio come il carbonio non è una fonte inesauribile, quindi oltre che inquinante, dannosa per la salute e tutto quello che già ti ho detto il nucleare è una soluzione costosa e per di più provvisoria!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.