Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute della donna · 10 anni fa

L'endometriosi, una malattia ginecologica poco conosciuta.?

Questa va alle donne, affette da questa malattia e a quelle interessate.

Non perdiamo le speranze,

spieghiamo a tutti cosa succede !

L’endometriosi è una malattia ginecologica frequente e complessa.

Essa interferisce non solo sul benessere fisico, ma può avere

anche conseguenze sulla psiche e pesare notevolmente sul rapporto

di coppia.

Si calcola che siano colpite il 10 -15% delle donne in età fertile e

quasi la metà delle donne con problemi d`infertilità.

L’endometriosi può manifestarsi con sintomi più diversi. A volte

predomina il dolore, in altri casi una sterilità o danni ad altri

organi (ad es. reni, intestino), provocando lesioni progressive

d’organi interni, spesso senza essere diagnosticata.

La molteplicità delle sue manifestazioni è uno dei motivi

per i quali spesso l’endometriosi viene scoperta solo

dopo anni.

Una diagnosi corretta è tuttavia il presupposto

di un trattamento mirato ed efficace.

L’endometriosi è una malattia spesso progressiva, dove alcune

cellule della mucosa uterina s’impiantano al di fuori dell’utero.

I focolai endometriosici si trovano soprattutto nel basso ventre

(ovaie, intestino o vescica), più raramente in altri organi (cute,

polmoni) dove vengono stimolati dagli ormoni che provocano il

ciclo mestruale.

Come la mucosa uterina – denominata endometrio –

i focolai endometriosici ciclicamente crescono e sanguinano.

La causa dello sviluppo dell’endometriosi, non è stata ancora chiarita.

Emorragie mestruali prolungate o cicli abbreviati ne aumentano il

rischio. Ma anche fattori genetici e sostanze inquinanti, come ad es.

la diossina, aumentano la predisposizione all’endometriosi.

Una delle cause nella formazione dell’endometriosi è la mestruazione

retrograda, che vuol dire un flusso parziale del sangue mestruale

attraverso le tube nella cavità addominale. Questo sangue contiene

delle cellule vitali della mucosa uterina. Se cellule possiedono una

resistenza particolare e la donna presenta una certa debolezza

della difesa organica, possono sopravvivere nell’addome, aderire al

peritoneo e perfino crescervi.

All’inizio della malattia i dolori si manifestano soprattutto durante

le mestruazioni oppure si presentano solo in situazioni particolari

come ad es. dopo un rapporto sessuale, alla minzione o alla defecazione.

L’endometriosi spesso provoca disturbi inizialmente modesti, poi progressivamente

più forti ed a volte intollerabili (dolori cronici, ciclici

oppure persistenti, nella zona del basso addome).

Il quadro delle manifestazioni dell’endometriosi è molteplica. Il

grado di gravità della malattia non sempre corrisponde all’intensità

dei sintomi. I disturbi variano a seconda dell’invasione endometriosica,

ed a seconda dell’interessamento dei vari organi. I danni che

ne derivano come aderenze e cicatrici portano dolori anche indipendenti

dal ciclo.

Oltre ai dolori che l’endometriosi provoca nel luogo delle loro

attività, molte donne che ne sono affette lamentano anche sintomi

poco specifici che possono interferire sensibilmente sulle loro

condizioni generali. Questi sintomi sono rappresentati, ad es., da

un senso generale di malessere, disturbi addominali diffusi, senso

di pesantezza, mancanza di forza, stanchezza cronica e sbalzi

dell’umore.

Grazie per l'ascolto, se avete qualcosa da aggiungere o volete sfogarvi un po',

potrete farlo qui.

Mi fa piacere sentire oponioni, diverse su di essa.

Un bacione e in bocca al lupo.

DONNE !

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    ho trovato per caso questa domanda. Io ho scoperto di averla un anno fa (ho 17 anni).

    All'inizio, causa la poca serietà del mio ginecologo, mi sono spaventata a morte. Mi ha fatto esami poco mirati, in più non voleva che prendessi la pillola.

    Ho avuto cicli d'inferno, sono passata a fare una puntura, il mese dopo una flebo all'ospedale, e quello dopo a fare anestesie e ricoveri di tre giorni.

    Volevano operarmi alla cieca, ma io ho stretto i denti e mi sono rifiutata.

    Sono dimagrita tantissimo, sono arrivata a pesare 35 kg.. non riuscivo più ad uscire ne a fare nulla!

    .. Poi mi sono informata bene su questa malattia che purtroppo molte volte viene presa sotto gamba!

    Ci sono degli ospedali specializzati, io ne ho trovato uno a cagliari, circa 120 km da dove mi trovo, ma lo sforzo vale tutto!

    Mi stanno facendo degli esami dettagliati, sto prendendo la pillola ed ogni mese vado a controllo, spero di poterla "trattenere" il più possibile.

    Sì, è obbligatorio operarla, però non BISOGNA di tirarsi giù, sennò quella ******* ti mangia!

    coraggio a tutte, si può lottare!:)

  • 10 anni fa

    ho 25 anni è ho 2 bambini partoriti con il cesario... è da agosto che provo ad avere un altro figlio ma niente, nel frattempo ho scoperto che ho una palla sopra il taglio cesareo e mi fa molto male. vado dal dottore ( chirurgo ), e dice che ho l'endometriosi esterna dovuta alle operazioni del cesareo. adesso aspetto la chiamata per operarmi, devono aprire il taglio del cesareo e levarmi questa palla. sono molto spaventata e ho paura che non potrò più avere figli....

  • 10 anni fa

    guarda ne ho sentito parlare e avevo letto un articolo dalla ginecologa. purtroppo è una malattia veramente poco conosciuta, e che spaventa... speriamo si possa fare qualcosa per conoscerla e quindi curarla al meglio...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.