Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 10 anni fa

Chi mi aiuta a fare una tesina sul jazz? 10 punti al migliore?

graziee

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    io ho questa tesina che ho usato l'anno scorso per l'esame di terza media, forse può aiutarti, è tutto quello che ho, spero possa aiutarti:

    Il Jazz moderno

    Il Jazz è un genere musicale di origine statunitense nato nei primi anni del XX secolo nelle comunità afro-americane del sud degli Stati Uniti per la confluenza di tradizioni musicali africane ed europee. Caratteristiche peculiari del genere sono l'uso intenso d’improvvisazione, il ritmo swing spesso sincopato e il tono malinconico dato dall'uso delle blue note.

    Il jazz moderno è caratterizzato dall'uso estensivo dell'improvvisazione, di blue note, di poliritmie e di progressioni armoniche insolite se confrontate con quelle in uso nella musica classica.

    La formazione jazzistica moderna tipica è costituita da un gruppo musicale di dimensioni limitate. La combinazione più frequente è il quartetto, quasi invariabilmente costituito da una sezione ritmica composta da batteria, basso o contrabbasso, pianoforte e da uno strumento solista, generalmente un sassofono o una tromba.

    Il jazz possiede anche una lunga tradizione orchestrale, che ha avuto come protagonisti musicisti d'eccezione. Le formazioni jazzistiche orchestrali, che entrarono in crisi profonda alla fine degli anni trenta, sono oggi abbastanza rare, soprattutto a causa delle difficoltà economiche e organizzative collegate alla gestione di un complesso che comprende molte decine di musicisti.

    Il jazz è oggi suonato, composto e ascoltato ovunque in tutto il mondo come una nuova musica colta: se questo è vero soprattutto nel mondo occidentale, è anche vero che le esplorazioni delle radici musicali africane che molti jazzisti intrapresero dagli anni sessanta e i contatti tra culture e stili musicali caratteristici dell'ultima parte del XX secolo, hanno contribuito a creare molti tipi di jazz, che vanno dalla tradizionale performance per piccolo ensemble, derivato dalle esperienze boppistiche e post-boppistiche, alla creazione di sonorità insolite che nascono dall’ibridazione di diverse tradizioni strumentali e musicali, fino ad arrivare a dissolversi nel genere chiamato world music (e in questo caso non si parla più di jazz).

    I maggiori esponenti del jazz moderno sono soprattutto Chick Corea e Keith Jarret, che hanno ispirato molti pianisti attuali, soprattutto il secondo, che si muove nel campo aperto dell’improvvisazione.

    Il Fusion Jazz

    Il Fusion è un genere musicale emerso alla fine degli anni sessanta e primi settanta che combina elementi di jazz, rock e funk. È caratterizzato da sonorità più morbide e leggere, spesso considerate easy listening (facile ascolto), in quanto più vicine alla struttura armonica di un brano pop piuttosto che jazz.

    Molti critici ritengono che le prime incisioni Fusion siano di Frank Zapp e di Miles Davis. Tra i protagonisti che seguirono, uno dei gruppi più rappresentativi di questo genere è quello dei Weather Report di Wayne Shorter e Joe Zawinul, band fondata in Australia nel 1969 ma ancora caratterizzata da un jazz-rock ibrido. A definire nel modo migliore il termine "Fusion" è il celebre Spectrum di Billy Cobham considerato pioniere poiché è il primo album Fusion con un chitarrista rock, Tommy Bolin.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.