Passerotto trovato per strada , quantità di cibo da dargli .?

Salve a tutti , mia madre ha portato a casa un passero che zoppicava e faceva piccoli voli , e siccome in zona c'è una strada trafficata e nel giardino accanto una mezza dozzina di gatti ha preferito portarlo in casa.

Lo abbiamo sistemato in una gabbia con un canarino , che stranamente ( in maniera positiva ) neanche lo aggredisce , anzi gli sta vicino .

Durante il pomeriggio non ha mangiato , ma di sera verso le 20:00 gli abbiamo dato circa un 'millilitro' (misurato con la siringa ) di pastone misto a acqua in modo che sia denso .

e ancora un millilitro circa poco fa .

scopo della domanda è sapere delle quantità abbastanza precise sulla quantità di cibo da dargli , anche perchè , dopo un po non ne voleva più , e girava la testa ogni volta che avvicinavamo il pastoncino con lo stecchino, però non mi sembra che abbia fatto ancora 'cacca' .

quindi non so se avergliene dato o troppo poco o troppo . ancora non è adulto perchè fa piccoli voli ed è circa 10 cm . quanto pastoncino misto ad acqua devo dargli e ogni quanto ?

non ho ancora trovato un sito che mi dia una quantità 'precisa' ... vorrei sapere almeno ogni quanto dargli da mangiare .

Grazie in anticipo .

Aggiornamento:

Il passerotto è privo di insetti , lo ha controllato mia madre , in oltre gli uccellini si puliscono in continuazione ,(e questo è già cresciutello , ma non adulto) comunque deve purtroppo star li perchè per ora non ho altre gabbie . riguardo al mangime dirò a mia madre di provvedere a comprare questo da insettivori , grazie per ora .

4 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Volpetta forse risponderà stizzita anche a me. Fa niente. Che lei ci creda o no( e la cosa mi è completamente indifferente) io invece ho dalla mia un lavoro come operatrice( dunque,non volontaria) in un centro di recupero da 10 anni e studi nel settore e le posso dire con tutto il tatto possibile che ha detto un sacco( ma proprio un sacco) di cavolate. Ho avuto a che fare con decine di centinaia di uccelli di ogni specie, valutando le diverse situazioni e applicando le diverse terapie, con lo stesso impegno sia che si tratti di un falco che di un passero( che pensi un po', gli cade una certezza! Mai dare retta a leggende metropolitane!). Dunque so di cosa parlo. E ora rispondo alla tua domanda. Il passero devi toglierlo dalla gabbia del canarino non per i parassiti(??!) ma perchè, stando da solo sarà più tranquillo e se anche avesse una frattura, non essendo sollecitato dal canarino a muoversi, rimarrà fermo e questa è la PRIMA regola da seguire. In più si avrà la possibilità di tenere meglio sotto controllo lo stres che un qualsiasi animale selvatico ha di fronte ciò che non conosce. Per stres si intende un' alterazione dei parametri fisiologici e negli uccelli questo fattore può portare alla morte. E' una eventualità che accade molto più spesso di quanto si pensi. La cosa ottimale sarebbe sistemarlo in una scatola dove, non vedendo l' ambiente esterno a lui sconosciuto, si sentirà più tranquillo. Copri la scatola con una griglia, tipo quella dei forni. Per quanto riguarda l' alimentazione, se faceva già dei voletti, le dieta liquida data con la siringa non va bene perchè favorisce la diarrea. Acquista dei semi di grano e mettili per 2-3 ore in acqua poi glieli offri con lo stuzzicadenti. Completa la sua alimentazione con pezzetti di mela e di pasta cotta molto bene. Anche dei pezzetti di carne sono ottimi, basta che non sia di maiale. Quanto? Considera che se è già grandino dovrai dargli da mangiare 5- 7 volte al giorno e ogni volta 3-4 semi di grano più 2 pezzetti di pasta più 1 di mela e 1 di carne. Ma le quantità che ti ho detto sono solo indicative. Puoi però sapere se la quantità di cibo gli è sufficiente applicando il metodo che si usa in ogni centro di recupero. Pesa il passerotto la mattina, dunque a digiuno, sulla bilancina che ha i grammi. Poi lo pesi la mattina dopo e così per due o tre giorni. Se la quantità gli è sufficiente, lui non deve diminuire neppure di un grammo. Per poterlo pesare meglio avvolgi il passero dentro un tovagliolo, poi fai la tara. L' acqua puoi dargliela avvicinando( ho detto avvicinando, non versando) un cucchiaino di acqua sotto il becco in modo che possa bere da solo. Nello stesso tempo, visto che non è più un pullus, mettigli dentro la scatola il mangime che dai al canarino, l' acqua, un pezzetto di mela e un biscotto: potrebbe avere voglia di iniziare ad assaggiare qualcosa da solo.

    Fonte/i: operatrice di un centro di recupero per avifauna
  • 10 anni fa

    NOOOOOOOOOOOOO non col canarino in gabbia, PORTALO SUBITO AD UN CENTRO DI RECUPERO/VETERINARIO

  • Anonimo
    10 anni fa

    Leggete quello che segue, poi ponderate se avreste fatto bene o meno. Per favore, fate girare la domanda, io credo che TUTTI dovrebbero conoscere queste cose perchè tutti prima o poi si trovano davanti ad un uccellino caduto dal nido, o ad un uccellino ferito. Prima questa domanda aveva 104 stelline e sulla quarantina di risposte...qualche *bip* me l'ha segnalata, mi domando perchè. Copio incollo il testo che avevo scritto, con brevi modifiche.

    "Chiunque trovi un uccello ferito, o troppo piccolo per volare, ecc, VI PREGO rifletta prima di prenderlo.

    In sintesi: se si tratta di merlo o cornacchia o simili, dovete prenderlo SOLO se c'è immediato pericolo, se il piccolo è ferito, se ci sono gatti in zona o macchine. Potete provare a metterlo in alto vicino al nido, che il genitore lo nutrirà da lì.

    Se si tratta di rondini e rondoni, dove assolutamente prenderli e portarli (così come merli passeri ecc feriti) all'ENPA o in un centro CRAS (come la Lipu, ad esempio). Ovviamente se è un nidiaceo troppo giovane per essere prossimo all'involo (pochissime piumette, piccolo piccolo...insomma, che prima di un paio di settimane non vola di certo) raccoglietelo anche se si tratta di merlo o cornacchia ecc. Magari potreste provare a rimetterlo sul nido se la madre si allontana, ma la vedo dura.

    MAI, MAI DARE LORO PANE, LATTE, UOVA mentre aspettate di portarli a gente che sa come curarli. Solo dito bagnato con acqua passato sul becco, di modo che bevano qualche goccia, se li vedete proprio deboli potete fare un litro di acqua con un cucchiaino di zucchero e uno di sale ma non è cosa da farsi per troppo tempo, giusto quando lo trovate.

    Ricordate che detenere un animale selvatico è un REATO punibile con multe MOLTO MOLTO salate, e ricordate che ci vogliono mani esperte per curare e svezzare dei piccoli volatili, se non siete esperti potreste provocare GRAVI malformazioni fino a portarli alla morte.

    Per favore, fate girare questa domanda, mi viene da piangere ogni volta che leggo "ho trovato un rondone, non apriva il becco così gli ho infilato la mollica di pane bagnata di latte in gola"."

    Vorrei inoltre ricordare, a chi dirà "ma io gli ho sempre dato pane latte e uova", che le malformazioni che comporta questa alimentazione scorretta non sono immediatamente visibili. E vorrei ricordare che un uccellino si salva non per ingabbiarlo, ma per restituirlo alla Natura. Inoltre, ricordatevi che granivoro è diverso da insettivoro! Qui( http://www.lipu.it/oasi/animaliferiti.ht%E2%80%A6 ) trovate indicazioni generali da seguire mentre aspettate che quelli dell'enpa o simili lo vengano a prendere (o mentre lo portate voi). Inoltre, il posto migliore dove tenerli è una scatola di cartone a cui avrete fatto molti forellini per l'aria. Tanto, visto che dovrete tenerlo solo per pochissimo tempo prima di affidarlo ai volontari, va bene. Se li mettete in gabbia si spezzano le ali. I rondoni soprattutto vanno sempre tenuti in scatoloni grandi abbastanza da consentir loro di aprire le ali senza farle toccare ai lati.

    Grazie! Stellinate e rispondete, e diffondete il messaggio anche a chi conoscete "nella realtà"!!

    Aggiungo: se è cresciutello e gira il becco potrebbe essere non perchè non ha più fame, ma perchè non si fa imboccare come i piccoli...o perchè lo stavi soffocando, facendo troppa pressione sullo stantuffo della siringa. Sarebbe meglio evitare. Inoltre il fatto che zoppica e che ancora non ha fatto la càcca mi preoccupa, se ti passa la notte portalo immediatamente al centro enpa o cras più vicino (meglio l'enpa...guarda in internet se c'è nella tua citta), perchè temo che non stia molto bene.

    Prendilo delicatamente, giralo, e soffia sulla pancia. Ora: se vedi dei rigonfiamenti d'aria, ti muore entro 48 ore se non lo porti subito all'enpa (quasi sicuramente se ha rigonfiamenti di aria è stato attaccato da un gatto, e sviluppa una infezione che lo porta alla morte in meno di 48 ore). Se ha una macchia rossa in alto a sinistra è il fegato che è andato: morirà entro poche ore. Se vedi che zoppica (ovvero: non saltella come ogni passero, ma fa proprio fatica o trascina le ali), ha qualcosa di rotto e l'unica chance di rifarlo volare è portarlo all'enpa dove cureranno la frattura finchè possono.

    Insomma: portalo all'enpa.

    @volpetta, posso ricordarti che è ILLEGALE detenere un animale selvatico e che se ti becca la forestale ti salassa? Poi se è "dolcissimo" tenere ingabbiato o dipendente dagli umani un uccellino che dovrebbe volare libero..mah.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Toglilo dalla gabbia del canarino: i passeri selvatici spesso hanno dei parassiti.

    Lavatelo con un po' di acqua tiepida e del cotton fioc, proprio per cercare di ripulirlo da questi. Senza immergerlo, bagnate il cotton fioc e passateglielo addosso cercando di scorgere la pelle e vedere se è pulita.

    Per quanto riguarda l'alimentazione: se il pastoncino a cui ti riferisci è il classico pastoncino giallo, assolutamente NON glielo devi dare (e non dovresti darlo nemmeno al canarino).

    Va nutrito con il pastoncino per insettivori oppure con frutta+omogeneizzati di carne. Quando gira la testa significa che è sazio (quindi non c'è bisogno di una quantità, basta raggiungere quello stato).

    Sterilizza sempre gli strumenti che usi per imbeccare, oppure cambiali di volta in volta.

    Va alimentato ogni 2-3 ore.

    ---

    Se andate a comprare il pastoncino vi conviene prendere anche un acaricida spray, una spruzzatina male non gli fa, anzi. Una volta addomesticati sono dolcissimi e anche intelligentissimi... auguri :D

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.