smontaggio Beretta 84FS?

Salve ai membri della sezione; essendo in possesso di questo modello non molto usuale ed adatto al tiro al poligono (me lo dicono tutti), dopo ormai molte sessioni ho deciso di pulire anche le parti non sottoposte allo smontaggio (da campo) sta a dire: leve della sicura, catena di scatto, percussore ed estrattore. il caricatore l'ho già smontato luggermente lubrificato al suo interno e rimontato con facilità.

quello che importa è come agire sulle altre parti. magari con l'aiuto di istruzioni visive, ma non so se ci sono disponibili in rete .

ho visitato il sito beretta.it ma non vi sono disponibili video di questo genere. non indicatemi esplosi; sono piu incasinanti che altro non essendo 3D

lascio a voi la parola con cordiali grazie in anticipo.

Aggiornamento:

Per ABUELO-----si infatti; ho smontato il meccanismo di battuta del cane (al quanto facile direi) tolto le guancette ho premuto il pezzo che si trova sotto il calcio proprio dietro il bocchettone del caricatore; e ho sfilato il pernetto che lo blocca al calcio, tirato fuori una specie di cilindro alto circa 5 cm e venuta giu la molla insieme l'astina. non ho smontato il cane perche mi appoggio alle tue parole sul fatto che ci potrebbero essere dei giochi anomali.

devo dire che un po di sporco c'era, trattandosi di olio nerastro appiccicato alla molla e l'astina. ho pulito asciugato e lubrificato il tutto col il bel CRC gun care. per il rimontaggio non ho avito problemi datosi che i pezzi erano montati sequenziamente.

al contrario invece per il percussore e l'estrattore, nonostante la tua descrizione non so in quale parte agire.

chissà troveresti qualcosa d'interessante al proposito te ne sarei grato.

grazie comunque,

2 risposte

Classificazione
  • abuelo
    Lv 7
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Posso sconsigliarti di procedere ad uno smontaggio così approfondito? Non vorrei urtare la tua suscettibilità, lungi da me l'idea che tu possa non esserne capace.. la ragione è un'altra.

    Le catene di scatto, i percussori, gli estrattori e quant'altro si dovrebbero smontare quasi esclusivamente per porre rimedio ad una rottura o per sostituire qualche componente usurato.

    In particolar modo la catena di scatto, pur non essendo in assoluto difficilissima (basta ricordarsi la posizione reciproca dei vari pezzi, che non sono molti) è alloggiata nell'impugnatura per mezzo di perni passanti. In teoria con un cacciaperni di diametro adeguato puoi smontare il tutto, ma è una procedura che non dà risultati - anzi, al massimo ne dà uno, cioé la creazione di giochi parassiti. Un perno va battuto da una parte sola e reinfilato dalla parte opposta; le mollette a filo spesso vanno perse o ci si dimentica la loro posizione esatta (vedi quella della leva arresto otturatore, che a volte può essere montata al contrario), per non parlare delle spine elastiche che ci si trova a volte (es leva di sicurezza dx della 92/98), che possono perdere di efficacia obbligandoci a sostituirle. Inoltre gli armaioli delle Case produttrici dispondono secondo me di strumenti adatti, ad esempio la molla di ritorno del grilletto deve essere pretensionata sul grilletto stesso prima di infilare il perno, e rischi di aver bisogno di tre mani.

    Secondo il mio modesto parere, che pure comprendo la tua volontà (io stesso procedo a smontaggi pressoché completi delle exordinanze che mi capita di acquistare, ma per ragioni più evidenti), smontare così approdonditamente un'arma corta moderna non è utile.

    Unica eccezione, volendo, il precussore; dovrebbe bastare un semplice cacciaperni, ma devi fare attenzione alla posizione della sicurezza e alla relativa molla, per evitare di forzare inutilmente. Una volta sfilato il perno, dovresti spingere la sicurezza e liberare il percussore e la relativa molla, ed in seguito a ciò lasciare uscire anche il pistoncino della sicura.

    Certo in una 1911 è più semplice, c'é una piastrina posteriore da sfilare una volta che premiamo il percussore, ma anche nella 84 non dovrebbe essere difficilissimo. Più che altro per accertarti che sia pulito come pensi dall'esterno, e per rimontarlo con più tranquillità per gli anni futuri.

    Se procedi ugualmente allo smontaggio, procurati prima gli attrezzi giusti: un piccolo mazzuolino con teste di nylon, una morsa da banco con ganasce rivestite da legno, cacciaperni di dimensioni adeguate e di buona marca, pinze a becchi sottili tipo elettricista, e un notes grande su cui prendere annotazioni. La catena di scatto si smonta partendo dalla barra di trazione, che se non ricordo male dovrebbe estrarsi direttamente togliendo la guancetta destra (anni fa l'ho sostituita su una beretta 81), e se non sbaglio la molla del cane si estrae togliendo il perno del posteriore mainspring housing. Vado a memoria, spero di non ricordare male...

    La sicurezza non l'ho mai smontata, non deve essere impossibile, ma non ho indicazioni da darti.

    Se procedi, fai uno schizzo della posizione dei pezzi e delle relative molle.

    Comunque, ripeto, per me non è necessario per l'arma. Una bella pulizia magari con uno spray (tipo pulitore per freni, o lavacontatti) dovrebbe aver ragione di qualsiasi sporcizia; una completa asciugatura e una lubrificazione attenta dovrebbero poi riportarla all'optimum.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Circa l'utilità e nocività mi associo ad Abuelo: già De Florentiis nel suo trattatello sulle armi portatili parlando dello smontaggio arrivava a quello ordinario e poi diceva che "..oltre non è necessario andare, poikè una pulitura a fondo col petrolio è già bastevole, e certo dallo smontaggio nessun'arma ne trae giovamento...".

    Volendo, smontata ordinariamente l'arma, la metti a mollo nel petrolio bianco, quello da lume, e ce la lasci un giorno. Poi usi aria compressa per soffiare le parti; infine lubrifichi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.