Pearl ha chiesto in SaluteSalute della donna · 10 anni fa

Endometrosi, quando è grave?

Ho endometriosi, sono già stata operata e la zona è stata bonificata, ora ho un anno di tempo x avere un bimbo poi mi hanno detto che la percentuale di possibilità per una gravidanza passa al 40%, per poi diminuire gradualmente, ma non c'è una cura x guarire? Ma se dovrò essere rioperata in futuro, e dovessi subire una isterectomia, l'endometriosi sparisce o rimarrà? Che possibilità ci sono che endometriosi si dirami all'intestino, stomaco o altro?

Aggiornamento:

Molto intelligente CAPRONE ...

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    L'endometriosi ha tutte le caratteristiche di una malattia cronica recidivante.

    La cura definitiva non c'è, però di può stare bene per lunghi periodi: bisogna eliminare tutti i focolai presenti, possibilmente conservando il più possibile le strutture genitali interne,cioè l’utero,le salpingi o tube,le ovaie e liberando la pelvi dalle frequenti aderenze che la malattia fa formare tra gli organi della pelvi femminile, ma questo non da garanzia che non ci siano futuri impianti di endometriosi.

    Sicuramente sarai abbastanza informata, però ricorda che non si tratta di una patologia che "si può diramare", ma è una patologia dovuta alla presenza di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina (tanto per capirci meglio l'endometrio è il rivestimento interno dell'utero ed è quella parte dell'utero che sotto l'azione ciclica degli ormoni estrogeni va incontro al ciclo mestruale). Quindi anche i focolai di endometrio vanno incontro al ciclo mestruale ed è proprio questo che causa la sintomatologia e le aderenze (tra tube, ovaio, utero, intestino...) che sono la principale complicanza.

    "Sono già stata operata e la zona è stata bonificata": sicuramente ti hanno fatto un intervento chirurgico conservativo per eliminare aderenze pelviche, endometriomi e lesioni endometriosiche (e renderti fertile).

    La terapia chirurgica demolitiva invece si avvale dell' isterectomia ed annessiectomia (asportazione delle ovaie e tube) nei casi più gravi e con lesioni estese (o qualora tu non sia più desiderosa di prole). [ora l'intervento è molto meno invasivo e spesso effettuato in laparoscopia che ti consente una rapida mobilizzazione, riduce i tempi di degenza e allettamento ed ha molte meno complicanze post operatorie.] Se la chirurgia laparoscopica è ben eseguita è estremamente difficile per le lesioni endometriosiche recidivare in pochi mesi e comunque la ripresa della malattia dipenderà dalla crescita di nuovi impianti endometriosici, cosa che richiede tempo.

    La terapia medica te la menziono solamente: ci sarebbe una terapia medica che ha lo scopo di atrofizzare i focolai di endometriosi, ma viene presa in considerazione se le lesioni sono piccole, oppure per ridurre le dimensioni delle lesioni in vista di un intervento chirurgico, oppure se la chirurgia non è risolutiva.

    Sarebbe bello poter curare tutte le malattie, ma purtroppo con alcune bisogna imparare a "convivere".

    un abbraccio ^_^

  • 10 anni fa

    vai dal mediko

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.