Luca ha chiesto in Notizie ed eventiAttualità · 10 anni fa

10 punti a chi risponde bene?

vi prego mi potete fare un tema sull'attualita non so osama billaden ad esempio vi prego!!!!!!!!!!!!

grazie a tutti il primo che risponde per primo e bene no 10 punto 500000 punti assicurati grazie ancora

Aggiornamento:

cojons a chi rispone bene e subito

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    "Bene"! Dieci punti?

    Scusami non avevo capito. "Bene e subito" Ora dieci punti?

  • 10 anni fa

    uccisioni,guerre,dolore,perdite, non hanno ancora fatto capire all' uomo il valore della vita.In questi mesi, sfortunatamente siamo stati spettatori di cose non molto diverse da queste.in un giorno a noi apparentemente tranquillo,in Egitto,si combatteva per la libertà, finalmente Mubarak si dimette lasciando il paese che esulta di gioia ma nn sa cosa gli aspetta.Il loro capo del governo li abbandona in situazione difficile, molto difficile, disoccupazione,che ha causato il suicidio di molte persone,costo improponibile della vita e povertà, che tutt'oggi viene nascosta ai nostri occhi.dopo rivolte e rivolte soppresse dai militari la situazione ha influenzato anche gli altri paesi nord africani tra cui la ricca Libia, si la Libia, l'ex colonia italiana.Le cause della rivolta vanno cercate nello sfasamento, divenuto insopportabile, tra lo sviluppo economico (che ha condotto alla “modernità”) e il mantenimento di un regime politico ormai vecchio, incredibilmente immobile e plasmato intorno ad un vecchio leader. La Libia è governata da più di quarant’anni dal Colonnello Gheddafi. Diversamente dai suoi due vicini (Egitto e Tunisia), il regime politico libico non ha mai neanche tentato di presentarsi come democratico. Non ci sono elezioni, non ci sono partiti. Non servono. La legge 71 punisce con la pena di morte tutti coloro che si vogliono riunire in associazioni od organizzazioni impedite dalla legge.Gheddafi gode inoltre dei vantaggi derivanti dalla sua politica basata su importanti relazioni amichevoli con numerosi paesi del mondo senza dover dipendere da un’unica potenza, come era il caso dell’Egitto. Con gli Stati Uniti il Colonnello ha concluso un accordo nel 2003, con il quale si è impegnato a lottare contro il terrorismo e a fermare il suo programma per la costruzione d’armi di distruzione di massa. In cambio, gli Stati Uniti non avrebbero richiesto più un cambio di regime. Un accordo allora fondamentale per George Bush e Tony Blair che, intervenuti in Iraq con il pretesto delle armi di distruzione di massa, attraverso Gheddafi potevano dimostrare alla Comunità internazionale che alcuni dittatori effettivamente le possedevano. Oggi gli USA sono ancora vincolati a questo accordo che gli impedisce di prendere posizione come nel caso egiziano.

    La libia è un paese che dipende dall'esercito forze armate giocano un ruolo fondamentale determinando la sorte della rivoluzione. Se l'esercito si schiererà integralmente con la popolazione la situazione potrebbe diventare molto critica e la maggiore minaccia per Gheddafi deriverebbe proprio dalle divisioni interne al palazzo del governo. Se l’esercito dovesse rimanere sostanzialmente fedele, le violenze in Libia potrebbero continuare ancora per diverso tempo.Ricordiamo anche la grande base terroristica di Al-Quaeda che ha provocato l'ostilità nei confronti degli americani e alla morte di bin laden, gli americani ,gioivano per la felicità della morte di un uomo che anche se ne ha provocate tante per prima cosa era un uomo come lo siamo tutti noi.Si pensa che questo questo abbia portato alla fine di tanti attacchi terroristici ma in verità ha causato ancora rabbia e soprattutto VENDETTA, quella sete indescrivibile che porta alla distruzione umana.

    stai tranquillo nn voglio punti,ce se vuoi se mi vuoi ripagare!!XD

    Fonte/i: interesse personale
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.